menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pisa - Salernitana 2-2 | Delusione finale, nerazzurri rimontati dopo il doppio vantaggio

Partita sporca e durissima. Il Pisa riesce a issarsi sul doppio vantaggio con Mazzitelli e Marconi, poi però gli ospiti trovano il pareggio immeritatamente a tempo praticamente scaduto

Pareggio immeritato, frutto di un'indecisione dei nerazzurri e della fortuna smisurata degli ospiti, incapaci di calciare verso la porta di Gori se non in due sole occasioni. Il Pisa meriterebbe il successo e si ritrova invece con un misero punto che racconta pochissimo dell'ottima prestazione di Gucher e compagni. Continua però la striscia positiva casalinga: ottavo risultato utile consecutivo.

Primo tempo parecchio bruttino, più per merito della Salernitana che per demeriti del Pisa. I campani badano principalmente a proteggere la porta di Belec: le due linee difensive predisposte da Castori disinnescano quasi tutte le idee di Gucher e compagni, senza però riuscire a lanciarsi nella '4x100' della ripartenza. Le due migliori occasioni portano la firma di Marconi e Gucher. Prima il centravanti cicca clamorosamente la conclusione dopo l'ottimo suggerimento di Birindelli a centro area. Poi il capitano addomestica uno spiovente ed esplode un destro potente ma centrale, controllato da Belec. La Salernitana è tutta nell'unica ripartenza concretizzata da Tutino un attimo prima dell'intervallo: fuga alle spalle di Caracciolo, diagonale e conclusione fuori di mezzo metro. I nerazzurri partono con un altro passo nel secondo tempo: la Salernitana è chiusa nella sua area e Belec deve sfoderare la parata della serata sulla sassata di Birindelli. Ennesimo legno colpito dal Pisa in questa stagione. I nerazzurri non si lasciano abbattere e continuano a macinare gioco e occasioni. Da corner arriva il gol: Gucher telecomanda la palla sulla testa di Mazzitelli, palla sotto all'incrocio. Gli ospiti sembrano un pugile suonato, barcollano e incassano il colpo del possibile KO. Palombi pesca Marconi a centro area,  legnata al volo e palla in fondo al sacco. Poi però la svirgolata che riapre i conti: Caracciolo e Beghetto temporeggiano sul retropassaggio, Tutino si infila e supera Gori. E si apre un finale di fuoco anche se, effettivamente, di tiri dalle parti di Gori non ne arrivano. Fino al quarto e ultimo minuto di recupero, quando al centesimo pallone alto Casasola si ritrova libero di calciare fortissimo verso la porta: 2-2. Un gol nato da uno scontro aereo abbastanza dubbio proprio tra Djuric e Varnier: ovviamente, verrebbe da dire, il direttore di gara lascia proseguire l'azione conclusa dal terzino granata.

La partita

Un avversario di valore, di categoria, forte fisicamente e dal grande spessore agonistico. L'impegno per il Pisa e Luca D'Angelo è di quelli importanti: i nerazzurri all'Arena Garibaldi ospitano la seconda della classe per riprendere la marcia dopo la sconfitta di tre giorni fa a Cremona. D'Angelo archivia il 4-4-2 e torna al 4-3-1-2, rilanciando diversi 'titolarissimi' in ogni zona del campo: Birindelli a destra in difesa, De Vitis e Gucher a centrocampo, Marconi al centro dell'attacco.

E' il Pisa che imposta il ritmo e la misura delle giocate con personalità e presenza fisica nella metà campo della Salernitana. Dopo soli tre minuti Birindelli salta il suo diretto marcatore e scodella a centroarea un cioccolatino per Marconi: il centravanti dovrebbe soltanto scartarlo, ma calcia male senza dare precisione al destro. Palla fuori. Gli avversari rispondono al quarto d'ora con uno dei loro pezzi forti: pallone spiovente in area, Tutino lo addomestica e in un attimo si coordina. Destro potente ma centrale: Gori blocca senza problemi.

La partita è pimpante, il Pisa per tenere la Salernitana lontana dalla porta cerca di spingere a pieno organico. Al 19' sugli sviluppi di un corner la palla cade sulla destra: Gucher controlla e calcia un missile, Belec risponde con i pugni. Poi la Salernitana alza il muro: due linee strettissime a ridosso dell'area di rigore e i nerazzurri sbattono senza esito. E l'ultimissima occasione è degli ospiti: il Pisa sbaglia la misura dell'ultimo passaggio, la Salernitana parte in contropiede con Tutino. Il numero 9 entra in area e spara il diagonale rasoterra: palla fuori di mezzo metro.

Pronti-via, occasionissima per il Pisa con l'ennesimo palo della stagione. Birindelli dai venticinque metri inquadra l'incrocio dei pali, Belec si supera con la deviazione sulla traversa. I nerazzurri insistono, conquistano un paio di corner e finalmente trovano la via della porta. Gucher pennella per la testa di Mazzitelli: incornata potente sotto all'incrocio dei pali, stavolta Belec non ci arriva. 1-0 per il Pisa.

Spinto dall'entusiasmo, il Pisa continua a spingere e arriva in area due volte nel giro di due soli minuti prima dell'ora. Prima Vido perde il tempo della battuta, poi Marconi cerca il secondo palo di controbalzo: fuori di poco. Ma la vera palla del raddoppio arriva esattamente al 60' quando la Salernitana sbaglia il retropassaggio e lancia in porta Marconi. Il centravanti è tutto solo davanti a Belec: sceglie di calciare da una quindicina di metri, Belec si distende e cancella il pericolo.

Però la Salernitana proprio non riesce a risalire il campo, il Pisa copre tutte le linee di passaggio e davanti trova la misura giusta per la costruzione della manvovra. Come al 73' quando Palombi addomestica il cross di Beghetto sul secondo palo, Il dialogo con Birindelli lo porta al cross a mezza altezza: Marconi scaraventa verso la porta di Belec un missile che gonfia la rete. 2-0 per i nerazzurri. Purtroppo subito dopo i nerazzurri incappano in uno scivolone che vede protagonisti Caracciolo e Beghetto: la palla rimane in mezzo ai due difensori, Tutino si infila e supera (anche con fortuna) Gori: 2-1.

Sembrava una gara 'morta e sepolta', invece il gol casuale rianima gli ospiti, che trovano energie insperate alla ricerca del pareggio. Piovono tantissimi palloni verso gli ultimi venti metri nerazzurri: Djuric fa la sponda per i compagni che si gettano in avanti. Di fatto, però, l'unico pericolo si concretizza all'ultima azione della serata. Djuric sgomita su Varnier, il rimpallo finisce dalle parti di Casasola che scarica un bolide imprendibile per Gori. 2-2.

Il tabellino

Pisa - Salernitana 2-2

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli (90' Pisano), Benedetti (46' Varnier), Caracciolo, Beghetto; Gucher, De Vitis (81' Marin), Mazzitelli; Vido (72' Siega); Palombi (81' Soddimo), Marconi. All. D'Angelo

Salernitana (3-5-2): Belec; Aya, Bogdan, Veseli; Jaroszynski (83' Dziczek), Kiyine (54' Capezzi), Di Tacchio (83' Andrè Anderson), Coulibaly (65' Cicerelli), Casasola; Tutino, Gondo (54' Djuric). All. Castori

Reti: 53' Mazzitelli (P), 73' Marconi (P), 77' Tutino (S), 94' Casasola (S)

Ammoniti: Benedetti (P), Kiyine (S), Vido (P), Coulibaly (S), Marin (P), Casasola (S)

Note: arbitro Alessandro Prontera; angoli 6-1 (1-1); recupero 1' e 4'

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Svago: 5 film in uscita su Amazon Prime Video a marzo

Attualità

Svago: 5 film in uscita su Netflix a marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Svago: 5 film in uscita su Netflix a marzo

  • Attualità

    Svago: 5 film in uscita su Amazon Prime Video a marzo

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento