Sport

Pordenone – Pisa 0-0 | E adesso è finale play off

I nerazzurri di Gattuso soffrono ma riescono comunque a gestire il risultato dell'andata e a conquistare la finale

Un momento della partita

Una lunga trasferta, quella di Pordenone, in cui il Pisa conquista la finale play off, continuando così a cullare il sogno promozione. I nerazzurri soffrono, il Pordenone vuole ribaltare il 3-0 dell’andata, ma lo 0-0 che chiude il match del 'Bottecchia' non lascia possibilità alcuna ai ramarri: la truppa di mister Gattuso aggiunge quindi un ulteriore tassello a un lungo percorso iniziato nel lontano agosto 2015. E ora attesa per sapere contro chi si giocherà la finale: alle 20:45 Foggia e Lecce disputeranno la semifinale che decreterà chi potrà continuare a sognare.

LA PARTITA. Formazione che vince non si cambia, ed ecco che mister Gattuso ripropone il 4-3-3 che domenica scorsa ha battuto 3-0 la formazione friulana. In porta va Bindi, protetto dal quartetto difensivo formato da Golubovic e Avogadri a presidiare le fasce e Crescenzi e Lisuzzo al centro. Centrocampo affidato a Verna, Di Tacchio e Tabanelli, mentre Varela, Çani e Mannini vanno a comporre il tridente offensivo.
Inedito 3-4-2-1 dai locali, che si presentano alla sfida con una formazione rimaneggiata, soprattutto in attacco, dove a causa degli infortuni sono obbligate le scelte con Berrettoni e Valente dietro l’unica punta Beltrame. A difendere la porta è Tomei, coperto dall’inedita difesa formata da D’Agostini, Stefani e il rientrante Ingegneri. Confermati, invece, a centrocampo, Mandorlini, Pederzoli e Pasa, cui va ad aggiungersi Martin.

PRIMO TEMPO. Calcio di avvio del Pisa e gara subito viva e maschia, dove si registra un forte pressing iniziale dei padroni di casa, che collezionano corner a ripetizione: dagli sviluppi del secondo, al 10', Ingegneri tenta l’incornata ma Bindi blocca a terra. Quattro minuti dopo, veementi proteste del Pordenone per un fallo al limite dell'area nerazzurra: l'arbitro concede solo il corner. La prima occasione per il Pisa è al 19', quando Verna, dopo un delizioso velo di Mannini, salta Stefani involandosi in area ma calciando poi sull'esterno del primo palo. Ma la risposta friulana non si fa attendere: è un vero assedio nella metà campo pisana e al 25’ occorre un miracolo di Verna che devia in angolo, non lontano dal primo palo, una punizione di Pederzoli. Troppo spesso la truppa di mister Gattuso viene schiacciata non solo nella propria metà campo ma anche in area di rigore, e la difesa è costretta agli straordinari. Al 32' tocca a Bindi distendersi su un tiro cross di Buratto, tenendo inviolata la porta, dopo che Lisuzzo, in un paio di circostanze che non si rivelano poi rilevanti, lo protegge.

SECONDO TEMPO. In avvio di ripresa, mister Gattuso decide di avanzare Golubovic e far arretrare Mannini, con i nerazzurri che si schierano con un 3-5-2. I primi 15' scorrono tranquillamente, il Pisa è decisamente più organizzato e si difende meglio, ma i ramarri cercano disperatamente il gol. Al 16' primo squillo di tromba, con un gran tiro dai 20 metri di Berrettoni che termina alto sopra la traversa, esattamente come, tre minuti dopo, va alta la conclusione dal limite di Pasa. Il Pordenone inizia a pressare maggiormente, ma il Pisa sembra reggere l’urto. L’ultimo quarto d’ora racconta pochissimo, con la squadra locale sempre in avanti. Al 35' Pederzoli batte un altro calcio piazzato, ma la conclusione è molto centrale e non impensierisce Bindi. Altro brivido un minuto dopo quando ci prova Valente, calciando la sfera sopra l'incrocio dei pali.

PORDENONE (3-4-2-1): 1 Tomei; 6 De Agostini (20' pt 13 Marchi), 4 Stefani, 18 Ingegneri; 10 Mandorlini, 8 Pederzoli, 4 Pasa (28'; st 16 Cattaneo), 3 Martin; 10 Berrettoni, 20 Buratto (9'; st 19 Valente); 14 Beltrame. A disp: 12 De Toni, 2 Boniotti, 15 Berardi, 17 Talin, 21 Ramadani, 23 Castelletto, 24 Cosner, 26 Bovolon, 27 Castrì. All: Tedino.

PISA (4-3-3): 1 Bindi; 15 Golubovic, 13 Crescenzi, 4 Lisuzzo, 2 Avogadri; 14 Verna (23'; st 8 Ricci), 6 Di Tacchio, 21 Tabanelli; 10 Varela (37'; st 20 Peralta), 9 Cani (18'; st 23 Eusepi), 16 Mannini. A disp: 12 Giacobbe, 3 Fautario, 7 Provenzano, 11 Montella, 17 Makris, 18 Forgacs, 19 Rozzio, 22 Sanseverino, 24 Brunelli. All: Gattuso.

ARBITRO: Marco Mainardi di Bergamo, assistenti: Michele Grossi di Frosinone e Michele Lombardi di Brescia. Quarto ufficiale: Antonio Eros Lacagnina di Caltanissetta.

NOTE: ammoniti: Martin (PO), Pederzoli (PO), Ingegneri (PO), Golubovic (PI), Lisuzzo (PI), Mannini (PI). Espulsi: al 45+2’ st Martin (PO) per un fallo sull’avversario. Angoli: 10-4. Recupero: 1' + 3'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pordenone – Pisa 0-0 | E adesso è finale play off

PisaToday è in caricamento