Sport Pontedera

Pontedera-Catanzaro, le probabili formazioni | In attacco torna Grassi dopo un mese

L’attaccante rientra dopo l’infortunio alla spalla del 26 gennaio ed è pronto a guidare l’attacco granata nello scontro play-off con il Catanzaro. Tutti a disposizione per mister Indiani. I calabresi senza Marchi, Di Chiara e Calvarese

Pontedera-Catanzaro è un incrocio fondamentale sulla strada dei playoff. Vincendo i granata prolungherebbero il momento positivo, dopo il successo contro la capolista Frosinone e il 3-0 a tavolino con la Nocerina. E soprattutto prenderebbero 3 punti pesantissimi per confermare il nono posto. La vittoria varrebbe doppio in questo turno per il calendario delle avversarie. Il Prato infatti riposa, mentre Grosseto e Salernitana potrebbero togliersi punti nello scontro diretto. L’impresa è difficile, ma non impossibile, anche se la scorsa domenica il Catanzaro ha battuto il Perugia ed è tra le squadre più in forma del momento. Non perde dal 19 gennaio (e in tutto il campionato ha incassato solo 3 sconfitte), ha la miglior difesa del girone (16 reti subite) e non prende gol da 385’. Un osso duro per la truppa di Indiani, che però in questo campionato ci ha abituato alle sorprese.  

QUI PONTEDERA. Dopo 40 giorni dall’infortunio alla spalla che lo aveva messo ko contro la Salernitana, Luigi Grassi torna dal 1’ insieme ad Arrighini per guidare l’attacco granata. In due hanno segnato 23 reti in campionato. 'Gigio' dovrebbe prendere il posto di Manuel Pera, che non è al 100% per una contusione al collo del piede riportata la scorsa settimana. Rientra in difesa anche Pezzi dopo la squalifica, mentre i  dubbi a centrocampo sono tra Di Noia e Bartolomei per affiancare Caponi e Settembrini. Sugli esterni potrebbe essere spostato a destra proprio Pezzi per lasciare spazio a Gasbarro in difesa, mentre Regoli, Galli e Pastore si giocano una maglia. Indiani ha tutti a disposizione, eccetto i 'soliti noti' Lenzi, Cianci e Luperini. 

QUI CATANZARO. Come rispondere al fuoco del Pontedera? Il tecnico Oscar Brevi studia le mosse per fermare l’attacco granata e nella sua difesa bunker ritrova il centrale Rigione, al rientro della squalifica, ma deve fare a meno di Marchi (fermo per squalifica), Di Chiara (infortunio al polso sinistro) e Calvarese (operato al menisco). Scelte top secret alla vigilia. Potrebbe essere confermato il 3-5-2 che ha battuto il Perugia, ma con il rientro di Rigione dietro il modulo favorito è il 4-3-3. La scelta ruoterà intorno alla posizione di Vitiello, che potrebbe giocare al centro della difesa o sulla mediana. In attacco dubbio tra Germinale e Fioretti.  

CURIOSITA’. Nel girone di ritorno il Catanzaro ha sempre pareggiato con le toscane: 0-0 con Pisa e Prato e 1-1 contro il Viareggio.

Arbitra Simone Aversano di Treviso, assistenti: Marco Chiocchi e Filippo Malacchi di Foligno.

PONTEDERA (3-5-2): Ricci; Pezzi, Vettori, Gonnelli; Regoli, Settembrini, Caponi, Di Noia, Pastore; Grassi, Arrighini. A disp.: Addario, Gasbarro, Verruschi, Galli, Bartolomei, Pera, Picone. All.: Paolo Indiani.

CATANZARO (4-3-3): Bindi; Catacchini, Rigione, Ferraro, Bacchetti; Vacca, Vitiello, Benedetti; Germinale, Russotto, Madonia. A disp.: Scuffia, Rosania, Martignago, Morosini, Sabatino, Casini, Fioretti. All.: Oscar Brevi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera-Catanzaro, le probabili formazioni | In attacco torna Grassi dopo un mese

PisaToday è in caricamento