rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Sport

Pisa - Triestina: le probabili formazioni | Nerazzurri al debutto ufficiale con l'emergenza in difesa

Gli uomini di mister D'Angelo si preparano all'esordio ufficiale nella partita di coppa con la Triestina. Uomini contati nella retroguardia, Eusepi probabilmente in tribuna

Il Pisa riparte dalla Coppa Italia. La stagione dei nerazzurri riparte con il primo impegno ufficiale nel Primo Turno della coppa nazionale: all'Arena Garibaldi, domenica 29 luglio, alle 20.45 ci sarà il fischio d'inizio del match contro la Triestina. Per mister D'Angelo sarà l'occasione per testare con un avversario di pari categoria gli esperimenti tattici condotti nel ritiro di Storo, terminato oggi.

Emergenza difesa

E' subito emergenza alla prima gara ufficiale della stagione 2018-2019. D'Angelo infatti è alle prese con le assenze nel pacchetto difensivo: Sabotic e Meroni sono acciaccati, e con tutta probabilità non saranno della partita. L'unico centrale di ruolo è Ingrosso: il direttore Gemmi non è ancora riuscito a portare a Pisa un altro rinforzo in quel settore del campo, e per questo motivo domani ai lati del difensore salentino giocheranno Birindelli e De Vitis. Si va verso una linea difensiva composta quindi da tre elementi, con davanti un centrocampo a cinque e la coppia di attaccanti. Se verrà confermato lo schieramento partito iniziale dell'amichevole con la Cremonese del 22 luglio, in mezzo al campo giocheranno Gucher, Verna e Di Quinzio, con Lisi e Zammarini sugli esterni. I primi due sono sul piede di partenza, ma al momento non ci sono certezze riguardo all'addio alla maglia nerazzurra.

L'austriaco è dato molto vicino al Lecce, ma ancora il club giallorosso non ha dato la stretta finale per l'ingaggio. Discorso simile per il mediano abruzzese, che nelle ultime ore è stato contattato dal Novara: il club piemontese attende l'esito della domanda di ripescaggio in cadetteria prima di sferrare l'affondo finale sia con il giocatore che con lo Sporting Club, proprietario del cartellino.

In attacco capitan Moscardelli sarà affiancato da uno fra Cernigoi e Masucci. Il primo ha ben impressionato negli allenamenti condotti in Valle del Chiese, mentre il secondo è il giocatore con le possibilità maggiori di guadagnarsi la conferma nel reparto avanzato. Discorso decisamente diverso per Umberto Eusepi: il 'Re' ormai è senza corona e senza regno, e gran parte dei suoi sostenitori sono passati adesso dalla parte degli oppositori. Al numero 23 è stato comunicato di non rientrare nei piani della dirigenza, e Gemmi ha avviato i contatti con un paio di società per la cessione: una è il Vicenza, l'altro è proprio la Triestina. Proprio la gara di domani sarà l'occasione giusta per un incontro fra le parti nelle persone dei due Ds: Gemmi per i nerazzurri da una parte, Milanese per gli alabardati dall'altra. L'ex Benevento non avrebbe intenzione di lasciare la Torre, per svariate ragioni, ma Gemmi ha già paventato di metterlo fuori rosa qualora decidesse di non accettare nessuna offerta e rimanere a Pisa. Da qui alla fine del mercato (25 agosto) si arriverà ad una soluzione positiva per tutti.

Ambizione alabardata

La Triestina si presenta all'impegno dell'Arena Garibaldi con l'ambizione di disputare una stagione da protagonista, nell'anno del centenario del club. La squadra che fu del 'Paròn' Nereo Rocco è allenata da Pavanel, un tecnico che conosce molto bene proprio il neocapitano nerazzurro Moscardelli per averlo allenato nelle ultime due stagioni ad Arezzo. La Triestina ha rinnovato profondamente il volto della rosa, andando a fare degli annesti mirati in ogni zona del campo. L'unico ruolo ancora scoperto è proprio quello del centravanti: ecco perché gli alabardati sono interessati ad Eusepi.

Il club giuliano è stato ripescato in Coppa Italia in virtù del fallimento di alcune società che avevano la precedenza nella partecipazione alla competizione. Questa notizia ha avuto come conseguenza un leggero stravolgimento nel programma di preparazione dei biancorossi, che hanno dovuto accelerare leggermente per non farsi trovare troppo indietro atleticamente nella partita di domani sera. Il 25 luglio Bracaletti e compagni hanno affrontato in amichevole la Lazio ad Auronzo di Cadore, e quella che è scesa in campo dovrebbe essere la formazione che partirà dal 1' anche all'Arena Garibaldi: Valentini in porta, capitan Lambrughi a guidare la difesa, Bracaletti dietro a Mensah e Procaccio (l'ex Arma dovrebbe partire dalla panchina).

L'arbitro della gara e alcune curiosità

La sfida è stata affidata al signor Matteo Marchetti di Ostia Lido. Il fischietto laziale è al debutto ufficiale con entrambe le squadre. Il Pisa ritrova l'Arena Garibaldi a distanza di due mesi dalla sconfitta con la Viterbese nella partita di ritorno del Primo Turno Nazionale dei playoff: la vittoria fra le mura amiche manca dal 20 aprile (3-1 al Pontedera). Domani scenderà in campo con un 'game sponsor' di eccezione: l'acqua Tesorino apporrà il proprio marchio sulla maglia nerazzurra soltanto per la gara di coppa.

L'ultima sfida fra nerazzurri e alabardati all'Arena Garibaldi risale al 4 ottobre 2008: in Serie B terminò 3-1. Negli ultimi 35 anni il match in Toscana è stato disputato complessivamente sei volte: il bilancio è di tre vittorie del Pisa e tre pareggi.

Le probabili formazioni

Pisa (3-5-2): Voltolini; Ingrosso, De Vitis, Birindelli; Lisi, Di Quinzio, Gucher, Verna, Birindelli; Moscardelli, Cernigoi. All. D'Angelo

Triestina (4-3-1-2): Valentini; Malomo, Codromaz, Lambrughi, Sabatino; Maracchi, Coletti, Beccaro; Bracaletti; Mensah, Procaccio. All. Pavanel

probabile formazione pisa 29 luglio 2018

probabile formazione triestina 29 luglio 2018

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Triestina: le probabili formazioni | Nerazzurri al debutto ufficiale con l'emergenza in difesa

PisaToday è in caricamento