Verso Pisa - Salernitana, Luca D'Angelo: "Ripartiamo dalla prestazione di Livorno per ritrovare la vittoria"

Il tecnico nerazzurro sottolinea la prova dei suoi uomini nel derby: "Rimane l'amaro in bocca, ma il campionato non è finito sabato. Giocando bene le vittorie arriveranno"

Delusione, rabbia, voglia di riscatto e determinazione a riprendere confidenza con la vittoria. Le 48 ore successive al derby di Livorno sono state vissute in un turbinio di emozioni e sensazioni dalla connotazione negativa in casa nerazzurra: perdere non fa mai piacere, men che mai in casa dei rivali più acerrimi della stagione. La sfortuna, a onor del vero, ci ha messo anche moltissimo del suo nella partita del 'Picchi': la squadra di D'Angelo ha perso immeritatamente, se si pensa che l'unica conclusione verso lo specchio della porta difesa da Gori è arrivato al 94'. Contro la Salernitana, martedì 29 ottobre (ore 21), il Pisa cercherà di tornare alla vittoria per ritrovare certezze ed entusiasmo.

"Giocare bene per tornare a vincere"

Il rendimento di Gucher e compagni, sfortuna a parte, richiede una riflessione approfondita e una presa di coscienza da parte di tutte le componenti: tre pareggi nelle ultime 6 gare hanno frenato la corsa dei nerazzurri, lanciati in avvio di campionato dalla straordinaria partenza costituita dai 7 punti raccolti nelle prime tre uscite. Sul piano del gioco il Pisa anche a Livorno non ha demeritato, giocando con intensità e personalità per l'intera partita nella metà campo amaranto. A mancare però è stata la stoccata finale, il guizzo capace di annullare il colpo che la cattiva sorte ha inferto a Benedetti intorno al quarto d'ora del derby. "Bisogna guardare avanti e trovare le giuste motivazioni nel lavoro - afferma D'Angelo - anche dopo aver rivisto la partita resto dell'idea che avremmo meritato di vincere". "Purtroppo resta il risultato e sicuramente rimane l'amaro in bocca". Riguardo all'espulsione diretta di Birindelli nel secondo tempo di sabato, il tecnico nerazzurro ribadisce "l'ingenuità del mio calciatore, propiziata sicuramente dalla provocazione di Luci". 

"Capisco la delusione della nostra gente - prosegue D'Angelo - è normale che la tifoseria guardi prima di tutto al risultato. Ma il campionato non termina con la sconfitta di Livorno. Per fortuna c'è già una partita alle porte nella quale dobbiamo riuscire a giocare bene a calcio". "Con il Crotone abbiamo avuto un'impatto fisico e mentale buonissimo, ma i ragazzi hanno giocato male - continua l'allenatore del Pisa - a Livorno invece abbiamo giocato bene. Abbiamo accentuato le loro difficoltà: si deve ripartire dalla prestazione cercando di migliorare il più in fretta possibile i difetti visti anche al Picchi". De Vitis verrà convocato, ma come a Livorno dovrebbe partire dalla panchina. Ci sarà sicuramente uno spezzone di gara per Moscardelli, "se a gara in corso o dal 1' lo decideremo con lo staff. L'infortunio che si è messo alle spalle è insidioso e complesso". D'Angelo passa ad analizzare la partita di domani: "La Salernitana ha un'ottima organizzazione di gioco, che non sfrutta molto l'intensità e il ritmo ma sfrutta maggiormente le qualità dei singoli". "Il Pisa non snaturerà il suo modo di vedere e interpretare il calcio - conclude l'allenatore del Pisa - cercheremo di attaccare gli avversari senza aspettarli. La mia squadra è questa, non ha nelle sue corde la capacità di attendere per colpire in contropiede".

Tante assenze

L'ex di turno Gian Piero Ventura si presenta all'Arena Garibaldi con una rosa completamente incerottata. All'ex Ct della nazionale e allenatore nerazzurro mancheranno diversi titolari, con un paio di elementi fondamentali (il centrocampista Akpa Akpro e l'attaccante Jallow) che sono rientrati da pochi giorni e hanno al massimo un tempo nelle gambe. In questo senso può essere d'aiuto soltanto parzialmente il secondo grande ex della serata di domani: Alessio Cerci, tornato in Italia dopo la poco felice parentesi in Turchia e ancora alle prese con una condizione fisica poco brillante. Lui e Ventura torneranno insieme a Pisa a distanza di 11 anni dalla magica stagione 2007-2008, quando i nerazzurri sfiorarono la clamorosa promozione in Serie A.

A far sorridere in casa campana è la classifica: la Salernitana dopo 9 giornate veleggia nelle prime posizioni e con i suoi 15 punti si trova a sole tre lunghezze dalla vetta. Nell'anno del centenario l'appassionata tifoseria granata aveva chiesto al patron Lotito uno sforzo per disputate una stagione da assoluti protagonisti. L'avvio di campionato, nonostante un paio di occasioni ghiottissime gettate al vento in casa, sta rispettando le attese e le richieste della piazza.

Le curiosità statistiche della partita

Il Pisa non centra una vittoria dal 15 settembre: dopo il 4-1 rifilato alla Cremonese, i nerazzurri hanno inanellato una serie di tre pareggi alternati da altrettante sconfitte. La Salernitana invece non vince dal 29 settembre: dopo il 2-3 ottenuto in rimonta a Livorno, i granata hanno ottenuto due pareggi e la sconfitta di misura di Venezia. Lontano dall'Arechi, però, gli uomini di Ventura stanno tenendo il miglior ruolino di marcia della cadetteria: con 9 punti in 4 partite (tre vittorie e una sconfitta), i campani guardano il resto della concorrenza dall'alto.

La sfida fra nerazzurri e granata torna all'Arena Garibaldi dopo due anni e mezzo. Il 1° aprile 2017 la formazione allora guidata da Gattuso uscì sconfitta di misura: il match fu deciso alla mezz'ora del secondo tempo dalla rete di Rosina. Questa è anche l'unica vittoria dei campani nello stadio pisano: negli altri 9 precedenti il Pisa ha conquistato 4 vittorie, mentre in 5 occasioni la partita è terminata in parità. L'ultimo successo dei nerazzurri sulla Salernitana fra le mura amiche risale al 6 maggio 1979, in Serie C: terminò 1-0 grazie al gol realizzato da Di Prete.

Le probabili formazioni

Pisa (3-5-2): Gori; Benedetti, Aya, Meroni; Lisi, Di Quinzio, Gucher, Marin, Belli; Moscardelli, Masucci. All. D'Angelo

Salernitana (3-5-2): Micai; Jaroszynski, Migliorini, Karo; Lopez, Odjer, Di Tacchio, Akpa Akpro, Kiyine; Djuric, Jallow. All. Ventura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • Donna vuole buttarsi dal viadotto a Porta a Mare: salvata

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento