Sabato, 15 Maggio 2021
Sport

Pordenone - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Dobbiamo continuare a vincere"

Domani i nerazzurri affronteranno il Pordenone nel recupero del 30° turno. Dopo la vittoria col Cosenza D'Angelo chiede continuità ai suoi uomini

Morale alto, fiducia e tanta voglia di chiudere il discorso salvezza. Il Pisa oggi vola verso il Friuli per l'impegno contro il Pordenone: domani, sabato 24 aprile (ore 16) gli uomini di Luca D'Angelo affronteranno i Ramarri nel recupero della trentesima giornata. Dopo il bel 3-0 rifilato al Cosenza sei giorni fa, le nubi nere che si erano addensate sull'orizzonte dello Sporting Club si sono allontanate. La truppa guidata da Gucher è quasi arrivata sotto al cielo della salvezza matematica: manca l'ultimo sforzo, che potrebbe coincidere con un risultato positivo domani. E poi chissà: perché una vittoria potrebbe riaprire i giochi anche per obiettivi ben più prestigiosi.

Voglia di continuità

Il potere curativo della vittoria è magico. La squadra, dopo aver sbloccato la partita con il Cosenza grazie alla bella giocata di Gucher, ha abbandonato improvvisamente le incertezze, conquistando i tre punti con autorità e personalità. E adesso gli uomini di D'Angelo sono pronti a correre verso il nuovo impegno di Pordenone, dove mancheranno Birindelli (squalifica), Varnier (la prossima settimana si unirà definitivamente al gruppo perché ha smaltito tutti i postumi dell'operazione al ginocchio) e Masucci.

"Torniamo in campo subito dopo la bella vittoria contro il Cosenza e dobbiamo sfruttare l'entusiasmo per affrontare un avversario parecchio temibile" spiega Luca D'Angelo. "Il Pordenone viaggia molto forte dopo l'arrivo in panchina di Domizzi - prosegue il tecnico nerazzurro - anche se l'idea di gioco principale è la medesima: il 4-3-1-2. Anche loro devono chiudere la corsa per la salvezza e quindi vedremo una partita molto combattuta". Luca D'Angelo non guarda la classifica, "perché sarebbe l'errore più grave. Più volte l'abbiamo sperimentato sulla nostra pelle: conta soltanto la nostra prestazione".

Tornati a correre

Il Pordenone, dopo la flessione dovuta a prestazioni poco brillanti e il focolaio Covid esploso nello spogliatoio circa un mese fa, è tornato a correre. Maurizio Domizzi ha preso il posto di Attilio Tesser in panchina e ha guidato i neroverdi a due vittorie consecutive sul prato di casa del Teghil di Lignano Sabbiadoro, che hanno rilanciato i Ramarri lontano dalla zona caldissima della classifica. "La partita vale tantissimo - spiega Domizzi - per noi è come se fosse un jolly, un’occasione da cogliere in cui mettere un mattone oppure un mattoncino per la conquista della salvezza".

Il Pordenone dovrà fare a meno del regista Calò e del centravanti Musiolik, entrambi squalificati. Sul Pisa Domizzi commenta così: "E' un club che ha fatto un percorso simile al Pordenone negli ultimi anni. Le due squadre, pur con delle differenze, si assomigliano per sistema di gioco e identità. Hanno calciatori di qualità ed esperienza, un allenatore che li guida da tempo".

L'arbitro e le curiosità della partita

La sfida sarà diretta da Antonio Di Martino di Teramo: il fischietto abruzzese ha già incrociato il Pisa nella trasferta di Cosenza dello scorso dicembre (1-1). Complessivamente il bilancio del Pisa con questo arbitro è positivo: nei 7 precedenti, i nerazzurri hanno perso soltanto una volta (nel 2014), conquistando 4 vittorie e 2 pareggi. Uno dei successi, curiosamente, è proprio con il Pordenone: nello scorso campionato Di Martino diresse il 2-0 dell'Arena Garibaldi.

Il Pisa giocherà la quarta partita ufficiale della sua storia in casa del Pordenone. Il debutto è avvenuto il 23 novembre 1958 in Serie C: i nerazzurri impattarono 2-2. Il secondo incrocio è quello della semifinale playoff di ritorno di Serie C del 2016: la squadra di Gattuso pareggiò 0-0 e staccò il pass per la finalissima col Foggia. Infine l'ultima sfida è quella dello scorso campionato: il 10 luglio 2020 i Ramarri prevalsero con la rete di Ciurria a inizio secondo tempo.

Le probabili formazioni

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Camporese, Barison, Falasco; Scavone, Magnino, Misuraca; Zammarini; Ciurria, Butic. All. Domizzi

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Meroni, Caracciolo, Beghetto; Marin, De Vitis, Mazzitelli; Gucher; Vido, Marconi. All. D'Angelo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pordenone - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Dobbiamo continuare a vincere"

PisaToday è in caricamento