Giovedì, 16 Settembre 2021
Sport

Pisa – Spal 0-1 | Nerazzurri ko per la prima volta in casa

La squadra di Gattuso perde dopo un mese e cade per la prima volta all'Arena. Decide un gol di Arini a cinque minuti dalla fine. Partita brutta e con poche occasioni

Gli oltre 2000 tifosi sotto la Curva Nord

La classica partita indirizzata verso lo 0-0 trova la svolta a cinque minuti dalla fine. La Spal espugna l'Arena Garibaldi grazie a un gol del neo entrato Arini all'85'. L'ex capitano dell'Avellino regala agli estensi la prima vittoria esterna in campionato, e allo stesso tempo condanna il Pisa alla prima sconfitta in casa dopo tre vittorie di fila.

Un episodio che accende una domenica pomeriggio con pochissime emozioni, dove i nerazzurri hanno fatto vedere le cose migliori, anche se le occasioni più nette le ha avute la Spal. La squadra di Gattuso è sembrata un po' fragile in attacco e con poca benzina nel finale. Più che normale per un gruppo che sta affrontando la serie B praticamente senza preparazione estiva e con una rosa ridotta ai minimi termini. In classifica i nerazzurri scendono al sesto posto e vengono raggiunti da Entella e Perugia.

I TIFOSI CANTANO SOTTO LA CURVA NORD

LA PARTITA. Lisuzzo e Mannini in campo, Longhi in panchina. Queste le scelte di Gattuso, che doveva valutare attentamente le condizioni dei giocatori al rientro dai rispettivi infortuni. Nel 4-3-3 l'assenza di Ujkani rilancia in porta Cardelli, mentre Lisuzzo riprende il suo posto al centro della difesa insieme a Crescenzi, con Golubovic e Avogadri terzini. Prima da titolare per Andrea Lazzari, schierato a centrocampo insieme a Verna e Di Tacchio. Davanti il capitano insieme a Varela a supporto di Eusepi. Semplici invece la Spal con il 3-5-2 dove in difesa rientra Gasparetto al posto di Giani. L'unica sorpresa è la scelta di lasciare in panchina Zigoni. In attacco a fianco di Antenucci c'è Finotto.

Per la prima volta ci sono i tifosi all'Arena Garibaldi. L'ingresso è riservato agli abbonati ed è aperto solo il settore Gradinata. Ma il cuore nerazzurro batte soprattutto fuori dallo stadio. Come nella partita contro l'Ascoli, oltre 2000 tifosi si sono ritrovati dietro la Curva Nord a cantare per la squadra di Gattuso.

PRIMO TEMPO. Dopo appena 90 secondi Cardelli deve già salvare la porta deviando in angolo il tiro di Antenucci, ma la manovra del Pisa è più efficace e l'occasione per i nerazzurri arriva al 9': Eusepi a centro area calcia a botta sicura sulla sponda di Varela trovando la deviazione decisiva di Vicari. La squadra di Gattuso è quella che prova a costruire e col passare dei minuti guadagna metri, anche grazie alla posizione di Andrea Lazzari, che gioca a ridosso delle punte.

Un Pisa intraprendente ma sbilanciato sulle iniziative della Spal. Cardelli si ripete al 15' deviando in tuffo la conclusione di Manuel Lazzari e al 23' il tentativo al volo di Schiattarella che finisce fuori di poco. Queste le uniche occasioni di un primo tempo poco emozionante, dove i nerazzurri chiudono all'attacco senza trovare lo spazio per colpire. Solo Di Tacchio va vicino al gol con un sinistro potente da fuori area che si spegne sul fondo.

>>> GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH <<<

SECONDO TEMPO. La ripresa corre sul filo dell'equilibrio. Il Pisa è sempre più propositivo, ma non riesce a costruire occasioni. Andrea Lazzari non ha ancora i 90' nelle gambe e al 60' esce per far posto a Peralta. Gattuso piazza l'argentino in attacco, abbassando Mannini sulla linea di centrocampo, e poco dopo sostituisce anche Varela con Montella. L'attacco nerazzurro cambia volto, ma il pericolo arriva dalla parte opposta.

La Spal chiede un rigore per un contatta tra Lisuzzo e Mora e l'arbitro fischia fallo ai danni del difensore. Arini entra al posto di Castagnetti, e in una partita che scivola via senza occasioni gli estensi trovano la chiave per sbloccare la partita a cinque minuti dalla fine, proprio grazie al cambio di Semplici. Antenucci avanza palla al piede e con la difesa del Pisa praticamente ferma serve l'inserimento di Arini, libero di appoggiare in rete. Ormai c'è poco tempo per reagire. Gattuso ci prova col 4-2-4 e l'ingresso di Sanseverino al posto di Di Tacchio. Ma la prima sconfitta in casa diventa inevitabile.

PISA – SPAL 0-1

PISA (4-3-3): Cardelli 6.5; Golubovic 5.5, Crescenzi 5.5, Lisuzzo 6, Avogadri 6; Verna 6, Di Tacchio 6.5 (90' Sanseverino s.v.), A.Lazzari 6 (60' Peralta 5.5); Varela 5 (70' Montella 5.5), Eusepi 5, Mannini 5.5. A disp.: Giacobbe, Longhi, Birindelli, Del Fabro, Fautario. All.: Gennaro Gattuso

SPAL (3-5-2): Branduani 6; Gasparetto 6.5, Vicari 7, Cremonesi 7; M.Lazzari 6, Schiattarella 6, Castagnetti 6 (78' Arini 7.5), Mora 6.5, Del Grosso 6; Finotto 5.5 (86' Zigoni s.v.), Antenucci 6.5. A disp.: Marchegiani, Silvestri, Giani, Grassi, Beghetto, Picchi, Pontisso. All.: Leonardo Semplici

ARBITRO: Fabrizio Pasqua di Tivoli, assistenti: Bindoni di Venezia e Dei Giudici di Latina

RETE: 85' Arini

NOTE: ammoniti: Mora, Schiattarella, M.Lazzari. Angoli: 6-7. Recupero: 0' + 3'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa – Spal 0-1 | Nerazzurri ko per la prima volta in casa

PisaToday è in caricamento