Sabato, 18 Settembre 2021
Sport

Pisa Sporting Club 1909: prosegue il lavoro a Storo, in attesa di Cernigoi

Mister Carmine Gautieri sta forgiando il gruppo seguendo un'impostazione tattica ben precisa. L'entusiasmo nella tifoseria cresce, in attesa delle ultime mosse di mercato

Il nuovo Pisa Sporting Club 1909 targato Carmine Gautieri sta completando la prima fase della preparazione precampionato nel ritiro di Storo. Tra sudore, scatti, ripetute, schemi e test match sta prendendo forma la squadra che da fine agosto sarà chiamata a recitare il ruolo di protagonista del campionato di Serie C.

Idee chiare e tanta duttilità

Il Pisa della prossima stagione agonistica sarà una squadra con una fisionomia tattica e tecnica ben precisa. Lo si è già intuito dalle prime due uscite amichevoli effettuate contro Calcio Chiese e Carpi. Nei due test match disputati nella scorsa settimana i nerazzurri hanno fatto intravedere alcune delle trame di gioco che l'allenatore sta sviluppando in ritiro, evidenziando anche un'ottima duttilità in differenti fasi della gara.

Mister Gautieri, insieme al Ds Ferrara ed al Dg Giovanni Corrado, ha plasmato un gruppo che ha nel dna il 4-3-3. L'impostazione di base del Pisa sarà questa: e non poteva essere altrimenti, vista la cultura 'zemaniana' che bagna l'intera carriera del Gautieri giocatore e allenatore. Naturalmente il tecnico campano sta cercando di introdurre anche alcune variazioni a tale impostazione, sulla base delle sue esperienze passate e delle sue convinzioni tattiche. I due vittoriosi test match hanno evidenziato una caratteristica che nella passata stagione la squadra non aveva quasi mai espresso. La volontà di imporre il proprio ritmo alla gara, proponendo una manovra intensa e sviluppata prevalentemente con la palla a terra.

Da sottolineare anche la grande partecipazione e disponibilità al lavoro riscontrata dal tecnico in tutti gli elementi a sua disposizione. Dagli ultimi arrivati, ai reduci della retrocessione, lo spogliatoio si è messo completamente a disposizione di Gautieri e del suo staff. Il lavoro in Trentino sta procedendo spedito, e l'opera di costruzione e modellamento di un gruppo vincente sta proseguendo a ritmo serrato. Il segnale dato con la fascia di capitano consegnata a Umberto Eusepi nel test match contro il Carpi lascia capire come all'interno del nuovo Pisa non ci siano gerarchie prestabilite e opinioni immodificabili.

Il bomber infatti era arrivato al raduno per la partenza verso Storo con l'intenzione di trovare una nuova destinazione. L'affetto del pubblico, la serietà della dirigenza prima e dello staff tecnico poi, e l'affiatamento crescente con il resto dello spogliatoio per ultimo, hanno rimesso il centravanti romano al centro del progetto nerazzurro. La fascia indossata sabato scorso sa molto di riconoscimento finale: a meno di clamorosi capovolgimenti di mercato, il bomber della prossima stagione sarà proprio lui.

Come Eusepi, anche Lisuzzo e Mannini hanno rivolto a Carmine Gautieri parole di stima e di apprezzamento per il lavoro svolto finora e l'estrema correttezza dei suoi modi. Tanto che, ad esempio, un centrocampista puro quale è Roberto Zammarini nel corso del ritiro è stato provato più volte da laterale destro, sia offensivo che difensivo. I riscontri sono stati positivi, a conferma della grande duttilità che contraddistingue il gruppo nerazzurro.

Entusiasmo e manovre di mercato

In attesa dell'esordio ufficiale, previsto per domenica 30 luglio all'Arena Garibaldi contro il Varese in Tim Cup, l'entusiasmo nella tifoseria nerazzurra cresce di giorno in giorno. La marea nerazzurra ha letteralmente invaso Storo e dintorni nello scorso week end, stringendo ancor di più il rapporto tra la Toscana ed il Trentino. Gli abbonamenti hanno superato quota 1500: l'obiettivo delle 3mila tessere fissato da Giuseppe Corrado appare ampiamente alla portata.

Il calore del pubblico sta coinvolgendo sempre più gli stessi protagonisti, che ieri, domenica 23 luglio, sono stati presentati sul palco allestito per l'occasione nel centro di Storo. Grandi applausi a tutti i componenti del Pisa Sporting Club, in particolare al presidente Corrado, che ancora una volta ha confermato l'impegno a voler disputare un campionato da assoluti protagonisti.

La squadra domani, martedì 25 luglio, effettuerà l'ultimo test match. Allo Stadio Grilli i nerazzurri se la vedranno con una selezione di dilettanti locale, con fischio d'inizio alle 18.30. Il giorno successivo la truppa tornerà a Pisa, per preparare al meglio la sfida di domenica contro il Varese. Le manovre dietro le quinte di Ferrara e Giovanni Corrado non si sono però mai fermate, neanche nel fine settimana di festeggiamenti e bagno di folla.

La dirigenza sta per mettere a segno un nuovo colpo in entrata: a brevissimo è attesa l'ufficialità per Iacopo Cernigoi. L'attaccante classe '95 (altro 192cm) proviene dal Vicenza, con il quale ha disputato l'ultima stagione cadetta. Cresciuto nelle giovanili del Milan, da giovanissimo era considerato un predestinato. L'esplosione del centravanti mantovano di nascita è avvenuta in Serie D, con le maglie di Pro Sesto e Vecomp Verona. Nello scorso campionato, complice l'annata sfortunata della squadra, ha totalizzato 24 spezzoni con la maglia del Vicenza. Arriva per rinforzare il centro dell'attacco nerazzurro, partendo a tutti gli effetti con il grado di vice Eusepi.

Una volta rientrata in Toscana, la squadra continuerà a svolgere la preparazione sul campo di Peccioli sino al 14 agosto. Longhi, Angiulli, Sanseverino saranno sicuramente i tre 'sorvegliati speciali'. Sono loro tre infatti i giocatori più indiziati a lasciare i nerazzurri nelle prossime settimane. I due centrocampisti hanno mercato in C, mentre l'ex Sassuolo si muoverà a fronte di un'offerta proveniente dalla B.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa Sporting Club 1909: prosegue il lavoro a Storo, in attesa di Cernigoi

PisaToday è in caricamento