Sport

Cessione Pisa 1909, la Curva chiama a raccolta i tifosi: "Se resta Petroni non si gioca"

Il ritrovo è alle 13.30 a San Rossore. L'intenzione, non dichiarata esplicitamente, è quella di impedire la partenza della squadra. A rischio dunque la gara contro il Cittadella

I tifosi erano già stati chiari all'assemblea dello scorso 5 dicembre alla Stazione Leopolda: "Con Petroni non si gioca". Un messaggio ribadito poi con gli striscioni appesi in città l'altra notte dopo l'interruzione della trattativa per la cessione dell'Ac Pisa 1909 al gruppo Magico srl. E oggi l'appuntamento che la Curva Nord dà a tutti i sostenitori nerazzurri ha in sé il nemmeno tanto implicito messaggio di cercare di impedire la partenza della squadra in vista della trasferta contro il Cittadella. Una sorta di remake della sfida amichevole, poi saltata, contro il Celta Vigo, quando i tifosi impedirono la partenza del pulmann che avrebbe dovuto condurre la squadra all'Arena.

"Nell'affollatissima assemblea alla Leopolda  della scorsa settimana, la città intera aveva espresso un'unica linea chiara e decisa: 'se non ci sarà il passaggio di proprietà non si giocherà...' - affermano in una nota i gruppi organizzati della Curva Nord - coerenti con la scelta presa tutti insieme il ritrovo per l'intera tifoseria è oggi, venerdì 16, dicembre, alle 13,30 a San Rossore fuori dal ristorante 'Poldino'. Pur essendo un giorno lavorativo - concludono dalla Nord - è fondamentale la presenza di tutti".
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cessione Pisa 1909, la Curva chiama a raccolta i tifosi: "Se resta Petroni non si gioca"

PisaToday è in caricamento