Sport

Pisa S.C. 1909 avanti fino a fine stagione con Tirrenica Mobilità come cosponsor

L'azienda locale comparirà sulle maglie da gioco della squadra fino al termine del campionato. Interrotto l'accordo di main sponsor con Acqua Tesorino. La squadra prepara l'ultima partita interna del 2018: domenica 23 dicembre contro la Pro Patria

Giuseppe Corrado e Gabriele Vannucci di Tirrenica Mobilità

Il Pisa Sporting Club ha interrotto il rapporto commerciale con l'azienda Acqua Tesorino. "L'azienda non ha pagato alcune rate della sponsorizzazione", spiega Giuseppe Corrado. "Per questo motivo abbiamo sospeso il nostro accordo". Al posto dell'azienda di Montopoli Val D'Arno sulle maglie da gioco della società di via Battisti comparirà il logo di Tirrenica Mobilità. "Ringrazio Gabriele Vannucci per aver rinnovato con grande entusiasmo la partnership nei confronti della società", spiega Corrado. "Non si tratta di un accordo come main sponsor, per cui l'azienda potrà decidere in qualsiasi momento di rimodulare la propria collaborazione con il Pisa in qualsiasi momento". 

"Tirrenica Mobilità è un'azienda del territorio con la quale ci sono molti discorsi aperti - prosegue - e mi auguro che nei prossimi mesi ci saranno altre possibilità per espandere la collaborazione. I tempi tecnici per la ratifica dell'accordo sono stati leggermente più lunghi di quelli che ci pensavamo, anche per alcuni aspetti che coinvolgevano la società che adesso compare sulla maglia": Fino alla fine del campionato quindi il nuovo partner comparirà sulle divise ufficiali del club. "Le parole di stima del presidente ci riempiono di orgoglio - commenta Vannucci - abbiamo confermato la nostra partnership soltanto adesso a causa di alcuni problemi tecnici nei mesi scorsi, ma adesso possiamo finalmente commentare con entusiasmo e soddisfazione questa collaborazione con il Pisa". "Mi auguro che l'unione ai colori nerazzurri possa essere più fortunata rispetto allo scorso anno", commenta Gabriele Vannucci.

"Tirrenica Mobilità lavora per conto di Pisamo e gestisce la sosta nel Comune di Pisa - spiega Vannucci - ad aprile 2018 abbiamo vinto anche l'appalto per la città di Azzise, nella zona di Verona, perché il nostro obiettivo è quello di espandere l'area del nostro lavoro. Dal 2014 a oggi siamo passati da 60 dipendenti a 130, e siamo fra le prime venti aziende nel settore che occupiamo. Se si guarda invece al fatturato ci collochiamo al primo posto in Italia, un fattore di grande rilevanza se si pensa che lavoriamo quasi sempre con gare di appalto". 

tirrenica mobilità pisa sporting club cosponsor

La squadra corre

Intanto il Pisa ha ripreso la preparazione in vista dell'ultima partita casalinga dell'anno contro la Pro Patria. Domenica 23 dicembre alle 14.30 l'Arena Garibaldi ospiterà la diciottesima giornata del Girone A, penultima dell'andata. I nerazzurri possono finalmente beneficiare di una settimana di lavoro standard, dopo aver vissuto praticamente in apnea da inizio dicembre con ben cinque partite nell'arco di quindici giorni. Il bilancio del tour de force degli uomini di D'Angelo è più che positivo: le tre vittorie consecutive ottenute contro Juventus U23, Arzachena e Pontedera non soltanto hanno rilanciato la squadra in classifica, ma hanno anche ricostruito le certezze del gruppo e dell'ambiente. L'attuale quarto posto in solitaria fotografa più o meno fedelmente le qualità e il valore di Moscardelli e compagni, che possono recriminare soltanto per i due pareggi interni cosnecutivi contro Olbia e Albissola. Per riuscire a migliorare ulteriormente questa posizione, il Pisa dovrà necessariamente fare di più contro le squadre di pari livello: al momento sono arrivate soltanto battute d'arresto contro formazioni che gravitano dal settimo posto in su. 

Le certezze dicevamo: la nuova impostazione tattica che prevede uno o due rifinitori alle spalle del terminale offensivo ha contribuito a ridare solidità al reparto difensivo e efficacia all'attacco. Nelle ultime quattro partite i nerazzurri hanno incassato soltanto 2 reti a fronte delle 8 segnate: un cambio di passo sensibile rispetto al recente passato, che non a caso porta le firme di Di Quinzio e Marconi. Il numero 10 è l'elemento che ha trovato maggiore giovamento dalla nuova collocazione in campo: liberato dei compiti difensivi l'ex Spal riesce a sfruttare a pieno le doti di trequartista e di assist man, innescando con maggiore continuità sia le punte che gli esterni. Il centravanti ex Alessandria invece agendo come boa centrale riesce a mettere in mostra le sue grandi doti fisiche e l'ottima tecnica, avendo anche una maggiore libertà d'azione lungo l'intero fronte offensivo. L'esempio è il gol messo a segno a Pontedera: dopo un primo tempo anonimo, il numero 31 ha colpito di testa del tutto indisturbato sfruttando gli inserimenti di Lisi e Moscardelli, che hanno attirato su di loro le attenzioni della difesa granata. Insieme Di Quinzio e Marconi hanno segnato quattro degli ultimi otto gol nerazzurri. 

Prima di godersi il 'rompete le righe' il Pisa dovrà affrontare ancora tre partite in una settimana: il 23 dicembre con la Pro Patria, il 26 a Novara ed il 30 a Cuneo. Un trittico di gare da sfruttare al massimo per fare quanti più punti possibile e godersi una classifica positiva, in attesa di un mercato di gennaio che la società potrà utilizzare per potenziare la rosa nelle zone di campo più lacunose e lanciare così l'assalto convinto alle primissime posizioni.

pisa sporting club tirrenica mobilità cosponsor

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa S.C. 1909 avanti fino a fine stagione con Tirrenica Mobilità come cosponsor

PisaToday è in caricamento