Sport

Pisa S.C. 1909: lavori in corso con sguardo attento al mercato

La squadra si è radunata agli ordini di mister D'Angelo e domani partirà per il ritiro di Storo. Delineato il programma delle due settimane in Trentino, con il Ds Gemmi al lavoro per definire la rosa

'Lavori in corso': è questo il cartello, scritto con caratteri cubitali, che idealmente campeggia all'ingresso dello spogliatoio del Pisa Sporting Club 1909, pronto a dare l'assalto alla stagione 2018-2019 con la partenza per il ritiro di Storo, in Trentino-Alto Adige. La truppa nerazzurra si è già riunita ieri agli ordini di mister D'Angelo, e domani muoverà alla volta della Valle del Chiese. Agli affari di campo fanno da contraltare i movimenti e le strategie di mercato, condotte con attenzione dal direttore sportivo Roberto Gemmi.

Prima sfoltire e poi acquistare

Il mantra che la società ha imposto al Ds ex Arezzo è chiaro e sintetico: senza le uscite (che saranno numerose) non potranno esserci innesti nella rosa. Il gruppo affidato a Luca D'Angelo è composto da oltre 30 elementi: troppi persino per una società di massima serie, figuriamoci per una squadra di Serie C. Gemmi quindi dovrà essere bravo a trovare le soluzioni migliori per abbassare il numero dei componenti dello spogliatoio e, soprattutto, il monte ingaggi che mensilmente il Pisa si trova a dover corrispondere ai propri tesserati. A partire da Ricci, passando per l'intero Cda nerazzurro, l'imprimatur dato alla prossima stagione è univoco: disputare un campionato da protagonisti, ma con costi decisamente più contenuti rispetto alla gestione dell'annata 2017-2018.

Com'è ovvio che sia, quindi, gli indiziati maggiori per l'addio alla maglia targata Adidas sono molti dei big che infarciscono la rosa: Ingrosso in difesa, Gucher e De Vitis in mezzo al campo, Eusepi, Negro e Masucci in attacco. Non è detto che tutti questi elementi al termine del calciomercato estivo faranno la valigia verso nuove destinazioni, ma è molto probabile che almeno tre o quattro dei calciatori con l'ingaggio più elevato saranno chiamati a fare una scelta ben precisa. Da parte sua la società ha il vantaggio di non sentirsi in debito con quasi nessuno degli attuali tesserati: la scorsa stagione è stata talmente deludente, dal punto di vista sportivo, che molti giocatori potranno lasciare l'Arena Garibaldi senza grossi rimpianti. Resta vivo l'interessamento del Lecce nei confronti di Gucher: il regista austriaco piace molto ai salentini, che sarebbero anche disposti ad effettuare uno scambio alla pari con Caturano, centravanti che ha già fatto coppia con Moscardelli in Puglia tre anni fa. Ma perché questo affare vada in porto c'è bisogno che almeno uno fra Eusepi e Negro trovi un nuovo club. Gemmi sta portando avanti i contatti con la Ternana e il Vicenza. Gli umbri potrebbero accettare di inserire nell'accordo il pisano Andrea Signorini (difensore centrale) come contropartita. Mentre i veneti hanno tutte le intenzioni di rilanciare le loro ambizioni dopo aver sfiorato il fallimento, e potrebbero affidare al numero 23 nerazzurro la voglia di riscossa. 

Il gioco del domino però è soltanto all'inizio, e la situazione è ancor più bloccata dalla situazione generale della Serie C. Ci sono diverse società in bilico, alcune ad un passo dal baratro del fallimento, e altre ancora che sperano nel ripescaggio. L'organico dei tre gironi, perciò, è molto lontano dalla definizione, e quindi le trattative stentano a decollare. Come la storia del calciomercato ha spesso insegnato, chi oggi chiede dieci fra qualche decina di giorni potrebbe accontentarsi di due. Per questo motivo l'unica cessione ufficiale è stata quella di Diego Peralta: l'attaccante mancino si è accasato al Novara con un contratto triennale. Le posizioni di Mannini e Lisuzzo invece non sono ancora delineate: da una parte la società vorrebbe limitare al minimo gli over 34, affiancando a Moscardelli soltanto un altro profilo di grande esperienza. Dall'altra il capitano ed il 'Sindaco' vorrebbero disputare un altro anno da giocatori del Pisa, per decidere con serenità cosa fare del loro futuro. Nei prossimi giorni ci saranno comunicazioni ufficiali.

In entrata i nomi più graditi a D'Angelo e Gemmi circolano da giorni: detto di Caturano, interessano De Rose e Calamai per il centrocampo, mentre per la batteria degli attaccanti si segue da vicino il profilo di Turchetta.

Il programma del ritiro

Oggi è iniziata la campagna abbonamenti, con la fase di prelazione dedicata agli abbonati dello scorso campionato che terminerà venerdì 10 agosto. La squadra ieri si è radunata all'Arena Garibaldi agli ordini di mister D'Angelo, del suo secondo Riccardo Taddei, del preparatore atletico Maurizio Pecorari e di quello dei portieri Claudio Rapacioli. Il gruppo si è diviso tra test, visite mediche e screening per una giornata interamente dedicata agli aspetti logistici e organizzativi di questa prima fase di preparazione. Domani il Pisa raggiungerà Storo e darà ufficialmente il via al ritiro.

Gli appuntamenti già messi a calendario prevedono un primo allenamento nel pomeriggio di domani, seguito nella giornata di sabato 14 luglio da una partitella a ranghi contrapposti sul terreno del 'Grilli'. In serata la squadra e l'intero staff saluteranno il pubblico nerazzurro nella Valle del Chiese, rendendosi disponibili per foto, autografi e saluti ravvicinati. Il lavoro proseguirà con doppie sedute di lavoro nella settimana successiva, con un allenamento congiunto con una rappresentativa locale previsto per mercoledì 18 luglio. Domenica 22 luglio alle ore 17 il Pisa sfiderà la Cremonese (militante in Serie B) allo stadio 'Grilli': in quel week end l'Associazione Cento allestirà un'esposizione nella quale i sostenitori nerazzurri potranno ammirare da vicino alcuni dei cimeli più importanti della storia dello Sporting Club, tra i quali la scarpa d'oro donata da Wim Kieft. L'ultimo appuntamento ufficiale della prima fase di preparazione in altura sarà l'allenamento congiunto con una rappresentiva locale mercoledì 25 luglio. Tre giorni dopo la squadra tornerà a Pisa per affrontare, domenica 29, la prima partita ufficiale dell'anno: il Primo Turno Preliminare di Coppa Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa S.C. 1909: lavori in corso con sguardo attento al mercato

PisaToday è in caricamento