Pordenone - Pisa 1-0 | Sfortuna e ingenuità: la marcia dei nerazzurri si ferma a Trieste

Dopo tre vittorie consecutive il Pisa incappa in una sconfitta immeritata: Gori para il rigore a Burrai, nel secondo tempo Ciurria sigla il gol vittoria. Ma i nerazzurri recrimina per due rigori mancanti e un paio di occasioni clamorose fallite

Un'azione di gioco del Pisa - RFotogiornalismo

Si interrompe a cinque la striscia di partite consecutive del Pisa: la marcia dei nerazzurri si inceppa nello stadio dove, tredici mesi fa, si è materializzato il sogno della Serie B. Niente di grave, è opportuno sottolinearlo: la salvezza rimane una pratica pressoché chiusa. Peccato però perché la sconfitta arriva con un solo tiro in porta subito in 95' e con numerose occasioni non sfruttate a dovere. Il Pordenone, terzo in classifica, fa molto poco per meritare il successo: un rigore dubbio (ce ne sono stati ben due per il Pisa) e una conclusione nello specchio della porta difesa da Gori.

Neanche il tempo di capire che la partita è iniziata che i padroni di casa conquistano un rigore. Ciurria si incunea tra Lisi e Benedetti: il tocco è lieve, il contatto dubbio, ma Sozza indica il dischetto. Burrai però si fa ipnotizzare da Gori: il portierone nerazzurro intuisce l'angolo e respinge lontano la conclusione. Fino all'intervallo poi si assiste ad un Pisa in crescita: il Pordenone fino al quarto d'ora dialoga meglio ma non riesce più a entrare nell'area pisana. I nerazzurri invece macinano chilometri sulle due fasce (con la solita predisposizione a affondare dalla parte di Lisi) e collezionano alcune palle gol interessanti. Vido impegna Bindi alla deviazione miracolosa in corner, pochi minuti dopo il portiere del Pordenone si ripete sulla punizione di Gucher. E due giri di lancetta prima del 45' Siega di testa spedisce la palla di un soffio a lato del palo. Nel mezzo due trattenute decisamente dubbie in area di rigore ai danni di Marconi e Pisano. Tornati in campo per il secondo tempo il trend del match non cambia: il Pisa spinge alla ricerca del gol, il Pordenone prova a sfruttare le folate offensive. E poco prima dell'ora di gioco i Ramarri mettono la freccia con la seconda disattenzione difensiva della partita dei nerazzurri. Tremolada si infila tra le maglie di Meroni e Benedetti e serve a rimorchio Ciurria: sinistro debole ma preciso e Gori non riesce a intervenire. Poi si vede solo il Pisa: Birindelli colpisce una traversa clamorosa da mezzo metro e pochi minuti dopo Marconi colpisce di testa di potenza, ma la palla incredibilmente termina fuoria Bindi battuto.

La partita

Ancora il 'Nereo Rocco'. Di nuovo il 'Nereo Rocco': le ambizioni e i sogni del Pisa si incrociano con lo stadio di Trieste in una calda serata estiva. I nerazzurri sfidano il Pordenone in una gara che potrebbe realmente schiudere prospettive impensabili fino a qualche settimana fa. La squadra di D'Angelo si ritrova di fronte l'altra 'matricola' terribile del campionato, che come lei ha dato vita ad un campionato di B, dopo la promozione dalla C, esaltante: i Ramarri non sono di fatto mai usciti dalla zona playoff e adesso mirano, legittimamente, al grande salto.

Luca D'Angelo rispolvera il 3-5-2 per la sfida di stasera: dentro Meroni dal 1' al fianco di Benedetti e Varnier. Sugli esterni Pisano e Lisi a supporto di Siega, De Vitis e Gucher. In attacco fiducia ancora a Marconi: il posto dell'infortunato Masucci viene preso da Vido. Il Pordenone risponde con il consueto 4-3-1-2 con Tremolada (a Pisa nel 2011-2012) alle spalle di Candellone e Ciurria.

La gara si apre con un episodio dubbio in area pisana: al 3' Ciurria si incunea tra Benedetti e Lisi e crolla a terra al minimo contatto con il terzino sinistro. Sozza però non ha dubbi e indica il dischetto: si incarica della battuta Burrai che viene però ipnotizzato da Gori, che respinge lontano dalla porta la sfera. I nerazzurri (in tenuta gialla stasera) ci mettono quattro minuti a rispondere: combinazione sulla sinistra tra Lisi e Siega, che vede l'inserimento dalla parte opposta di Pisano. L'esterno da buona posizione calcia al volo: diagonale fuori.

Il gioco nel primo quarto d'ora è comandato dai padroni di casa, abili a tessere una fitta rete di passaggi nella zona centrale del campo per poi trovare lo sfogo della manovra con le folate dei tre attaccanti. La difesa nerazzurra però dopo lo sbandamento iniziale copre bene i varchi e spesso costringe i neroverdi a sparare palloni in alto senza concretezza. Il Pisa però fatica a entrare in ritmo una volta rientrato in possesso della palla: in particolare Gucher e compagni non trovano la giusta precisione negli scambi nella metà campo avversaria.

L'occasionissima prima della mezz'ora la costruisce il Pisa sfruttando il pezzo forte del suo gioco: lancio in profondità a sfruttare la percussione di Lisi, appoggio in mezzo all'area per Vido e slalom speciale dell'attaccante. Il numero 19 sulla linea di fondo salta due difensori e prova a sorprendere Bindi sul primo palo: il portiere si salva deviando d'istinto in corner. Ancora Pisa al 34' e nuovamente super risposta di Bindi, che vola sotto all'incrocio dei pali per togliere dalla porta il tracciante su punizione di Gucher. Dopo queste due fiammate ospiti il Pordenone stringe le maglie nella fase difensiva e ci si avvia così verso il finale della prima frazione.

Prima dell'intervallo però è ancora il Pisa che meriterebbe il vantaggio. Prima con due trattenute più che sospette in area friulana sugli sviluppi di un calcio d'angolo: Sozza però non punisce né il tocco su Marconi né quello su Pisano. Un minuto dopo Pisano pesca in area Siega: incornata a botta sicura, palla fuori di un soffio.

La seconda frazione si apre con il bel contropiede pilotato da Lisi dopo il corner del Pordenone respinto dalla difesa. Marconi riceve dal numero 23 e spara dal limite:diagonale bloccato da Bindi. Nell'azione successiva i Ramarri trovano il pertugio vincente con Tremolada che, inseritosi in area da destra, trova il rimorchio arretrato di Ciurria. L'attaccante controlla e calcia rasoterra col mancino: Gori stavolta non ci arriva, il Pordenone è avanti. I nerazzurri accusano il copo e non riescono a riportarsi nella metà campo neroverde con pericolosità. Anzi, è il Pordenone che va vicino al raddoppio con il colpo di testa mancato da Candellone da ottima posizione.

D'Angelo comprende che la sua squadra ha bisogno di energie e imprevedibilità per trovare il pareggio e decide di passare al 4-3-1-2. Fuori Meroni quindi per Soddimo e dentro anche Moscardelli al posto di Siega. E la scossa arriva al 69' su calcio piazzato. Soddimo pesca sul secondo palo Pisano che fa la sponda in area: Birindelli si ritrova con la porta spalancata a un metro, ma il numero 2 interviene in modo scomposto e colpisce clamorosamente la traversa.

Il Pordenone serra ulteriormente le file per proteggere il vantaggio e il Pisa risale con affanno il campo. Il peso specifico in attacco è aumentato ma la difesa neroverde si chiude con ordine. I nerazzurri si intestardiscono a puntare la retroguardia friulana e scoprono il fianco alle folate in contropiede degli avversari. Mazzocco all'83' spara altissimo dopo una bella cavalcata. Il Pisa non si arrende e all'85' sfiora ancora la rete con l'inzuccata di Marconi. Soddimo scodella un cross perfetto, il centravanti si alza in volo e colpisce a botta sicura: palla clamorosamente fuori. Nei 5' di recupero il Pisa costringe il Pordenone a giocare negli ultimi 16 metri, ma gli attaccanti nerazzurri non riescono a colpire con decisione verso la porta friulana.

Il tabellino

Pordenone - Pisa 1-0

Pordenone (4-3-1-2): Bindi; De Agostini, Bassoli, Barison, Vogliacco; Pobega (75' Misuraca), Burrai, Mazzocco (85' Almici); Tremolada (66' Zammarini); Candellone (66' Bocalon), Ciurria (85' Pasa). All. Tesser

Pisa (3-5-2): Gori; Benedetti (58' Birindelli), Varnier, Meroni (64' Soddimo); Lisi, Siega (64' Moscardelli), De Vitis, Gucher (70' Marin), Pisano (70' Ingrosso); Vido, Marconi. All. D'Angelo

Reti: 55' Ciurria (Pn)

Ammoniti: Burrai (Pn), Pobega (Pn)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: arbitro Simone Sozza; angoli 2-7 (1-3); recupero 0' e 5'; al 4' Gori (Pi) para il rigore a Burrai (Pn)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento