Pisa - Spezia 3-2: le pagelle | Vittoria del cuore e del gruppo

Benedetti si riprende una piccola rivincita dopo l'autorete che aveva deciso il derby di Livorno. La determinazione e il cuore ci sono, adesso va migliorata la tenuta mentale

Da derby a derby, il calcio sa essere meravigliosamente poetico nella sua pazzia. Se a Livorno un tocco sfortunato di Benedetti aveva condannato il Pisa ad una sconfitta immeritata, contro lo Spezia l’inzuccata prepotente del centrale regala ai nerazzurri una vittoria insperata dopo l’uno-due ligure che aveva ribaltato il vantaggio siglato da Marconi. Con carattere, grinta e determinazione lo Sporting Club ottiene un successo pesante che lo proietta un po’ più lontano dalla zona caldissima della graduatoria e lo avvicina di tre passetti al traguardo finale della salvezza.

Cuore nerazzurro

Gori 7: tiene in vita la squadra sbarrando la strada a Gyasi qualche minuto prima che accada l’imponderabile con i gol di Aya e Benedetti. Incolpevole sui due gol liguri.

Lisi 6: gara dai due volti del terzino mancino. Nel primo tempo asfalta la corsia, nel secondo tempo va in affanno in fase difensiva e i due gol spezzini arrivano dalla sua parte.

Benedetti 7.5 (il migliore): quando lo Spezia nel secondo tempo mette la palla a terra sono dolori. I tagli e le incursioni degli attaccanti liguri sono mortiferi, però poi ci mette la testa per regalare a Pisa una vittoria da antologia.

Aya 7: nel primo tempo domina sia sulle palle alte che quelle basse. Nel secondo tempo va in affanno come il resto della squadra. Bravo e generoso a travolgere il muro difensivo degli avversari sul gol del 2-2.

Ingrosso 6: Bidaoui per un centrale puro adattato a terzino è un cliente scomodissimo. Il numero 28 nerazzurro però limita con mestiere, fisico ed esperienza le sue scorribande.

Siega 6.5: nel primo tempo si trova ovunque. Per corsa e intelligenza tattica è fra i migliori, nella ripresa cala leggermente di fronte alla convinta spinta degli avversari. (Dal 72’ Pinato 6.5: entra con decisione in campo nel momento più difficile. Dopo l’1-1 ha sul sinistro la palla del gol, e poi dal suo mancino nasce il gol della vittoria).

De Vitis 6.5: con lui in campo la manovra nerazzurra gira meglio e con maggiore sicurezza. Non perde la bussola neanche quando la serata sembra volgere al brutto.

Marin 6: quando la gara sale di tono balbetta troppo in fase difensiva e in costruzione. Poi però con le ultimissime energie pesca il corner dal quale nasce il gol del pareggio di Aya.

Fabbro 6: corre a perdifiato rincorrendo palla e avversari in lungo e in largo. Leggermente confusionario quando invece deve incidere negli ultimi venti metri. (Dal 57’ Gucher 6: si posiziona dietro le punte ma costruisce poco, vista anche la scarsa quantità di palloni giocabili. Disegna il corner del 2-2).

Masucci 6.5: dopo due partite viste dalla panchina torna in campo con la voglia di un ragazzino. Emblematico il suo recupero di 70 metri per chiudere una ripartenza ligure. (Dal 78’ Moscardelli sv).

Marconi 6.5: mezzo voto in meno per il fallo che gli costa l’espulsione per doppia ammonizione e gli farà saltare la trasferta di Cittadella del 24 novembre. Meraviglioso invece il decollo sul gol che rompe l’equilibrio del derby e gli regala l’ottava gioia personale della stagione.

All. D’Angelo 6.5: aveva chiesto una partita di qualità e carattere ai suoi ragazzi, e la risposta avuta è sicuramente positiva. Nella prima frazione i nerazzurri giocano molto meglio degli avversari, nella seconda parte del match invece, di fronte alla spinta spezzina, sono le motivazioni che fanno la differenza. Il blocco psicologico del gruppo è evidente e dimostrato ancora una volta dopo il pareggio dello Spezia: i nerazzurri rinculano nella loro area di rigore e subiscono il raddoppio. Poi, paradossalmente, negli ultimi dieci minuti la sua squadra costruisce le azioni dei gol che decidono il derby e una terza con Pinato: a volte gli schiaffi sono salutari e contribuiscono ad aumentare l’autostima e la fiducia dello spogliatoio.

Ingenui

Scuffet 5.5, Ferrer 5.5, Capradossi 6, Terzi 5.5, Bastoni 6 (dal 35’ Vignali 5.5), Maggiore 6, M. Ricci 5.5 (dal 67’ Mastinu 5), Bartolomei 6, Ragusa 7, Gyasi 5 (dall’85’ F. Ricci sv), Bidaoui 6.5. All. Italiano 5.5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

Torna su
PisaToday è in caricamento