Pisa S.C.: trasferta a Perugia e poi la sosta per ricaricare le energie

Gli uomini di D'Angelo sono attesi dalla partita al 'Curi' venerdì 4 ottobre alle 21. Poi arriverà la pausa per le nazionali, nella quale si lavorerà per recuperare tutti gli acciaccati

Il Pisa si appresta a chiudere il primo quinto della stagione con la seconda trasferta nell’arco di sei giorni, la terza in appena due settimane. Dopo l’ottimo punto conquistato a Venezia, i nerazzurri si spostano un po’ più vicino a casa per sfidare il Perugia al 'Curi'. La partita di venerdì 4 ottobre verrà trasmessa in diretta dalla Rai, ma ci si attende comunque un discreto numero di sostenitori al seguito di Gucher e compagni.

Con l’1-1 maturato in laguna gli uomini di D’Angelo hanno raccolto il nono punto del loro campionato, rispondendo senza esitazioni a chi si augurava di tornare immediatamente a mettere fieno in cascina dopo la spettacolare – e molto amara – sconfitta interna nel turno infrasettimanale con l’Empoli. Al 'Penzo' per oltre mezz’ora il Pisa è stato padrone del campo, senza però riuscire ad andare oltre il gol di Lisi che ha soltanto tramortito gli avversari, bravi e fortunati e trovare il pareggio prima dell’intervallo e incanalare così il match. Nella ripresa la squadra di D’Angelo ha retto senza particolari affanni allo sterile assedio degli arancioneroverdi, aiutati dalla superiorità numerica provocata dall’espulsione di Benedetti.

Il Pisa ha prolungato di un turno la striscia di imbattibilità esterna, l’ultimo record rimasto in vita dalla straordinaria cavalcata iniziata all’inizio del 2019. Adesso le partite in trasferta senza sconfitte sono 13 (9 vittorie e 4 pareggi), e a Perugia i nerazzurri saranno chiamati ad un’altra grande prestazione contro una formazione costruita per competere per i playoff. Il Grifo è incappato nella prima, sonora battuta d’arresto del campionato sul campo dell’Empoli: un 3-0 che non ha lasciato spazio a recriminazioni per Massimo Oddo, tecnico degli umbri, e ai suoi uomini. Il 'Curi' però è un campo caldo e sicuramente i biancorossi vorranno cancellare immediatamente il passo falso commesso sabato scorso, affidandosi magari a Iemmello, cecchino del Perugia e vicecapocannoniere della B con 6 centri, uno in meno di Marconi.

Dopo questa partita D’Angelo potrà usufruire di due settimane piene di lavoro senza partite: al termine della settimana in corso infatti i convocati raggiungeranno i ritiri delle rispettive nazionali e i campionati di Serie A e Serie B osserveranno un turno di riposo. Il Pisa quindi tornerà in campo domenica 20 ottobre ospitando all’Arena Garibaldi il Crotone (ore 15). Questo periodo di stop sarà molto utile, oltre che per la preparazione tattica della squadra, anche per il pieno recupero dei molti acciaccati che occupano l’infermeria. A cominciare da Liotti e Moscardelli, i quali ormai sono da giorni sulla via della piena guarigione e a scopo precauzionale sono stati monitorati in questi ultimi giorni. Insieme a loro rientrerà a lavorare a pieno regime con il gruppo anche Asencio, assente nelle partite con Empoli e Venezia a causa di una lieve infiammazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Muore a 29 anni farmacista pisana affetta da Sla

Torna su
PisaToday è in caricamento