Sport Pontedera

San Marino – Pontedera 3-0 | Per i granata è notte fonda

Dopo un primo tempo da sbadigli gli uomini di Indiani crollano nella ripresa nella trasferta di San Marino. Nel giro di due minuti incassano due gol e la partita è chiusa. La reazione non c'è. Finale nervoso con tre espulsioni

Per un passo avanti ne arrivano tre indietro. Il Pontedera non riesce a dare continuità alla bella vittoria casalinga col la Spal e crolla inaspettatamente contro l'ultima in classifica. Da San Marino i granata escono con le ossa rotte. Sconfitti con un 3-0 che non ammette repliche. I tre punti lontano da casa restano un tabù per la squadra di Indiani, che lontano dal Mannucci non vince dal 19 ottobre (1-0 a Gubbio). Ma soprattutto preoccupa la mancata reazione dopo lo svantaggio. Le tante assenze non bastano come attenuante.

LA PARTITA. Oltre allo squalificato Bartolomei e agli infortunati Scardina, Tazzari, Madrigali e Gasbarro, Indiani deve rinunciare anche a Vettori, bloccato dall'influenza. Il tecnico si ritrova con una difesa e un centrocampo da inventare e prova la soluzione Grassi a centrocampo, lasciando la scena in attacco alla coppia Disanto-Libertazzi. E in un primo tempo da sbadigli gli unici sussulti sono proprio dei granata. Tutti firmati Disanto. L'attaccante fiorentino conclude debolmente tra le braccia di Caio Secco al termine di un contropiede. Dopo 20' il portiere brasiliano (appena arrivato dal Crotone) si fa sfuggire il pallone, ma Disanto non riesce ad agganciare. Al 24' ancora l'attaccante manda di poco fuori di testa un calcio di punizione di Caponi. Alla mezz'ora è Grassi a calciare da fuori area col sinistro al volo, ma trova la deviazione di un difensore. Poche emozioni prima di un secondo tempo da incubo. Nel giro di due minuti arriva la disfatta che non ti aspetti. Perché al 57', alla prima vera occasione, il San Marino passa in vantaggio con un sinistro al volo in area di Coto, che trafigge Cardelli sfruttando la deviazione aerea di Redolfi su una punizione da centrocampo. Dopo 2' arriva il raddoppio dei padroni di casa su calcio di rigore, per un fallo di Redolfi su La Mantia. L'attaccante dal dischetto spiazza Cardelli e chiude la partita. Il tiro di Galli al 67' resterà l'unica conclusione del Pontedera. Impalpabile nella reazione. Neanche il 4-2-3-1 varato da Indiani, con Cesaretti al posto di Polvani e Grassi spostato in avanti, riesce a incidere. Anzi, il pomeriggio nero si completa  all'85', quando l'arbitro fischia un altro rigore per il San Marino per un tocco di mano di Galli su cross di Cicarevic. Stavolta è Sensi (dopo aver calciato per due volte) a segnare e sigillare la partita. Per i granata è davvero notte fonda. E il finale non è migliore. Prima viene espulso La Mantia (fallo su Videtta a centrocampo), poi l'arbitro caccia Galli e Bationo per una lite violenta proprio davanti alla panchina del San Marino.

SAN MARINO – PONTEDERA 3-0

SAN MARINO (4-2-3-1): Caio Secco 6; Bregliano 6, Cammaroto 6.5, Benassi 6.5, Cruz 6.5; Soligo 6, Magnanelli 6; Coto 7 (77' Cicarevic 6.5), Sensi 7 (87' Bangoura s.v.), Valeriani 5.5 (52' Bationo 6); La Mantia 6.5. A disp.: Vivan, Fogacci, Varone, Bangal. All.: Fabrizio Tazzioli.

PONTEDERA (3-5-2): Cardelli 6; Videtta 5.5, Redolfi 4.5, Polvani 5 (66' Cesaretti 5); Luperini 5.5, Grassi 5.5, Caponi 5.5, Settembrini 5.5, Galli 5; Disanto 5.5 (87' Gori s.v.), Libertazzi 5. A disp.: Anacoura, Sandro Madrigali, Saverio Madrigali, Segoni, Romiti. All.: Paolo Indiani.

ARBITRO: Pasquale Boggi di Salerno, assistenti: Marcello Rossi di Novara e Salvatore Affatato di Verbano-Cusio-Ossola.

RETI: 57' Coto, 59' rig. La Mantia, 86' rig. Sensi

NOTE: ammoniti: Bregliano, Coto, Soligo. Espulsi La Mantia al 90', Bationo e Galli al 92'.  Angoli: 2-4. Recupero: 1' + 3'. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Marino – Pontedera 3-0 | Per i granata è notte fonda

PisaToday è in caricamento