Sport

Pistoiese - Pisa 0-2 | I nerazzurri al 'Melani' ritrovano gol e vittoria: decidono Moscardelli e De Vitis

Pisa frenetico ma poco concreto nel primo tempo. Nella ripresa la squadra di D'Angelo risolve la pratica nel giro di cinque minuti: prima il rigore del capitano, poi il destro del centrocampista

Solito Pisa, verrebbe da dire. Se non fosse che questo pomeriggio i nerazzurri sono riusciti a convertire in gol le prime due occasioni concrete create. Gli uomini di D'Angelo approcciano con buona convinzione la partita, prendendo fin dalle prime battute il controllo del gioco. La manovra però ristagna languidamente a centrocampo, senza nessun guizzo degno di nota. Lisi e Cuppone (ottima la sua prestazione dal primo minuto) provano a creare scompiglio fra le fila arancioni con la loro rapidità, ma il resto della squadra è troppo frenetica nella metà campo avversaria, così da non arrivare praticamente mai a concludere a rete. Dall'altra parta la Pistoiese, stordita da un avvio disastroso con soli 2 punti in 4 partite, bada esclusivamente a non prenderle. E ci riesce fino all'intervallo, per poi capitolare nel giro di cinque minuti. All'alba della seconda frazione il Pisa aumenta i giri del motore, si palesano i limiti della difesa pistoiese e Moscardelli prima (su rigore) e De Vitis poi siglano le due reti che decidono l'incontro. 

Buona prova complessiva del Pisa, che centra in un sol colpo il ritorno al gol dopo oltre 300' di astinenza e alla vittoria. Il primo blitz esterno del campionato consente agli uomini di D'Angelo di salire a quota 8 in classifica, inaugurando il tour de force dei prossimi otto giorni con una bella iniezione di fiducia. Il Pisa è atteso adesso dal turno infrasettimanale casalingo di mercoledì 17 ottobre (contro il Pro Piacenza alle 20.30) e dalla trasferta sul campo del Gozzano (lunedì 22 ottobre alle 20.30).

La partita

Il Pisa si presenta alla sfida del 'Melani' con una grande fame di vittoria. Il digiuno con il gol, arrivato a toccare ormai i 300 minuti (l'unica rete messa a segno dalla squadra in campionato è quella siglata da Moscardelli nella ripresa della partita d'esordio con il Cuneo), ha portato nelle casse dei nerazzurri il magro bottino di 5 punti in 4 partite. Un andamento che gli uomini di mister D'Angelo vogliono migliorare a partire dalla complicata sfida con la Pistoiese, formazione ancor più delusa dalla partenza del campionato considerati i soli 2 punti raccolti e la voce 'zero' alle vittorie messe a referto finora.

Mister D'Angelo schiera un undici titolare con molti volti nuovi rispetto a quello sceso in campo sette giorni fa contro l'Alessandria. In cabina di regia Marin prende il posto di Gucher in cabina di regia, mentre De Vitis va sul centrosinistra al posto di Di Quinzio. Sulla fascia destra Cuppone fa il suo esordio dal primo minuto, mentre in attacco la coppia è formata da Moscardelli e Masucci. Sull'altra panchina mister Indiani risponde con una formazione 'a specchio': un 3-5-2 che ha tutta l'aria di badare prima a non prenderle, e poi agire di rimessa per sfruttare le ripartenze. In attacco Latte Lath e Rovini, con Picchi che fa da spola fra la linea offensiva ed il centrocampo.

I nerazzurri si fanno vedere per primi al 3', quando Masucci raccoglie un suggerimento di De Vitis al limite dell'area e da posizione defilata calcia in porta col sinistro: Meli blocca senza problemi. Quattro minuti dopo la difesa ospite si fa trovare scoperta dallo strappo centrale di Latte Lath, che si trascina dietro Marin e serve l'inserimento di Picchi: il centrocampista stoppa la palla, ma si fa rimontare all'altezza del dischetto del rigore da Meroni che chiude in corner. Dopo queste due fiammate la partita vive la più classica delle fasi di studio, con le due formazioni impegnate ad affrontarsi in mezzo al campo. La Pistoiese corre e copre quasi tutte le linee di passaggio ai nerazzurri, che si esibiscono in un buon possesso palla senza però trovare il varco giusto. Fra gli arancioni molto positivo l'approccio alla gara dell'ivoriano Latte Lath, molto abile ad agire fra la metà campo e la linea degli attaccanti.

Per sbloccare l'equilibrio servirebbe un calcio piazzato, e ci provano i padroni di casa al 24' con Rovini. L'attaccante si incarica della battuta di una punizione dai 30 metri: il suo destro è potente e preciso, però Gori non si fa sorprendere e si distende sulla sua sinistra deviando bene lontano dallo specchio della porta. E' soltanto un altro sussulto al quale non fa seguito nessun'altra occasione: la partita stenta a decollare, le due formazioni sono gravemente a corto di idee e fanno una fatica incredibile a costruire azioni pericolose. Fra i nerazzurri Cuppone e Lisi provano a piazzare qualche accelerazione in grado di portare scompiglio fra le linee avversarie, ma non trovano nei compagni un appoggio felice. Allora il numero 11 si mette in proprio, sradicando la palla dai piedi di Luperini e partendo in sprint verso la porta arancione. Cuppone porta palla per trenta metri, e dal limite lascia partire un destro potente ma poco preciso: la palla si perde di mezzo metro sopra la traversa. Termina con questa conclusione la prima frazione di gioco, nella quale le due squadre in campo hanno dato l'idea di essere vittime di una forte ansia. La frenesia nell'impostazione del gioco l'ha fatta da padrona, e le due difese hanno avuto vita facile nel disinnescare sul nascere qualsiasi tipo di pericolo.

Gli uomini di D'Angelo iniziano meglio la seconda frazione, stazionando con continuità nella metà campo avversaria. Al 52' Brignani vede lo scatto centrale di Masucci e lo serve con un preciso lancio di quaranta metri. L'attaccante entra in area e viene abbattuto da Muscat: per Robilotta non ci sono dubbi, ed espelle il difensore indicando il dischetto del calcio di rigore. Si incarica della battuta capitan Moscardelli, che con il sinistro spiazza Meli e porta in vantaggio i nerazzurri. Nonostante l'uomo in men la reazione arancione non tarda ad arrivare. Latte Lath al 57' è bravo a svettare in mezzo a due difensori del Pisa sul rilancio di Meli, facendo la sponda per Rovini. L'attaccante entra in area e calcia un diagonale rasoterra che viene respinto con attenzione da Gori. Il Pisa non si fa schiacciare, torna in attacco e sigla il raddoppio all'ora di gioco. Lisi riceve l'apertura di Moscardelli sulla sinistra, si accentra e calcia in porta. La conclusione si trasforma nel migliore degli assist per De Vitis, che tutto solo al centro dell'area di rigore controlla e calcia di potenza, superando per la seconda volta Meli.

Mister D'Angelo dopo aver messo 'in ghiaccio' la partita concede una buona mezz'ora di riposo ai due attaccanti partiti titolari, richiamando in panchina Moscardelli e Masucci ed inserendo al loro posto Cernigoi e Marconi. Anche Indiani prova a cambiare le carte in gioco, provando a pescare dalla panchina le residue energie per ribaltare quella che sembra essere la terza sconfitta in questo avvio di stagione. Fuori la coppia offensiva composta da Latte Lath e Rovini, dentro gli esperti Fanucchi e Cellini. Gli arancioni nel finale di gara cercano quanto meno di salvare l'onore, ma la costruzione della manovra offensiva si scontra sul muro difensivo dei nerazzurri, anche quest'oggi praticamente perfetto. Gli unici tiri bloccati con sicurezza da Gori arrivano dai venti metri, ma non riescono ad impensierire il numero uno nerazzurro. I 7' di recupero concessi dal signor Robilotta (nove sostituzioni e molte interruzioni) sono utili soltanto al Pisa per fare accademia e per gettare clamorosamente alle ortiche un'occasione da gol pazzesca. Lisi al 93' riconquista palla sulla trequarti, puntando la porta arancione insieme a Cernigoi e Marconi. I tre sono completamente soli davanti a Meli, ma non concretizzano: Lisi è egoista, non serve i compagni e si fa ribattere la conclusione dal portiere di casa in uscita disperata. Due minuti dopo ancora Meli protagonista: Gucher entra in area seminando un paio di avversari, calcia a rete e trova la risposta attenta dell'estremo difensore arancione.

Le pagelle

Il tabellino

Pistoiese - Pisa 0-2

Pistoiese (3-5-2): Meli; Muscat, Ceccarelli (84' Dossena), Cagnano; El Kaouakibi, Vitiello (67' Tartaglione), Picchi (67' Forte), Luperini, Regoli; Rovini (72' Cellini), Latte Lath (72' Fanucchi). All. Indiani

Pisa (3-5-2): Gori; Liotti, Brignani (72' Masi), Meroni; Lisi, De Vitis (70' Gucher), Marin, Cuppone, Zammarini; Moscardelli (66' Marconi), Masucci (66' Cernigoi). All. D'Angelo

Reti: 55' rig. Moscardelli (Pi), 60' De Vitis (Pi)

Ammoniti: El Kaouakibi (Pt), Marin (Pi), Regoli (Pt), Birindelli (Pi) dalla panchina, Masi (Pi)

Note: arbitro Ivan Robilotta; angoli 6-3 (2-2); recupero 1' e 7'; espulso Muscat (Pt) al 52' per fallo da ultimo uomo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistoiese - Pisa 0-2 | I nerazzurri al 'Melani' ritrovano gol e vittoria: decidono Moscardelli e De Vitis

PisaToday è in caricamento