Martedì, 21 Settembre 2021
Sport Pontedera

Siena-Pontedera 2-0 | I granata non fanno il bis, i playout sono più vicini

Il Pontedera non ripete la vittoria di Arezzo ed esce sconfitto nel derby con il Siena. Decidono i gol di Ficagna e Mastronunzio. I granata tornano a soli 6 punti dalla zona playout

Il Pontedera dovrà sudare ancora per guadagnarsi la salvezza. Questo il verdetto che emette il derby dall'Artemio Franchi, dove i granata perdono 2-0 contro il Siena. La squadra di Indiani delude nella seconda trasferta consecutiva e non dà continuità alla vittoria di Arezzo, cadendo sotto i colpi di Ficagna (al ritorno al gol dopo quasi cinque anni) e Mastronunzio. Il Siena, contestato fin dai primi minuti dai propri tifosi, torna a vincere dopo oltre un mese e dimostra di interpretare meglio la partita. Il Pontedera poteva rientrare in corsa con la traversa colpita da Scappini dopo l'1-0 bianconero, ma nel complesso non si è mai dimostrato superiore alla squadra di Carboni, faticando a costruire occasioni. Un ko che riporta i granata nella zona a rischio. I playout tornano a soli 6 punti di distanza e il prossimo derby contro la Lucchese diventa un vero e proprio scontro-salvezza.

LA PARTITA. E' un Siena tutto diverso rispetto a quello visto contro la Maceratese. Carboni sceglie la difesa a tre puntando sul 3-5-2, con Celiento, Ficagna e Paramatti dietro, Pellegrini e Masullo sugli esterni e La Vista, Minotti e Fella a completare il centrocampo. In attacco la coppia Cori-Mastronunzio.
Indiani invece deve fare i conti con l'infortunio di Della Latta e a centrocampo dà spazio a Luperini e all'ex bianconero Cannoni, con Andrea Gemignani e Sane sulle fasce. In difesa Videtta e Sorbo affiancano Vettori, mentre davanti ci sono Disanto e Kabashi alle spalle di Scappini.

Poco pubblico e contestazione all'Artemio Franchi per il Siena reduce dalla brutta eliminazione in Coppa Italia contro il Foggia e protagonista fin qui di un girone di ritorno deludente. Ma i bianconeri iniziano il derby col piglio giusto, mentre l'approccio del Pontedera è da dimenticare. I granata provano a fare la partita, ma sbagliano troppo in fase di impostazione agevolando il pressing del Siena, che colleziona tre palle gol in dieci minuti. Al 7' Cardelli respinge il destro da fuori area di Minotti e sul corner successivo è Cannoni a salvare sulla linea il colpo di testa di Paramatti. Sulla respinta Pellegrini manda il pallone di poco a lato e al 12' è ancora decisivo l'intervento di Cardelli sul colpo di testa di Cori. Il gol bianconero è nell'aria e arriva al 15' con l'incornata di Ficagna, che ruba il tempo alla difesa granata e gira in rete di testa il cross di La Vista. Serviva una sberla per svegliare il Pontedera, che dopo lo svantaggio reagisce immediatamente grazie a un'invenzione di Scappini, che colpisce la traversa col sinistro in diagonale. Il ritmo della partita aumenta, i cambi di gioco sono frequenti ed è sempre il Siena a dare l'impressione di essere più pericoloso. Alla mezz'ora tocca ancora a Cardelli salvare con i piedi sull'inserimento di Masullo. I granata sciupano troppo a centrocampo, ma restano in partita puntando sulla corsa di Sane e Disanto per creare problemi a un Siena attento a chiudere ogni spazio. Prima dell'intervallo solo un colpo di testa di Scappini su punizione riesce a superare la retroguardia bianconera.

La ripresa inizia con un Pontedera più intraprendete, attivo sulle corsie esterne e pericoloso con le conclusioni di Disanto (destro dal limite che finisce sopra la traversa) e Cannoni, che da buona posizione si fa bloccare il tiro da Montipò. Carboni vede il Siena meno pimpante e mette forze fresche a centrocampo con Torelli al posto di Fella. E al 57' la Robur chiude la partita, con un'altra azione da calcio d'angolo: Cori salta sul corner di Minotti, Cardelli para ma sulla respinta Mastronunzio ribadisce in rete di testa. Indiani è infuriato e rivoluziona la squadra per provare a rimettere in piedi la partita: Luperini e Cannoni lasciano il posto a Daniel Gemignani e Bazzoffia, con un 4-3-3 che vede l'ex Cittadella in attacco e Kabashi arretrato a centrocampo. Anche Carboni cambia in mezzo al campo con Burraial posto di La Vista. Il Pontedera reagisce ma fatica troppo ad arrivare al tiro. L'unico tentativo arriva al 69' con il colpo di testa del solito Scappini che impegna Montipò. Indiani gioca l'ultima carta facendo entrare Gioè al posto di Videtta e passando al 4-2-3-1. I bianconeri si compattano con la difesa a cinque e Carboni (che nel finale viene allontanato per proteste) inserisce Yamga per Mastronunzio in attacco. Ma per il Siena gli ultimi minuti sono una cavalcata senza troppi ostacoli verso il ritorno alla vittoria.

SIENA – PONTEDERA  2-0

SIENA  (3-5-2-): Montipò 6; Celiento 6.5, Ficagna 7, Paramatti 6.5; Pellegrini 6.5, La Vista 6.5 (19' st Burrai 6), Minotti 7, Fella 6 (10' st Torelli 6.5), Masullo 6.5; Cori 7, Mastronunzio 6.5 (33' st Yamga s.v.). A disp.: Bacci, Rozzi, Beye, Saba, Boron, Cedric, De Feo, Portanova. All.: Guido Carboni

PONTEDERA (3-4-2-1): Cardelli 6.5; Videtta 5.5 (26' st Gioè 5), Vettori 6, Sorbo 6; A.Gemignani 6, Cannoni 5 (14' st Bazzoffia 5), Luperini 5 (14' st D.Gemignani 5.5), Sane 6; Disanto 5.5, Kabashi 5.5; Scappini 6. A disp.: Citti, Chiesi, Risaliti, Pizza, Supino, Tazzari. All.: Paolo Indiani

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze, assistenti: Lorenzo Li Volsi di Firenze e Marco Cecchi di Pistoia

RETI: 15' pt Ficagna, 12' st Mastronunzio

NOTE: ammoniti: Celiento, Masullo, La Vista, Cori, Videtta, Cannoni, Vettori. Angoli: 11-5. Recupero: 3' +  3' 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siena-Pontedera 2-0 | I granata non fanno il bis, i playout sono più vicini

PisaToday è in caricamento