Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Pontedera-Pisa 3-1 | Coppa amara per i nerazzurri, nel derby è una festa granata

La squadra di Braglia passa in vantaggio con Giovinco, poi nel secondo tempo si fa dominare dal Pontedera che rimonta con i gol di Polvani, Della Latta e Bartolomei. Per la prima volta nella storia i granata arrivano ai quarti di finale di Coppa Italia Lega Pro, dove incontreranno la Casertana

Il capitano del Pontedera Andrea Caponi sta per battere un calcio di punizione

L'ultimo fantasma di una notte di Coppa da incubo per il Pisa è il gol incassato da Bartolomei. Un calcio di punizione che ricorda quello del 6 ottobre 2013, quando lo stesso centrocampista condannò i nerazzurri a tempo scaduto all'Arena Garibaldi. Ma nel derby che va in scena negli ottavi di Coppa Italia Lega Pro gli spettri sembrano non finire mai per la squadra di Braglia. Prima si illude passando in vantaggio con Giovinco. Poi subisce un rovescio clamoroso, incassando il pareggio dal baby difensore Polvani. Della Latta completa la rimonta e Bartolomei la sigilla. La Coppa si tinge di granata e il Pontedera nei quarti di finale (dove arriva per la prima volta nella sua storia) dovrà vedersela con la Casertana. Ma data e luogo dell'incontro (sempre in gara unica) sono ancora da stabilire.

LA PARTITA. Di sicuro c'è solo la brutta figura del Pisa, che non aveva certo la vittoria della Coppa Italia come obiettivo. Ma perdere in questo modo non farà comunque piacere al presidente Battini. Oltre al risultato, il verdetto del campo decreta una bocciatura sul piano del gioco per le seconde linee nerazzurre. Il pallone è sempre tra i piedi dei granata e il Pisa più che rimaneggiato non riesce a ostacolare la manovra di Caponi e compagni. In panchina Braglia porta molti ragazzi della Berretti (compreso il figlio Thomas), ma i “grandi” sul sintetico del 'Mannucci' steccano completamente.

PRIMO TEMPO. Il predominio pontederese si vede già dai primi minuti. I ragazzini terribili di Indiani collezionano occasioni. La prima dopo 7' con Luperini, che si vede respingere il tiro da Moschin, e dopo cinque minuti il portiere è di nuovo reattivo sulla conclusione al volo di Tazzari. Dopo 23' Braglia deve sostituire l'infortunato Gyasi con Giovinco. E alla prima occasione il nuovo entrato scaraventa in rete il pallone dell'1-0. Al 31' il Pisa passa in vantaggio grazie all'iniziativa di Di Cuonzo, che crossa sul secondo palo e trova l'inserimento dell'attaccante, che appoggia in rete col piatto destro. Ma le ultime partite di campionato hanno dimostrato quanto il Pontedera sappia reagire anche dopo le prime ferite. Le vittorie in campionato con Grosseto e Forlì insegnano. E anche nel derby di Coppa arriva il ribaltone.

SECONDO TEMPO. Intanto a inizio ripresa c'è un doppio cambio: il Pisa varia in difesa con Sini per Rozzio, mentre Indiani toglie Tazzari in attacco e manda dentro un centrocampista (Bartolomei), facendo avanzare Della Latta. Sostituzione azzeccata per il tecnico granata, come vedremo più avanti. Il Pontedera intanto continua a comandare il gioco nel secondo tempo e dopo 4' pareggia sugli sviluppi di un calcio di punizione, con il difensore 20enne Polvani, che piazza il tap in decisivo raccogliendo la sponda aerea di Cesaretti. E al 71' la partita si capovolge. Della Latta viene lasciato libero dalla difesa nerazzurra, raccoglie l'assist di Cesaretti e scaraventa in rete il 2-1. La perla finale è il tris di Bartolomei su punizione all'86'. Il centrocampista piazza il pallone all'angolino basso con un destro violento che Moschin riesce solo a deviare.  E per poco il portiere nerazzurro non combina la frittata regalando il pallone al nuovo entrato Disanto, che colpisce la traversa all'82'. Finale nervoso con le espulsioni di Misuraca in pieno recupero per un fallo su Settembrini a centrocampo e subito dopo anche lo stesso centrocampista granata si fa cacciare insieme a Frediani per proteste. Ma il derby finisce qui e il Pontedera può continuare a sognare. Il Pisa deve resettare il ko e pensare al campionato. Sabato alle 14.30 c'è una trasferta da non sbagliare a Pistoia.

PONTEDERA – PISA         3-1

PONTEDERA (3-5-2): Cardelli 6; Videtta 6 (69' Gasbarro 6), Redolfi 6.5, Polvani 7;Luperini 6.5, Della Latta 7 (81' Disanto 6), Caponi 7, Settembrini 6.5, Paparusso 6; Cesaretti 6.5, Tazzari 6 (46' Bartolomei 7). A disp.: Ricci, Favilli, Francesa Gherra, Gori. All.: Paolo Indiani.

PISA (3-4-3): Moschin 5.5; Di Cuonzo 6, Rozzio 6 (46' Sini 5), Anichini 5.5; Frediani 5, Mandorlini 5.5, Misuraca 5, D'Angina 5; Finocchio 5.5, Stanco 5 (73' Nuti s.v.), Giasy s.v. (27' Giovinco 6). A disp.: Adornato, Braglia, Camero, Favale. All.: Piero Braglia.

ARBITRO: Alessandro Prontera di Bologna, assistenti: Lorenzo Meozzi e Vincenzo Orlando di Empoli.

RETI: 31' Giovinco, 49' Polvani, 71' Della Latta, 76' Bartolomei

NOTE: ammoniti: D'Angina, Finocchio. Espulsi: Misuraca al 93' per gioco pericoloso, Settembrini e Frediani al 94' per proteste. Angoli: 4-3. Recupero: 2' + 3'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera-Pisa 3-1 | Coppa amara per i nerazzurri, nel derby è una festa granata

PisaToday è in caricamento