Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport Pontedera

Calcio: il Pontedera torna al lavoro e saluta un 2013 da leggenda

I granata di mister Paolo Indiani somo tornati in campo per preparare al meglio il primo match ufficiale del 2014 contro il Grosseto. Per Capodanno amichevole a Porcari. Il 2013 è comunque un anno da incorniciare

Dopo la settimana di pausa i giocatori granata hanno ripreso gli allenamenti lunedì mattina sul terreno sintetico del 'Mannucci'. Il programma prevede doppie sedute fino a venerdì, intervallate dall'amichevole di Capodanno sul terreno del Porcari (ore 15). Così il Pontedera prepara il primo appuntamento del 2014: domenica sarà in trasferta a Grosseto, battuto all’andata per 5-2 nella gara d’esordio. Tutti a disposizione del tecnico Paolo Indiani. Anche il difensore Alex Benvenga, classe ’91, ex Pisa e Como, che si allena con la squadra da un mese e verrà tesserato nella finestra di mercato di gennaio, potrebbe essere a disposizione già per la partita con i maremmani.

Intanto per i granata si chiude un anno destinato a rimanere nella storia. Il 28 aprile infatti è arrivato il ritorno in Prima divisione dopo 18 anni. Un risultato raggiunto grazie al secondo posto nel girone B di Seconda Divisione, ottenuto con due giornate d’anticipo, nonostante la sconfitta per 2-0 contro la Vigor Lamezia.

Ma soprattutto un traguardo storico, che fa il bis con il ritorno nei professionisti del 25 aprile 2012, quando la squadra allenata da Marco Masi trionfò nel girone E del campionato di serie D.

Dopo il doppio salto, anche la nuova avventura nella terza serie sta portando tante soddisfazioni al Pontedera. La vera sorpresa del girone di andata. L’inizio di stagione è addirittura scoppiettante, con 5 vittorie nelle prime 7 partite e l’imbattibilità mantenuta fino al 20 ottobre. Il punto più alto nella storia granata. Poi il calo, con soli 6 punti negli ultimi 8 incontri, che hanno fatto scivolare la squadra di Indiani dal primo all’ottavo posto.

A metà del percorso il Pontedera può contare sul secondo migliore attacco del girone (26 gol, meglio solo il Benevento con 27) e il primato di Luigi Grassi, capocannoniere con 11 reti (7 su rigore) in 16 partite. Proprio l’attaccante garfagnino, insieme al compagno Andrea Arrighini, forma la coppia d’attacco più prolifica della Prima Divisione: 18 reti in 16 incontri.

La difesa invece resta la nota dolente: le reti subite sono 27, come il fanalino di coda Paganese. Peggio ha fatto solo la Nocerina con 34. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio: il Pontedera torna al lavoro e saluta un 2013 da leggenda

PisaToday è in caricamento