rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Pistoiese - Pisa 2-0 | Gli arancioni stendono un Pisa generoso ma impreciso

Serviva una vittoria per rilanciare l'ambiente dopo le vicissitudini societarie e gli alterni risultati, invece arriva una sconfitta pesante, nonostante la buona prestazione messa in campo dai ragazzi di Braglia. Manca ancora il cambio di passo decisivo

Ci sono momenti nella stagione dove sembra andare proprio tutto male. Nella sfida al Melani di Pistoia il 2 a 0 subito dai nerazzurri, specie dopo l'addio di Vitale, potrebbe sembrare il crollo finale delle speranze pisane ad un campionato di vertice. Eppure la prestazione non si può dire che sia mancata. Positivi su tutti Frediani e Dicuonzo, ed anche Iori si è mosso abbastanza bene. Tanto gioco cercato e trovato, con molteplici tentativi verso la porta arancione. A mancare però è stata la precisione, la lucidità, l'ultimo guizzo. Si tratta purtroppo una costante, ma mai come oggi lo si è notato, e questo perché a farlo è stato l'avversario, una Pistoiese farcita di giovani di grandi squadre, capaci di cambiare passo all'occorrenza e fare quel tanto in più che basta per segnare. E quindi vincere.

Lucarelli schiera l'atteso 4-3-3 con Mungo in mezzo al campo ed il trio davanti Piscitella, Coulibaly e Falzerano. Braglia invece torna alle sue origini e va di 3-4-3, con l'inedito tridente Arma-Frediani-Beretta, invertendo spesso la posizione dei due esterni.

PRIMO TEMPO. Pronti, via e si capisce subito che sarà una frazione godibile, con le due squadre che giocheranno a viso aperto e cercheranno senza troppi tatticismi la marcatura. Dopo le prime scaramucce è la Pistoiese ad accelerare all'8' con Vassallo che si incunea nella difesa nerazzurra, fermato sul tiro al limite dell'area, poi Calvano batte da fuori ma la conclusione è centrale. La risposta del Pisa c'è con Dicuonzo, molto attivo sulla fascia, che al 13' serve rasoterra Arma in area: il centravanti si gira e tira di sinistro, di poco a lato.

I giovanissimi della Pistoiese sembrano avere più gamba, specie sul cambio di passo. Piscitella a sinistra e gli inserimenti dei centrocampisti fanno soffrire la difesa nerazzurra ed al 25' c'è il vantaggio dei padroni di casa: percussione di Falzerano che serve sul taglio centrale Coulibaly, che arriva sul fondo e scarica dietro per l'inserimento di Vassallo. Piattone a colpo sicuro con la difesa sorpresa, Pelagotti è battuto. Se fino ad ora c'era equilibrio, con costanti capovolgimenti di fronte, da ora in poi sarà monologo Pisa.

Dal 33' la reazione nerazzurra prende corpo in varie occasioni. Prima Arma recrimina per un rigore per un abbraccio in area su cross basso di Costa, su cui poi arriva alla battuta Rozzio con parata di piedi di Olczak. Il penalty ci poteva stare, ma in area era una bolgia. L'azione dopo ennesimo traversone di Dicuonzo e Arma di testa spedisce a lato di poco. Lo schema si ripete al 40' e il pallone esce sempre all'angolo destro del portiere arancione per pochi centimetri. Incredibilmente è sempre in quel fazzoletto di terreno che il pallone esce al 49' su colpo di testa di Morrone, servito bene al termine di una azione avvolgente da un cross di Sini. Padroni di casa pericolosi solo su un contropiede al 37'.

SECONDO TEMPO. Il Pisa parte a trazione anteriore, con un 4-4-2 con Arma-Giovinco davanti e Frediani e Costa larghi (a questi subentrerà poi Misuraca). Sembra tornarsi alla spinta furiosa nerazzurra di fine primo tempo, ed infatti è così. Solo che a segnare è ancora la Pistoiese. Al 5' Calvano riparte di forza a centrocampo e serve con un bel lancio sulla sinistra Piscitella. L'esterno mette giù, punta Dicuonzo, lo supera, entra in area e scarica un destro su cui Pelagotti riesce solo a toccare, 2 a 0.

Il colpo per il Pisa è durissimo. Eppure dopo alcuni minuti l'intensità di gioco degli ospiti torna a salire e come nella prima frazione fioccano le occasioni. Al 13' Frediani crossa dalla sinistra e Misuraca gira al volo di sinistro sul primo palo, bravissimo Olczak a deviare in angolo. Reattivo anche al 28' su un tiro da fuori di Iori, impennatosi a seguito di deviazione, smanacciata sopra la traversa. Al 33' Di Bari salva un gol fatto di Arma: sempre Frediani punta l'avversario sulla sinistra e crossa, Arma schiaccia ma il difensore arancione ci mette il corpo e manda in angolo.

La Pistoiese è alle corde, ma resiste. Ci prova in contropiede, ma manca la lucidità dimostrata nella prima ora di gioco. Al 40' punizione di Giovinco messa in mezzo, sempre Arma stacca in anticipo e spedisce di poco a lato. Ci prova al 45' Frediani, la sua miglior partita in nerazzurro meriterebbe il gol, ma il suo tiro da fuori area a giro sul secondo palo si spegne a mezzo metro dal sette.

TABELLINO

Formazione Pistoiese (4-3-3): Olczak, Celiento, Frascatore, Vassallo (Saric 36' st), Di Bari, Piana, Falzerano, Calvano (Falasco 40' st), Coulibaly, Mungo, Piscitella (Tripoli 19' st). A disp: Pazzagli, Golubovic, Falasco, Ciciretti, Saric, Frugoli, Tripoli. All: Lucarelli.

Formazione Pisa (3-4-3): Pelagotti, Lisuzzo, Rozzio, Sini, Costa (Misuraca 12' st), Dicuonzo, Iori, Morrone (Finocchio 31' st), Frediani, Beretta (Giovinco 1' st), Arma. A disp: Moschin, Mandorlini, Misuraca, Nuti, Finocchio, Stanco, Giovinco. All: Braglia.

Arbitro: Di Martino (Teramo), assistenti Robilotta e Margani

Marcatori: Vassallo (25' pt), Piscitella (5' st)

Angoli: 4 - 8

Ammoniti: Piana (4' pt), Calvano (5' pt), Lisuzzo (33' pt), Dicuonzo (7' st), Morrone (21' st), Celiento (21' st), Iori (30' st)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistoiese - Pisa 2-0 | Gli arancioni stendono un Pisa generoso ma impreciso

PisaToday è in caricamento