Martedì, 21 Settembre 2021
Sport

Pisa – Tianjin 3-2 | Due gol su punizione, i nerazzurri vincono al 90'

Un tempo per parte, 2 a 0 per i cinesi a fine primo tempo, 3 a 2 allo scadere grazie a Masucci, Mannini e Peralta

Alla fine è festa all'Arena Garibaldi per l'allenamento congiunto fra il Pisa di Gennaro Gattuso ed i cinesi del Tianjin di Fabio Cannavaro. Partita per lunghi tratti non spettacolare, ma finale emozionante ed una buona occasione per far assaggiare il campo a tanti giovani bisognosi di esperienza e minuti.

Prima del match doveroso ed apprezzato ricordo della squadra per Maurizio, il tifoso scomparso nel 1999 per malore proprio l'8 febbraio. Crescenzi ha deposto sotto la Curva un mazzo di fiori. Bel gesto che si associa al fatto che il ricavato dei biglietti verrà devoluto alle popolazioni colpite dal sisma in Centro Italia.

LA PARTITA. Spazio a chi non giocherà nei prossimi impegni, ma soprattutto occasione per 'sentire' il campo per moltissimi giovani nerazzurri. Gattuso schiera un 4-3-1-2 con Cardelli in porta, difesa da destra composta da Golubovic, Crescenzi, Longhi e Birindelli. Centrocampo a rombo con Verna vertice basso, Zonta a destra e Zammarin a sinistra, avanzato Lazzari. Di punta Cani con Giani della Primavera. Il Tianjin di Cannavaro si schiera in modo speculare, con i riconoscibili Witsel e Pato rispettivamente trequartista e attaccante.

PRIMO TEMPO. Pronti via passano i cinesi. Errore di Verna in impostazione sulla propria trequarti, Witsel appoggia sulla destra in area per Geovanio che con un tiro chirurgico segna a tu per tu con Cardelli. Al 4' il portiere nerazzurro nega il gol al centrocampista belga, libero di girare in porta di testa su cross dalla destra.
E' predominio del Tianjin. All'11' Cani prova da fuori area la botta di sinistro, alto. Il match si mostra per quello che è, un allenamento. Ritmi blandi e sperimentazioni. I giovani nerazzurri sono attenti a geometrie e misure, ma si vede poco gioco da entrambe le parti. Al 25' Gattuso cambia la composizione della mediana, Lazzari davanti la difesa, Zammarin avanzato e Verna mezzala sinistra.
La partita si anima dal 35'. Pato segna il 2 a 0 su un'imbeccata laterale dopo un sanguinoso pallone perso da Lazzari, il cui passaggio in impostazione viene intercettato. Il Pisa reagisce subito stavolta, Cani raggiunge un filtrante in area sulla linea di fondo, il portiere esce e lo insegue fino al limite esterno, cross e Giani di testa indirizza in porta, salva sulla linea la difesa.
Al 45', sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti, Longhi calcia in porta in area in mischia, ma debolmente: para il portiere. Poco dopo rigore per il Pisa su una mano cinese. Cani dal dischetto si fa ipnotizzare, tiro debole e rasoterra sulla sinistra, respinto dall'estremo difensore. Si va a riposo sul 2 a 0. 

SECONDO TEMPO. Cambia molto Gattuso. Si passa al 4-4-2 con Cani e Peralta davanti, schieramento che dopo pochi minuti cambia ancora per stabilizzarsi con Manaj e Masucci in attacco, Peralta a destra e Gatto a sinistra, Favale terzino sinistro e Verna centrale difensivo. Poi dentro anche Del Fabbro e Landre.
Peralta nei primi minuti è il più attivo, tenta spesso la giocata, poi una volta spostato largo a destra sparisce un po'. La manovra del Pisa passa infatti spesso da Gatto. I nerazzurri ci provano, hanno il pallino del gioco, ma manca la precisione nell'ultimo servizio. A suonare la carica saranno i bambini delle scuole calcio.
Verso il 30' infatti parte un tifo indemoniato, con cori a Gattuso e simpaticamente contro i cinesi e livornesi (“chi non salta...”). La squadra alza i ritmi e comincia lo show di Manaj che cerca disperatamente il gol. Prima al 34' viene imbeccato centralmente e a tu per tu col portiere si fa parare il tiro, bravo comunque l'estremo difensore cinese ad uscire tempestivamente. Poi al 35' propizia la rete di Masucci. L'attaccate infatti penetra in area e scarica il destro, che finisce contro la traversa. Il compagno di reparto ribadisce in rete di testa.
Al 37' ancora Manaj recupera palla sulla trequarti nerazzurra dopo un angolo e parte palla al piede, coast to coast e tiro dal limite, fuori di poco. Al 40' ancora lui al volo dal limite dopo un batti e ribatti, devia in angolo un difensore in spaccata. Porta stregata.
In 3 minuti il Pisa la va a vincere. Al 42' punizione dal limite spostata sulla sinistra, va Mannini. Tiro a giro sopra la barriera, imparabile. Al 45' c'è il bis, Peralta. Da posizione centralissima l'esterno batte rasoterra di sinistro, mossa astuta con la barriera che salta, e il pallone finisce in rete. Fischio finale subito dopo e 3 a 2 Pisa.

La rete del 3-2 di Peralta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa – Tianjin 3-2 | Due gol su punizione, i nerazzurri vincono al 90'

PisaToday è in caricamento