Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport Porta a Lucca / Via Federico Chiarugi

Il Cus Pisa va alla riscoperta della storia sportiva pisana

L'associazione, uscita vittoriosa dalla regata Pisa-Pavia, ha intenzione di organizzare una serie di eventi per riportare l'attenzione su grandi campioni che hanno fatto la storia dello sport cittadino e non solo

Il gradito, apprezzato, e sacrosanto rilancio della Pisa-Pavia, ha riscosso, in città, unanimi consensi. L’Arno ha premiato gli sforzi del Consiglio Direttivo e del Presidente Denny Innamorati, consegnando alla barca pisana una vittoria attesa da tre lunghi anni, ma il successo organizzativo sarebbe stato comunque tangibile con qualunque altro risultato. Il calendario di eventi, il coinvolgimento delle associazioni, le mostre, le conferenze, i concerti: è emersa chiara la volontà di recupero della tradizione storica e soprattutto remiera. Il canottaggio è una disciplina di sudore e sacrificio, che spesso lavora nell’ombra, l’intento del CUS è quello di riportarla sempre più in auge, facendo conoscere la Regata in ambito internazionale e rilanciando iniziative e progetti per le prossime edizioni, andando a completare il lavoro iniziato quest’anno.

“Non mi piace parlare di sport minori - commenta il presidente Denny Innamorati - diciamo che alcune discipline riscuotono a volte minore attenzione, ma il compito di un Centro Sportivo come il nostro è quello di adoperarsi per dare la giusta visibilità a tutte, soprattutto se di interesse per gli universitari. La promozione sportiva del CUS Pisa lavora con lo sguardo rivolto al futuro, alle nuove collaborazioni, al rilancio delle manifestazioni, al reperimento risorse, ma non dimentica il passato e le discipline che hanno dato lustro allo sport pisano”.

Fresco e facile esempio, la volontà di riportare all’ordine del giorno l’intitolazione del Palazzetto pisano, a Sergio Carlesi, cussino ma prima di tutto grande uomo di sport, e figura amatissima e molto conosciuta in città. Prima atleta di valore nazionale (cinque titoli italiani assoluti) e internazionale, quindi validissimo istruttore di tanti altri lottatori, tra i quali è facile ricordare Fiorenzo Meucci e Mario Cerrai. Esiste una delibera di Giunta, in Comune, può essere il momento di riportarla all’ordine del giorno, e contemporaneamente lavorare ad un Comitato Organizzatore, ad un tavolo di confronto tra gli Enti dove possa nascere il progetto una grande festa dello sport pisano, un evento di richiamo nazionale, da tenersi nel “nuovo” Palazzetto, in cui la Lotta abbia il giusto spazio e l’adeguato riconoscimento.

In cantiere altre iniziative, una su tutte, il recupero della memoria sul basket pioneristico del dopoguerra. La pallacanestro pisana e cussina ha avuto un grande alfiere, Sauro Bufalini. Eletto nel miglior quintetto dei Campionati Europei del '68 a Tampere, come miglior rimbalzista, pivot della blasonatissima Ignis Varese degli anni sessanta, colonna portante della Nazionale (116 presenze), presente ai Giochi Olimpici di Tokio del 1964, di Città del Messico del 1968, ma anche a tre campionati europei oltre a due Giochi del Mediterraneo ed ai Campionati Mondiali FIBA che si svolsero nel 1967 in Uruguay. La carriera di Bufalini prende le mosse dal campetto all’aperto di Piazza dei Cavalieri, limitrofo alla palestra in cui il mitico Sergio Scarselli istruiva i suoi lottatori. La recente trasmissione televisiva “Italia Basket Hall of Fame”, in onda su Sportitalia 2 e condotta da Guido Bagatta, ha organizzato una premiazione in cui è stato assegnato un giusto riconoscimento non solo a Bufalini, ma anche a Bruno Duranti, arbitro pisano di fama internazionale. Il CUS Pisa tutto, Consiglio Direttivo in testa, con la sezione Basket come partner imprescindibile, si stanno adoperando per far uscire, nei prossimi mesi, il lancio di iniziative volte a richiamare e valorizzare anche questa parte di storia sportiva cittadina, conosciuta in misura maggiore altrove, questo è il paradosso, piuttosto che a Pisa. L’idea è quella di una grande festa per inaugurare il nuovo campo all’aperto di via Chiarugi, con le presenza di personalità illustri dal mondo cestistico nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cus Pisa va alla riscoperta della storia sportiva pisana

PisaToday è in caricamento