Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport Pontedera

Pontedera-Livorno 2-3| Pazzesca rimonta amaranto. I granata buttano via tre punti

Il Pontedera, in vantaggio 2-0 a un quarto d'ora dalla fine, crolla nel giro di pochi minuti sotto i colpi di Murilo. Livorno ancora in testa grazie allo show del brasiliano

Stavolta sembrava davvero fatta. Quando già il pubblico del 'Mannucci' pregustava la prima vittoria del campionato, Murilo ha spazzato via i sogni del Pontedera. Il Livorno ribalta il risultato con una rimonta pazzesca e porta a casa il derby. Un 3-2 che vale la quinta vittoria e permette agli amaranto di rimanere in testa con due punti di vantaggio sul Siena. Per i granata un'ennesima rimonta subita che ormai rischia di non fare più notizia. Ma che rischia soprattutto di gettare in uno psicodramma la squadra di Maraia. I granata resistono agli
assalti del Livorno e al 75' sono in vantaggio 2-0 grazie alle reti di Calcagni e Posocco. Nel finale la luce si spegne e Murilo ribalta tutto con una tripletta nel giro di nove minuti. Per il Pontedera (ancora fermo a due punti in classifica), è la terza sconfitta di fila. A questo punto
vincere nel turno infrasettimanale di mercoledì 4 ottobre contro l'Arezzo diventa fondamentale per non sprofondare.

La partita

Nel Pontedera Grassi deve dare forfait a causa di un problema muscolare. Nel 3-5-2 gioca Pinzauti in attacco in coppia con Pesenti, mentre a centrocampo Maraia sceglie Spinozzi al posto di Gargiulo e fa esordinre Posocco dal 1'. Nel Livorno Sottil conferma il 4-2-3-1 con Doumbia, Maiorino e Valiani alle spalle di Vantaggiato. L'inizio dei granata è intraprendente e fa leva sul gran lavoro degli interni di centrocampo, abili a pressare e sfruttare l'appoggio degli esterni per servire Pesenti e Pinzauti, che agisce più vicino all'area di rigore rispetto a Grassi. La prima occasione è però del Livorno al 12' tiro dalla distanza di Pirrello e Contini riesce a deviare in angolo. Gli amaranto prendono le misure e col passare dei minuti tengono in mano la partita. Dai piedi di Luci e Giandonato il gioco scorre veloce e il Pontedera è costretto a contenere le azioni offensive della squadra di Sottil. Alla mezz'ora rischiano ancora grosso i granata, prima con il tiro al volo di Maiorino che arpiona il disimpegno sbagliato da Posocco e manda di poco fuori, poi è Contini a respingere con i piedi il diagonale di Valiani. Al 37' il portiere pontederese para ancora in due tempi su Valiani, ma nel finale la squadra di Maraia approfitta del calo del Livorno e guadagna metri, trovando il gol del vantaggio grazie alla zampata di Calcagni. Al 44' l'ex Lucchese si avventa sulla respinta di Pulidori (che allontana la punizione dal limite di Caponi) e porta il Pontedera sull' 1-0 prima dell'intervallo.

Gli amaranto vengono beffati dopo un primo tempo passato all'attacco, e Sottil prova a cambiare proprio in avanti, inserendo Montini e Murilo per Maiorino e Doumbia. L'ex Bari gioca più vicino a Vantaggiato in attacco, con Valiani e il brasiliano che allargano il proprio raggio d'azione in un 4-2-4. Il Livorno cerca sbocchi con cambi di gioco veloci per far male al Pontedera, attento in difesa e abile a tenere palla in avanti. Maraia punta sulla corsa di Cassani al posto di Pinzauti, mentre Sottil aggiunge un uomo in più in attacco, con Perez
per Giandonato. Rispetto al primo tempo le azioni labroniche sono meno ragionate e viaggiano più sulle azioni dei singoli. Al 68' è ancora straordinario Contini a deviare il colpo di testa di Montini, poi al 71' la torsione aerea di Franco passa di poco sopra la traversa. In contropiede però arriva il raddoppio del Pontedera, grazie all'intuizione di Calcagni, che si libera sulla destra e mette in mezzo, dove il velo di Pesenti smarca Posocco, abile a segnare il 2-0 all'esordio con la maglia granata. La partita sembra ormai finita, e il Pontedera protesta per un tocco di mano in area amaranto sul quale l'arbitro non concede il rigore. Ma nel finale succede l'incredibile. Il doppio colpo sveglia il Livorno, che accorcia subito le distanze con il colpo di testa di Murilo su cross di Valiani, e cinque minuti dopo il brasiliano replica, pareggiando ancora di testa sugli sviluppi di una punizione. Murilo completa la rimonta all' 86', mettendo chudendo con un tocco ravvicinato la percussione sulla destra di Pedrelli. In pochi minuti gli amaranto ribaltano una partita che sembrava ormai compromessa. Il Pontedera vede sfumare ancora la prima vittoria che mai come stavolta è stata così vicina.

PONTEDERA – LIVORNO 2-3

PONTEDERA (3-5-2): Contini; Frare, Vettori, Risaliti; Calcagni, Posocco (79' Gargiulo), Caponi, Spinozzi, Corsinelli; Pinzauti (57' Cassani), Pesenti. A disp.: Biggeri, Marinca, Tofanari, Borri, Mastrilli, Pandolfi, Bonaventura, Ferrari, Benericetti, Cavalli. All.: Ivan Maraia

LIVORNO (4-2-3-1): Pulidori; Pedrelli, Pirrello, Gasbarro (76' Baumgartner), Franco; Luci, Giandonato (62' Perez); Doumbia (46' Murilo), Maiorino (46' Montini), Valiani; Vantaggiato (70' Ponce). A disp.: Romboli, Hadziosmanovic, Marchi, Gemmi, Morelli, Gonnelli, Zhikov. All.: Andrea Sottil

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine, assistenti: Federico Polo Grillo di Pordenone e Driss Abou Elkahyr di Conegliano
RETI: 44'; Calcagni, 75'; Posocco, 77', 83', 86'; Murilo
NOTE: ammoniti: Caponi, Spinozzi, Luci, Pirrello, Pulidori. Angoli: 1-8. Recupero: 1' + 5';

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera-Livorno 2-3| Pazzesca rimonta amaranto. I granata buttano via tre punti

PisaToday è in caricamento