Sabato, 18 Settembre 2021
Sport

Pisa-Spal 1-0 | Flash di Sibilli: i nerazzurri vincono in meno di un minuto

L'attaccante segna il gol vittoria dopo 37 secondi dal fischio d'inizio. Poi il Pisa controlla, incassa la risposta ospite e legittima il successo

Prima la carica dei tifosi. Un fiume di urla, cori, sciarpe, bandiere e amore che ha scortato il pullman della squadra fin dentro alla pancia dell'Arena Garibaldi. Poi il boato quando Gucher e compagni sono scesi in campo per il riscaldamento pre-gara. Dopo un anno e mezzo dall'ultima partita a porte aperte (29 febbraio 2020, 1-0 al Perugia), il pubblico pisano è potuto tornare in massa sui gradoni dello stadio di Porta a Lucca. Con una capienza fissata al 50%, perché l'emergenza Coronavirus non è ancora alle spalle, ma la serata vissuta dalla tifoseria, dai giocatori, da Luca D'Angelo in panchina e dalla dirigenza seduta in Tribuna superiore era attesa da troppo tempo.

Ritmo, ottime manovre in velocità nello stretto, fisicità e anche una buona tenuta tattica di fronte alle giocate in rapidità della Spal. Il Pisa approccia con tantissimo entusiasmo la gara e la sblocca dopo neanche un giro di lancette sfruttando la stazza di Lucca e la rapidità di Sibilli. Il centravanti 'pulisce' la palla per l'inserimento centrale del compagno che percorre venti metri palla al piede e poi esplode un destro preciso che muore nell'angolino basso in diagonale. L'Arena Garibaldi esplode: un momento atteso da un anno e mezzo. La Spal, colpita a freddo, riordina le idee velocemente e inizia a macinare un buon gioco. Gli estensi creano diversi grattacapi soprattutto quando dialogano palla a terra sulla trequarti: prima Murgia viene ipnotizzato da Nicolas da due passi, poi Colombo spara un missile dal limite che fa la barba al palo. Montante che invece colpisce pieno Tourè con un inserimento sul lato debole nella punizione calciata da Gucher. Gli ospiti cercando di riequilibrare il match nella ripresa mescolando le carte. Dalla panchina, in particolare, si alza Mancosu: la Spal prosegue nel fraseggio palla a terra per vie centrali e proprio il neoentrato impegna dal limite dell'area Nicolas. Il suo rasoterra è preciso ma poco potente: il portiere si distende e devia in sicurezza. Ma le migliori occasioni vengono create dal Pisa: in entrambi i casi è Tourè che ha sul destro la palla del raddoppio, ma fallisce il colpo del KO. Prima con un inserimento a centro area perfetto per tempismo ma non per tecnica: la palla finisce in corner. Poi il centrocampista va col destro a giro: stavolta Thiam risponde con prontezza di rilfessi. Il debutto dei nerazzurri è da sogno.

La partita

Il debutto nel terzo campionato consecutivo di Serie B avviene di fronte a circa 4mila spettatori, poco meno della capienza massima del 50% consentita negli stadi italiani. Di fronte ai nerazzurri c'è una formazione fortemente rinnovata dal mercato estivo, in parte ridimensionata dai dissesti finanziari che hanno obbligato il passaggio delle quote societarie nelle mani di Joe Tacopina, ma con un blasone molto importante: la Spal. La prima formazione della stagione vede la conferma del 4-3-1-2, con il debutto di alcuni dei volti nuovi arrivati dal mercato: Nicolas tra i pali, Hermannsson e Leverbe in difesa, Tourè in mezzo al campo e Lucca a guidare l'attacco.

Neanche il tempo di mettersi comodi per gustarsi il calcio d'inizio, che il Pisa la sblocca. Dopo circa trenta secondi Lucca difende una palla alta poco dopo la metà campo servendo l'accorrente Sibilli. Il numero 17 sprinta al centro, prende la mira e lascia partire un diagonale rasoterra che non lascia scampo a Thiam: palla nell'angolino, con gli avversari che protestano per l'intervento di Lucca. Ma il Var conferma la decisione di Camplone: nerazzurri avanti. La Spal non si scompone e cerca di rispondere. La bella combinazione rasoterra al limite dell'area porta Murgia a tu per tu con Nicolas: il portiere brasiliano non si fa ipnotizzare e col piede alza il tiro sopra la traversa.

Gli ospiti prendono in mano il gioco, dettando ritmi e ampiezza della manovra con il Pisa che si rintana in buon ordine nella sua metà campo con l'intento di sfruttare le ripartenze brucianti di Marsura e Sibilli. Però è ancora la Spal che bussa alla porta di Nicolas al 23': Vicari di testa gira la sfera sotto alla traversa, il portiere nerazzurro vola a deviare in corner. Il Pisa comunque non si lascia schiacciare e con l'accelerazione di Marsura crea un pericolo nell'area ferrarese. Poco dopo la mezz'ora però è di nuovo la Spal che sfiora il palo alla sinistra di Nicolas, con un'altra combinazione palla a terra che porta al tiro Colombo dal limite. Botta secca col destro e palla che esce di pochissimo. Questione di centimetri anche per il Pisa al 38', sulla punizione di Gucher: Tourè si inserisce e colpisce di piede ma centra il palo.

I ritmi non calano neppure nella prima parte della ripresa. Il Pisa alza di qualche metro il baricentro e la Spal accresce il tasso tecnico con Mancosu, gettato nella mischia al posto di Murgia. Proprio il numero 8 arrivato dal Lecce mette nel mirino l'angolo alla destra di Nicolas con un rasoterra dal limite, preciso ma poco potente: il portiere brasiliano si distende e devia con sicurezza. Subito dopo D'Angelo opera i primi cambi: De Vitis al posto di Gucher e Beruatto a sinistra per Birindelli.

La Spal prova a stringere i tempi per approdare al pareggio, ma la migliore occasione della parte centrale della ripresa viene creata da Marsura che al 72' salta secchi due avversari sulla sinistra e serve Tourè. Il mediano azzecca alla perfezione il tempo dell'inserimento ma impatta malissimo la sfera che si perde in calcio d'angolo dopo la deviazione di un difensore. Gli ultimi minuti sono palpitanti. La Spal carica a testa bassa cercando la solita strada: combinazioni nello stretto e verticalizzazioni centrali. Il Pisa però costruisce un'altra palla-gol pulita all'83'. Beruatto sfonda a sinistra, arriva sul fondo e serve Tourè libero al limite dell'area di rigore. Destro a giro, Thiam si distende e cancella l'occasione.

Il tabellino

Pisa-Spal 1-0

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli (62' Beruatto), Hermannsson, Caracciolo, Leverbe; Gucher (62' De Vitis), Tourè, Marin (78' Mastinu); Sibilli (78' Piccinini); Marsura, Lucca (67' Masucci). All. D'Angelo

Spal (4-2-3-1): Thiam; Tripladelli (81' Tunjov), Vicari, Coccolo, Dickmann; Viviani, Esposito; Seck (65' Ellertssom), Murgia (54' Mancosu), Di Francesco (81' D'Orazio); Colombo (65' Latte Lath). All. Clotet

Reti: 1' Sibilli (P)

Ammoniti: Viviani (S), Dickmann (S), Caracciolo (P), Colombo (S), Ellertssom (S), Marin (P)

Note: arbitro Giacomo Camplone; angoli 5-4 (4-2); recupero 3' e 4'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Spal 1-0 | Flash di Sibilli: i nerazzurri vincono in meno di un minuto

PisaToday è in caricamento