Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport

U.S. Città di Pontedera: società in vendita

L’annuncio arriva dopo la contestazione di alcuni tifosi al termine della partita contro il Livorno. Imposto il silenzio stampa a tutti i tesserati. Mercoledì sera squadra in campo per il turno infrasettimanale contro l’Arezzo

La preoccupazione che aleggiava in città dopo la partita con il Livorno è diventata presto realtà. L’Us Città di Pontedera è ufficialmente in vendita. L’annuncio arriva attraverso un comunicato diffuso dalla società, dove viene specificato che il club sarà ceduto a titolo gratuito. Una decisione maturata dopo la dura contestazione andata in scena domenica pomeriggio al termine della partita persa contro il Livorno. Ma non sono stati il ko con gli amaranto e il deludente inizio di campionato a scatenare l’ira di una parte della tifoseria contro la dirigenza granata. Durante la scorsa settimana gli ultras avevano criticato duramente la disposizione delle misure di sicurezza per il derby di domenica, che inizialmente prevedevano la sistemazione dei tifosi del Livorno nel settore gradinata (storicamente occupato proprio dagli ultras pontederesi) e in tribuna coperta. Il risentimento del tifo pontederese ha portato a una nuova disposizione concordata dalla dirigenza granata  con il Gruppo operativo sicurezza, e alla fine i tifosi livornesi sono stati sistemati nel settore ospiti. Una parte del tifo pontederese ha comunque deciso di scioperare rimanendo fuori dallo stadio ‘Mannucci’, e dopo la partita è scattata la contestazione.

La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, per una società che aveva già manifestato in passato la volontà di passare la mano, o quantomeno di cercare nuovi soci. Le ultime polemiche hanno decretato una rottura definitiva tra la dirigenza e una parte di tifosi, e adesso il gruppo che nel 2010 rilevò la società (della quale anche il Comune di Pontedera è socio con il 30% delle quote) portandola dalla Serie D al primo livello della Lega Pro in soli tre anni ha deciso di cedere il club.

“I soci dell’U.S Città di Pontedera comunicano che la società è da oggi a disposizione per essere ceduta a titolo completamente gratuito e senza alcuna pendenza debitoria passata e presente - si legge nel comunicato diffuso dal club - visti gli straordinari risultati degli otto anni di gestione di questi soci e la gloriosa storia ultracentenaria della società, è auspicato l’interesse da parte di soggetti seri e ambiziosi. I soci stessi garantiranno tutti gli impegni economici della presente stagione con la puntualità e la serietà che hanno reso questa società un esempio nel panorama calcistico nazionale. La gestione corrente, fino al passaggio di proprietà, è affidata all’estrema competenza del direttore generale Paolo Giovannini e del segretario generale Nicola Benedetti, e fin da subito viene indetto il silenzio stampa di tutti i tesserati. L’unica cosa che conta in questo momento è stringersi intorno alla squadra per raggiungere l’obiettivo della permanenza nel calcio professionistico”.

E per raggiungere questo obiettivo la squadra dovrà cercare la prima vittoria in campionato nel turno infrasettimanale di mercoledì 4 ottobre contro l’Arezzo. Il Pontedera scende in campo al ‘Città di Arezzo’ alle 20.30, per un altro derby importantissimo in chiave salvezza. A parte il black out nel finale di gara, la squadra di Maraia ha mostrato segnali incoraggianti contro il Livorno e per conquistare i tre punti ad Arezzo dovrà ripetere una gara dello stesso spessore. Grassi dovrà stare ancora fuori (per lui sospetto stiramento), e in attacco ci sarà ancora spazio per la coppia Pesenti-Pinzauti, con Bonaventura come alternativa.

COPPA ITALIA. Il Pontedera affronterà il Pisa nel primo turno di Coppa Italia di Serie C. Mercoledì 3 ottobre è stato composto il tabellone della competizione presso la sede della Lega Calcio, e i granata affronteranno per la prima volta in stagione i nerazzurri, in un derby a eliminazione diretta. La partita si giocherà mercoledì 18 ottobre all''Arena Garibaldi' (orario da definire). La squadra qualificata accede al secondo turno, in programma mercoledì 22 novembre.

PROBABILI FORMAZIONI

PONTEDERA (3-5-2): Contini; Risaliti, Vettori, Frare; Calcagni, Posocco, Caponi, Spinozzi, Corsinelli; Pinzauti, Pesenti. All.: Ivan Maraia

AREZZO (3-5-2): Borra; Varga, Rinaldi, Sabatino; Talarico, Foglia, De Feudis, Corradi, Franchetti; Moscardelli, Di Nardo. All.: Massimo Pavanel

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

U.S. Città di Pontedera: società in vendita

PisaToday è in caricamento