Sport

Pisa - Salernitana: le probabili formazioni | Marconi guida i nerazzurri alla ricerca del riscatto dopo il KO di Cremona

Il centravanti si candida per una maglia da titolare dopo la panchina di due giorni: martedì 9 febbraio all'Arena Garibaldi arriva la Salernitana. Si potrebbe rivedere tra i convocati anche Belli

Michele Marconi in azione - Foto RFotogiornalismo

Rialzarsi per riprendere la marcia e dimostrare che quello di due giorni fa a Cremona è stato soltanto un incidente di percorso. Martedì 9 febbraio il Pisa ospiterà all'Arena Garibaldi la Salernitana (ore 19): classifica alla mano, i nerazzurri sfideranno la seconda della classe. I campani infatti hanno 36 punti e, insieme a Chievo e Monza, sono le più dirette inseguitrici della lepre Empoli (42 punti). La squadra di D'Angelo è reduce dalla battuta d'arresto dello Zini, concretizzatasi in un avvio di gara negativo, nel quale sono arrivate le due reti dei padroni di casa che hanno deciso l'esito finale nonostante la rete di Vido.

Determinazione

Indubbiamente nell'immediato post-gara gli errori arbitrali hanno tenuto banco: al netto di una prestazione discreta, ma poco concreta, del Pisa, il risultato è stato fortemente influenzato dall'ennesimo svarione della terna arbitrale. Una costante che sta diventando molto pesante nell'economia del cammino dei nerazzurri. Le valutazioni sul rendimento tecnico della squadra, infatti, non possono non essere controbilanciate dalla sottolineatura degli errori evidenti commessi dagli arbitri e dagli assistenti.

Dopo gli 'orrori' di Chiavari commessi dal collega Irrati, anche a Cremona l'arbitro Pezzuto si è reso protagonista di un paio di sviste che avrebbero potuto cambiare l'inerzia del match. Il rigore non fischiato a Marin è quantomeno dubbio; il mancato fallo per gamba tesa commesso da Carnesecchi in uscita su Palombi, lanciato a campo aperto verso la porta della Cremonese, ha dell'incredibile.

Anche per questo motivo i nerazzurri sono più determinati che mai a tradurre la frustrazione in furore agonistico da riversare in campo domani sera, quando servirà grande organizzazione e parecchio dinamismo per scardinare uno dei dispositivi difensivi più forti della categoria. La Salernitana infatti fa della tenuta della retroguardia uno dei suoi punti di forza, abbinata alla capacità di ribaltare velocemente l'azione con la rapidità di Tutino, Kiyine e e Cicerelli. Occhio anche alla presenza fisica di Djuric al centro dell'attacco: sui palloni alti l'arete bosniaco è fenomenale.

D'Angelo dovrebbe recuperare Francesco Belli, fermo ai box da metà gennaio per un problema muscolare. Per il resto il gruppo è al completo, ad esclusione di Masucci e Sibilli, per il cui ritorno si deve attendere ancora diverse settimane. Rispetto alla gara di Cremona ci saranno delle novità, sia sull'impianto tattico che nella scelta degli uomini. Il Pisa quasi sicuramente tornerà al 4-3-1-2, con Birindelli a destra e uno tra Lisi e Beghetto a presidiare la corsia opposta. Al centro della difesa Caracciolo dovrebbe fare coppia con Varnier: se il giovane centrale non avesse recuperato a pieno, Benedetti è pronto a prenderne il posto.

In mezzo al campo tornano dal 1' sia De Vitis che Gucher, con Mazzitelli quasi certo della terza maglia, anche se Siega scalpita. Ballottaggio serrato anche sulla trequarti, dove Soddimo parte leggermente favorito rispetto a Mastinu, e in attacco il centravanti sarà Marconi. Vido con tutta probabilità gli farà da spalla, visto che Palombi ha disputato tutti e 94 i minuti dello Zini.

L'arbitro e le curiosità della partita

La sfida sarà diretta da Alessandro Prontera di Bologna. Bilancio disastroso per il Pisa con il fischietto emiliano: 5 sconfitte in altrettante gare ufficiali. La prima è il 3-1 incassato a Pontedera in Coppa Italia di Serie C nel 2014, poi nel 2017 le battute d'arresto nei derby con la Lucchese e il Livorno, e infine nella passata stagione le sconfitte con il Cosenza e il Crotone.

All'Arena Garibaldi i nerazzurri hanno una striscia positiva aperta di sette gare senza sconfitte, avviata con il successo sull'Ascoli (2-1) dell'8 dicembre scorso. La Salernitana invece in trasferta non vince dal 27 dicembre (2-1 a Venezia), e complessivamente ha raccolto 12 punti in 10 partite lontano dall'Arechi, segnando soltanto 7 reti: secondo peggior attacco dopo Reggiana e Pescara (entrambi a quota 6).

Domani nerazzurri e granata si sfideranno per la dodicesima volta sul prato dell'Arena Garibaldi: il bilancio complessivo sorride al Pisa con 5 successi e 5 pareggi. L'unica vittoria campana risale al 1 aprile 2017, quando la rete siglata da Rosina condannò alla sconfitta la squadra guidata da Gattuso in Serie B.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Benedetti, Caracciolo, Beghetto; Gucher, De Vitis, Mazzitelli; Soddimo; Vido, Marconi. All. D'Angelo

Salernitana (3-5-2): Belec; Aya, Bogdan, Mantovani; Cicerelli, Kiyine, Di Tacchio, Coulibaly, Casasola; Gondo, Tutino. All. Castori

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Salernitana: le probabili formazioni | Marconi guida i nerazzurri alla ricerca del riscatto dopo il KO di Cremona

PisaToday è in caricamento