rotate-mobile
Sport

'1° Trofeo Sestilio Paletti': il Pisa chiude al secondo posto dietro al Carpi

All'Arena Garibaldi si è disputato il triangolare tra Pisa, Carpi e Roj Dortmund. Il Carpi si è aggiudicato la prima edizione del trofeo grazie a due vittorie

Serata di calcio amichevole all'Arena Garibaldi. Nell'ultimo appuntamento non ufficiale della preparazione prima dell'avvio ufficiale del campionato, i nerazzurri di mister Gautieri hanno affrontato nel triangolare intitolato a Sestilio Paletti il Carpi ed i tedeschi del Roj Dortmund.

Le liste delle tre squadre

Pisa: Petkovic, Campani, Birindelli, Longhi, Lisuzzo, Sabotic, Mannini, Maltese, Cuppone, Di Quinzio, Peralta, Carillo, Cernigoi, Giannone, Zammarini, Izzillo, Nacci, Favale, Masucci, Gucher, Ingrosso, Negro. All. Gautieri

Carpi: Serraiocco, Colombi, Vitturini, Capela, Sabbione, Verna, Romano, Concas, Giorico, Malcore, Mbakogu, Rossi, Poli, Mezzoni, Anastasio, Cavalieri, Pasciuti, Saric, Pachonik, Jelenic, De Marchi, Nzola, Hraiech. All. Calabro

Roj Dortmund: Hussem, Selim, Mazlum, Kahraman, Guney, Pascuale, Alan, Kagitar, Murad, Welat, Sami, Mirkan, Robin. All. Gruner

Roj Dortmund - Carpi 0-6

Nella prima mini gara da 45' sono scesi in campo il Roj Dortmund ed il Carpi. Gli emiliani partono subito forte, costringendo nella loro metà campo gli avversari. La squadra di mister Calabro si guadagna un calcio di punizione dal limite al 5'. Si incarica della battuta Malcore, che piazza la palla sul secondo palo e supera il portiere del Roj Dortmund, portando in vantaggio il Carpi. Al 10', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, di nuovo gli emiliani si propongono con pericolosità dalle parti della porte tedesca. Vitturini incorna al centro, ma sulla riga di porta un avversario devia la traiettoria sulla traversa.

L'andamento del confronto è a senso unico: De Marchi si inserisce in area dalla sinistra e si presenta davanti a Hussem, bravo a sbarrare la via del gol con i piedi. Intorno alla metà della mini gara Malcore trova il raddoppio per la squadra cadetta. Imbeccato sulla trequarti, brucia sul tempo la difesa del Roj Dortmund e supera Hussem in uscita, depositando la palla nella porta lasciata sguarnita. Trascorrono soltanto due minuti, e De Marchi sfiora il terzo gol. Soltanto un'altra parata superlativa di Hussem gli nega la gioia della rete personale a pochi passi dalla porta.

A dieci minuti dal termine finalmente De Marchi trova la via del gol, trasformando il calcio di rigore concesso per atterramento di Romano. Infine al 40' N'Zola sigla il poker emiliano, ribadendo in rete una respinta corta di Hussem sulla conclusione di Malcore, che aveva cercato la tripletta personale. Il Carpi non si accontenta, ed in rapida successione mette a segno il quinto ed il sesto gol. Prima Romano al 42' supera Hussem in campo aperto, e due minuti dopo Hraiech incrocia di potenza sul palo sinistro da posizione centrale in area di rigore.

Pisa - Carpi 0-1

I nerazzurri debuttano nel triangolare proprio contro gli emiliani. Di fatto la sfida è decisiva per l'assegnazione del trofeo. La squadra di mister Gautieri parte con un buon piglio, tenendo in mano il pallino del gioco nei primi cinque minuti del match. Il Carpi cambia quasi tutti gli uomini rispetto alla sfida contro il Roj Dortmund. Sono gli emiliani che passano in vantaggio al 7' sfruttando uno svarione difensivo del Pisa. Jelenic calcia un calcio d'angolo dalla sinistra: Masucci e Lisuzzo si ostacolano a vicenda sul primo palo, e la palla si infila in rete senza che Petkovic riesca ad intercettare la traiettoria.

Ancora Carpi al 12', con Mbakogu che si presenta a tu per tu con Petkovic dopo un rapido scambio sulla trequarti che prende d'infilata Ingrosso. Il portiere del Pisa è bravo a rispondere di piede al rasoterra dell'ivoriano. Il Pisa risponde al quarto d'ora, quando Zammarini raccoglie una palla vagante al limite dell'area biancorossa e conclude di potenza sul primo palo. Colombi è attento a deviare fuori dallo specchio.

A metà match Masucci scende sulla fascia sinistra, e serve la sovrapposizione di Negro. L'esterno crossa in mezzo per Peralta: il numero 11 tenta la sforbiciata, ma la difesa del Carpi allontana il pericolo. Al 27' i nerazzurri gridano al rigore: Masucci viene vistosamente atterrato da dietro, ma il direttore di gara non ravvisa gli estremi per il penalty.

C'è una nota decisamente negativa, con l'infortunio di Longhi che esce al 31' per un sospetto stiramento alla coscia destra e viene sostituito da Favale. Nei minuti finali della mini gara non succede praticamente più nulla, con il Carpi che riesce a gestire senza patemi la spinta del Pisa, ed i nerazzurri che possono recriminare ampiamente per il mancato rigore e l'unico infortunio difensivo che ha portato alla sconfitta. Gli emiliani con questo successo si aggiudicano il 'Trofeo Sestilio Paletti'.

Pisa - Roj Dortmund 5-0

Parte bene il Pisa, che si presenta immediatamente al tiro con Giannone da posizione defilata. Un difensore tedesco chiude in angolo. La supremazia territoriale nerazzurra viene premiata al 5'. Giannone serve al millimetro il taglio di Cuppone, che salta il portiere avversario e serve al centro dell'area Cernigoi, che di prima intenzione trova il gol del vantaggio. Ancora Cuppone al 9' si libera al limite dell'area convergendo sul destro, e conclude con un rasoterra che esce di poco a lato del secondo palo.

Raddoppio al quarto d'ora, con Cernigoi che all'altezza dell'area piccola trasforma un ottimo suggerimento di Giannone, che nel suo debutto assoluto all'Arena Garibaldi si mette in mostra con un ottimo dinamismo ed una buona tecnica individuale. Ed al 18' Cuppone si guadagna il calcio di rigore costringendo il difensore del Roj Dortmund ad atterrarlo. Dal dischetto Izzillo trova l'angolino alla destra di Hussem.

Ottima conclusione di Gucher al 24', che da posizione defilata sulla destra, a circa 15 metri dalla porta, lascia partire un bolide che lambisce l'incrocio dei pali alla destra di Hussem. Un minuto dopo clamorosa occasione fallita dal Pisa: prima Cuppone spara un missile che abbatte un difensore del Roj Dortmund sulla linea di porta, e sulla palla vagante Cernigoi trova il miracolo di Hussem che devia in angolo.

Poker nerazzurro al 40', grazie ad Izzillo che trova la seconda doppietta del match dopo quella di Cernigoi. Giannone addomestica la palla sulla destra nei pressi della riga di fondo. Il trequartista serve al centro Cernigoi, che offre una sponda perfetta ad Izzillo al limite: il numero 19 prende la mira ed esplode un destro potente che si infila sotto la traversa. Chiude il conto Nacci, che corregge in rete il lob smarcante di Giannone esattamente al 45'.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'1° Trofeo Sestilio Paletti': il Pisa chiude al secondo posto dietro al Carpi

PisaToday è in caricamento