Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Pisa - Siena: le probabili formazioni | Mister Gautieri chiede maggiore continuità ai suoi ragazzi

Domani, domenica 3 settembre, l'Arena Garibaldi ospiterà il primo derby stagionale: ospite la Robur Siena. Tutti convocati fra i nerazzurri, chiamati a riscattare la sconfitta di Olbia

Domani, domenica 3 settembre, il Pisa torna in campo per la seconda giornata di campionato. Ospite all'Arena Garibaldi sarà la Robur Siena: alle 20.30 ci sarà così il fischio d'inizio del primo derby stagionale per i nerazzurri. Una sfida che mister Gautieri vuole prendere con la giusta attenzione, sia per il valore dell'avversario che per la necessità di mettersi alle spalle la sconfitta dell'esordio a Olbia.

Migliore lettura di alcune situazioni di gioco

In casa nerazzurra il leit motiv che ha caratterizzato la settimana corta di avvicinamento al primo derby stagionale è la maggiore continuità nella concentrazione e nell'intensità di gioco, e la migliore lettura di alcuni frangenti della gara. Mister Gautieri da martedì pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, ha premuto molto su questo tasto, soffermandosi anche sulla prestazione di Olbia.

"Se si va ad analizzare la gara, si vede che si vede che abbiamo perso sull'unico vero tiro in porta subito in 90 minuti. La squadra ha giocato, ma ovviamente i giudizi cambiano leggermente in virtù del risultato negativo - ha commentato il tecnico nerazzurro durante la conferenza stampa - dobbiamo sicuramente migliorare nella lettura di alcune situazioni. Bisogna sempre stare sul pezzo, perché le partite durano 95 minuti e le occasioni – a favore o contro - possono generarsi anche da una semplice rimessa laterale. Ci vuole più continuità mentale".

Domani sera tutti i giocatori saranno a disposizione dell'allenatore, e verranno perciò convocati per la partita. Anche Lisuzzo, toccato duro e costretto ad uscire anzitempo dal campo ad Olbia, si è regolarmente allenato con il gruppo. Sarà utilizzabile anche Alessandro De Vitis, ma su di lui Gautieri si riserva di fare delle riflessioni più approfondite. "Tecnicamente ci può dare tantissimo, però ovviamente dovremo essere bravi a non forzare perché non gioca dall'ultima partita con il Latina nello scorso campionato - ha spiegato il mister nerazzurro - è un acquisto funzionale al nostro sistema di gioco, che ci potrà dare quell'equilibrio in mezzo al campo che per qualità e caratteristiche magari mancava".

Sicuramente domani sera scenderà in campo da titolare Lorenzo Filippini sulla fascia sinistra della retroguardia, con Lisuzzo che resterà in ballottaggio sino all'ultimo con Sabotic. Confermato Mannini a destra. Novità possibili anche a centrocampo, dove Maltese insidia il posto di Davide Di Quinzio. In attacco possibile avvicendamento tra Giannone e Masucci nel ruolo di esterno destro rispetto alla partita di Olbia.

Voglia di giocarsela in casa bianconera

A Siena si respira un'aria di grande fiducia dopo l'esordio vincente di domenica scorsa contro la Lucchese. Il successo per 1 a 0 con i rossoneri ha dato un'ulteriore spinta al lavoro di mister Mignani e dei suoi giocatori. La Robur è un gruppo molto rinnovato, al pari di quello nerazzurro, e c'è molta attesa per ciò che Marotta e compagni riusciranno a fare in questa stagione. L'obiettivo a lungo termine è quello di migliorare il dodicesimo posto dello scorso maggio, e nel breve termine il tecnico bianconero ambisce a dare continuità alla vittoria di una settimana fa. 

"Domani andremo su un campo difficilissimo, al cospetto di una squadra costruita per vincere. Ma proveremo comunque a fare la nostra partita, perché ottenere il risultato è la nostra filosofia e non vogliamo snaturarci".

Nessun commento specifico da parte di Michele Mignani riguardo alla chiusura del mercato e sui singoli. All'ultimo tuffo la dirigenza è riuscita a mettergli a disposizione un pezzo da novanta per la categoria: Stefano Guberti. Esperto esterno offensivo, ha al suo attivo numerose stagioni da protagonista in Serie B e diverse apparizioni anche in massima serie. Il giocatore potrà essere un'arma importante per il Siena, che punta senza mezzi termini ai playoff.

Difficile però la sua presenza in campo dal primo minuto. Con tutta probabilità Mignani confermerà il 4-3-1-2 che ha sconfitto la Lucchese, senza mutare i nomi degli interpreti. La coppia difensiva centrale sarà formata da Sbraga (ex nerazzurro) e D'Ambrosio (fratello del più famoso Danilo, terzino dell'Inter). In mezzo al campo l'interdizione e la manovra saranno affidate a Damian, Bulevardi e Cristiani. Dietro le punte Vassallo cercherà di dispensare fantasia, supportando i due arieti Marotta e Neglia.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche della gara

Il derby sarà diretto dal signor Matteo Proietti di Terni. Il fischietto umbro ha arbitrato il Pisa in una sola occasione: a Pontedera, contro i granata locali, nella sfida di campionato del 7 dicembre 2015. La zuccata di Nacho Varela consegnò i tre punti alla squadra allenata da Gattuso. Per il Siena invece si tratterà del debutto assoluto con questo direttore di gara. Proietti sarà coadiuvato da Ruben Angotti e Davide Baldelli.

Quella di domani sarà la ventiquattresima sfida diretta tra Pisa e Siena sul prato dell'Arena Garibaldi. Il bilancio sorride decisamente ai nerazzurri, che vantano 11 vittorie a fronte delle 6 ottenute dai bianconeri. Sono 6 anche i pareggi usciti da questo confronto, che torna ad essere giocato a distanza di due anni dall'ultima volta. Il 15 novembre 2015 il Pisa giocò una delle migliori partite della stagione regolare, ma uscì sconfitto con il punteggio di 2-1 dopo che Antonio Montella aveva momentaneamente pareggiato il vantaggio iniziale di Mastronunzio per gli ospiti.

L'ultima vittoria nerazzurra risale alla sfida del 30 aprile 2000. Era il campionato di C1, e la squadra allenata da D'Arrigo si giocava il primo posto finale proprio contro il Siena. In un'Arena Garibaldi infuocata dal tifo di 15mila persone, alla terzultima giornata, Paolo Andreotti si conquistò un rigore che Gianluca Savoldi trasformò a venti munuti dalla fine. I nerazzurri con quel successo si issarono a sole due lunghezze dalla vetta, ma la stagione regolare terminò con il Siena promosso in B per un solo punto di vantaggio sul Pisa.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-3): Petkovic; Filippini, Sabotic, Ingrosso, Mannini; Maltese, Gucher, Izzillo; Negro, Eusepi, Masucci. All. Gautieri

Siena (4-3-1-2): Pane; Brumat, Sbraga, D'Ambrosio, Iapichino; Damian, Cristiani, Bulevardi; Vassallo; Neglia, Marotta. All. Mignani

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Siena: le probabili formazioni | Mister Gautieri chiede maggiore continuità ai suoi ragazzi

PisaToday è in caricamento