Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Pisa - Vicenza 2-2 | Nerazzurri sbiaditi, poi in tre minuti Vido e Mazzitelli siglano il pareggio

Sfida pazza, come all'andata al Menti: il Pisa gioca male, il Vicenza capitalizza al massimo le due occasioni avute nel primo tempo. Poi tra il 59' e il 61' arrivano i due gol che riportano in parità il match

Se non puoi vincerle, non perderle: è un pareggio senza alcun tipo di rimpianto quello che va in archivio al termine di una gara giocata male dal Pisa. Il decimo risultato utile consecutivo fra le mura amiche arriva al termine di un match strano: i nerazzurri non giocano bene, il Vicenza fa il minimo indispensabile per ritrovarsi sul doppio vantaggio, poi nella ripresa in soli tre minuti Vido e Mazzitelli riacciuffano il risultato che scivola verso il triplice fischio senza altri sussulti da parte dei padroni di casa.

Il Pisa parte bene, conquista tre punizioni preziose sulla trequarti offensiva e coglie il tredicesimo palo della sua stagione con l'incrocio dei pali centrato da Beghetto. I nerazzurri giocano praticamente nella metà campo vicentina fino al 23', quando il Vicenza nella prima azione manovrata del suo pomeriggio mette la freccia. Dalmonte, lanciato da Giacomelli, dal fondo calcia forte rasoterra verso la porta: Gori si abbassa per bloccare la palla ma sbaglia il tempo dell'intervento. Il Vicenza ringrazia e si ritrova in vantaggio. Il Pisa non si scompone e riparte a costruire con continuità soprattutto sulla corsia mancina. Ma il pomeriggio sembra essere segnato: dopo appena nove minuti dal vantaggio, i biancorossi raddoppiano alla mezz'ora. La palla si impenna sugli sviluppi del corner e ancora dalla linea di fondo i veneti trovano il gol. Stavolta è Meggiorini protagonista di una rovesciata pazzesca che si deposita sul palo lontano. I nerazzurri si fissano negli occhi, storditi da un passivo inaspettato, pesantissimo e figlio principalmente degli errori della squadra. La ripresa si apre con il Vicenza ancora proiettato nella m età campo nerazzurra, però Vido trova l'episodio vincente che riaccende l'entusiasmo. Il numero 19 brucia in progressione il diretto marcatore ed entra in area di rigore. Da sinistra fa curvare il suo destro e pesca l'angolo lontano: palo-gol. Il tempo di riportare il pallone a metà campo e arriva il pareggio. Mazzitelli giganteggia a metà campo e ribalta il fronte con il lancio per Vido. Cross a centro area, la difesa biancorossa allontana corto e al limite arriva proprio il centrocampista nerazzurro: missile al volo col mancino e palla all'angolino. 2-2 in soli tre minuti. Ciò che sembrava impossibile all'intervallo è realtà. Ci sarebbe anche il tempo per completare definitivamente la rimonta, ma la giornata continua ad essere negativa per i nerazzurri: il gioco non decolla, gli avversari continuano ad arrivare per primi sui palloni vaganti e servono i riflessi di Gori per sbarrare la strada al suo omonimo biancorosso.

La partita

Dopo aver incrociato gli scarpini con le prime della classe e aver incassato voti altissimi, il Pisa adesso è chiamato alla prova di maturità in un miniciclo con formazioni che stazionano alle sue spalle, nella parte bassa della classifica. Paradossalmente, il coefficiente di difficoltà si alza: di fronte non ci sarà un avversario 'aperto', disposto a scoprire il fianco pur di sviluppare la manovra. Contro il Vicenza toccherà ai nerazzurri impostare il gioco e dettare il ritmo della gara. D'Angelo fa qualche cambio rispetto alla gara contro la capolista Empoli: al centro della difesa c'è Benedetti al posto di Varnier, con Marin titolare in mezzo al campo. E in attacco la coppia è composta da Vido e Marconi.

I nerazzurri partono forte e si tolgono dopo appena 3' minuti il 'pensiero' del palo settimanale. Siega conquista una bella punizione al limite dell'area, spostato sulla destra. Si incarica della battuta Beghetto: mancino preciso, incrocio dei pali pieno. E' un segnale chiaro: il Pisa pressa con tutti i suoi uomini sulla linea della metà campo, costringendo gli avversari a gestire con affanno il pallone. Infatti in altre due occasioni Siega e Gucher conquistano due ottimi calci piazzati sulla trequarti offensiva, ma i biancorossi presidiano bene l'area e scacciano il pericolo.

Al quarto d'ora Di Carlo deve ricorrere al primo cambio del pomeriggio: Zonta entra in collisione con Gori e ha la peggio, al suo posto entra Cinelli. Nel frattempo il Pisa continua a giocare con ritmo e precisione: Beghetto trova sempre spazio sulla corsia mancina anche se i suoi cross non pescano compagni in area. Dall'altra parte il Vicenza si affaccia con convinzione dalle parti di Gori al 23' con la combinazione tra Giacomelli e Dalmonte sulla fascia destra. Quest'ultimo riceve il suggerimento sulla linea di fondo e calcia forte rasoterra sul primo palo: Gori è in ritardo, si tuffa ma la palla sfila alle sue spalle ed entra in rete.

Neanche il tempo di godersi il gol che Dalmonte chiama il cambio: problema muscolare avvertito in occasione proprio del gol, al suo posto va in campo Gori. Il Pisa riordina le idee e riprende a macinare gioco nella metà campo avversaria, ma manca sempre il passaggio decisivo per arrivare a battere a rete. Il Vicenza non si scompone: si chiude e riparte sfruttando il palleggio di Giacomelli e la profondità di Gori e Meggiorini. Ed è proprio l'ex Chievo che si inventa il raddoppio. La palla si impenna nei pressi della linea di fondo sulla ribattuta del corner: rovesciata pazzesca e angolino opposto. Vicenza sopra 2 a 0 al 32'.

Il raddoppio annichilisce il Pisa: improvvisamente Gucher e compagni sono in preda a incertezze e imprecisioni nella manovra. Ringrazia il Vicenza che arriva quasi sempre per primo sui palloni vaganti. C'è bisogno di più qualità e personalità per tentare di raddrizzare il match, e allora D'Angelo a inizio ripresa toglie Siega e getta nella mischia Soddimo. E poi il tecnico cambia anche lo schieramento: Soddimo e Gucher larghi nel nuovo 4-4-2. Il primo quarto d'ora del secondo tempo non porta frutti: il Vicenza si difende con ordine e senza affanno.

Al 58' però Vido dal nulla riaccende le speranze. Il numero 19 in progressione svernicia il diretto marcatore ed entra in area: destro a giro sul secondo palo, gol (dopo aver centrato il quattordicesimo palo del campionato). Cambia il vento, i nerazzurri gonfiano il petto e partono alla carica. Marin e Mazzitelli sradicano il pallone agli avversari in mezzo al campo e si distendono in ripartenza. Vido da destra crossa al centro, la difesa allontana al limite: arriva Mazzitelli che esplode un mancino clamoroso. 2-2 al 62'.

La partita sembra essere tornata adesso su binari più 'normali', e invece la confusione torna a regnare in campo. E ne beneficia ancora il Vicenza che costringe il Pisa a difendersi in area con tre corner in sequenza che vengono disinnescati fortunatamente senza pericoli. Il brivido enorme lo fa correre invece Soddimo al 73'. Prima il numero 10 in ripiegamento difensivo conquista la palla al limite dell'area, poi però si esibisce in un tentativo di dribbling che spalanca la porta a Gori: il centravanti calcia forte ma centrale, Gori sfodera un riflesso pazzesco.

Dopo questa fiammata biancorossa, il ritmo del match si abbassa e la difesa nerazzurra può respirare. Sul fronte offensivo Palombi prende il posto di Marconi. Un cambio che consente al Pisa di alzare un minimo il baricentro e tenere più lontano il Vicenza dalla propria area di rigore.

Il tabellino

Pisa - Vicenza 2-2

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli (74' Lisi), Benedetti (74' Varnier), Caracciolo, Beghetto; Siega (46' Soddimo), Marin (74' De Vitis), Mazzitelli; Gucher; Vido, Marconi (86' Palombi). All. D'Angelo

Vicenza (4-3-1-2): Grandi; Cappelletti, Valentini, Pasini, Pontisso; Zonta (16' Cinelli), Beruatto, Agazzi (67' Vandeputte); Giacomelli (67' Nalini); Meggiorini (67' Longo), Dalmonte (26' Gori). All. Di Carlo

Reti: 23' Dalmonte (V), 32' Meggiorini (V), 59' Vido (P), 61' Mazzitelli (P)

Ammoniti: Pasini (V), Beghetto (P), Caracciolo (P), Marin (P), Benedetti (P), Mazzitelli (P)

Note: arbitro Federico Dionisi; angoli 0-7 (0-4); recupero 6' e 3'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Vicenza 2-2 | Nerazzurri sbiaditi, poi in tre minuti Vido e Mazzitelli siglano il pareggio

PisaToday è in caricamento