Sport

Teramo - Pisa 1-1 | Trasferta difficile: palo al 90' del Teramo

Clima difficile al 'Gaetano Bonolis' per il Pisa, sia per la pioggia che per la pressione dei padroni di casa, dominanti nel primo tempo. Nel secondo nerazzurri salvati dal palo allo scadere. Si torna a casa con un punto prezioso

Prosegue la striscia positiva (e la buona stella) del Pisa. Quello di Teramo è un nuovo punto guadagnato, raccolto in un campo difficile contro una squadra, quella dei biancorossi, pressante ed abile nel possesso palla, per lunghi tratti padrona del campo (10 angoli a 0) e pericolosissima sui calci piazzati.

I nerazzurri non sono quasi mai riusciti a rendersi pericolosi, ma almeno sono stati più presenti in campo nel secondo tempo. Non uno scandalo il pareggio, per quanto ai punti avrebbe meritato il Teramo. Il palo al 90' colto da Petrella con un tiro ciccato è un po' il riassunto del match: hanno fatto di più i biancorossi, ma non abbastanza. Quantomeno non sono stati fortunati. 

Il Teramo si schiera con il solito 3-5-2, davanti ci sono Petrella e Moreo, Amadio e Cenciarelli a far girare la squadra in mezzo al campo. Quello del Pisa è di fatto un 4-3-1-2, con Mannini mezzala sinistra e Sanseverino trequartista dietro le due punte Cani e Varela.

PRIMO TEMPO. Primi minuti di studio che vengono interrotti dal vantaggio del Pisa. Buona manovra dei nerazzurri che al 5' arrivano sulla fascia sinistra con Sanseverino, che appoggia dietro per Mannini che crossa; Cani tocca con la punta ed il pallone finisce sul secondo palo dove l'accorrente Verna appoggia di piatto destro all'incrocio, 0 a 1. Avvio quindi positivo per il Pisa.

Il Teramo però si dimostra squadra di carattere e di ottimo palleggio. Subito reagisce ed alza il pressing. Lisuzzo sbroglia un paio di cross, che cominciano ad arrivare numerosi in area nerazzurra. Al 12' un retropassaggio di testa di Rozzio mette i brividi a Bacci, che si vede anticipato da Moreo; l'attaccante biancorosso a porta vuota calcia sopra la traversa. Il Pisa non si sveglia e resta schiacciato. Al 15' punizione dai 20 metri centrale per i biancorossi, botta di Moreo centrale, respinge Bacci.

Petrella di testa ci prova al 19' su cross di Scipioni, abbondantemente a lato. Gioca solo il Teramo. Al 24' il pareggio meritato: Amadio dalla trequarti sinistra batte una punizione morbida sul secondo palo, Polverini è scavalcato e torre verso il centro, Perrotta tutto solo la mette dentro, 1 a 1. I padroni di casa continuano a spingere e pressare, i nerazzurri non riescono ad uscire e le poche transizioni offensive sono lente o imprecise. I ritmi calano vistosamente e la partita si spegne. L'ultimo sussulto c'è al 42' con Cecchini che salta Dicuonzo e mette in area un cross basso invitante, ma che nessuno raccoglie.

SECONDO TEMPO. Si parte subito con una punizione di Mannini dai 22 metri, alta di poco sopra la traversa. Poi ancora tanto Teramo. Al 4' Amadio pesca su calcio d'angolo Scipioni sul secondo palo; piattone verso la porta, Bacci non vede arrivare il pallone fino al riflesso miracoloso con il piede per respingere il pallone. Al 5' bis: stavolta in anticipo sul primo palo batte al volo Moreo, salva sulla linea Ricci.

Break del Pisa con Sanseverino. All'11' ci prova da posizione defilata in area dopo un cross e contro-cross, debole, para Tonti. Al 14' cerca l'eurogol a giro da fuori area, para ancora il portiere biancorosso. Al 19' l'occasione migliore del Pisa: Sanseverino pesca in area Ciani che lotta, riesce di forza a liberarsi, ma Perrotta libera prima del tiro a colpo sicuro. La partita ora è più aperta ed in equilibrio. Al 20' Petrella da destra scambia con Da Silva, uno-due e tiro, alto. Al 25' botta di Amadio da fuori, risponde in tuffo Bacci.

Ancora più Teramo in campo, ma il Pisa è meno succube delle iniziative biancorosse. Al 31' Ricci si inventa un gran tiro dai 30 metri, Tonti in tuffo para ma il guardalinee indica rimessa dal fondo. Al 37' ci prova Da Silva dal limite del''area, fuori. I ritmi finora sostenuti calano. L'ultimo brivido al 90': altra combinazione veloce Petrella-Da Silva, il pallone del secondo mette il primo davanti a Bacci, il talento del Teramo in scivolata calcia sbucciando il pallone, che rimbalza davanti il portiere e lo scavalca, finendo a baciare il palo; spazza poi via la difesa.

TABELLINO

TERAMO (3-5-2): Tonti, Scipioni, Perrotta, Cenciarelli (Paolucci 30' st), Caidi, Speranza, Calvano (Da Silva 17' st), Amadio, Moreo (Le Noci 41' st), Petrella, Cecchini. A disp.: Narduzzo, Altobello, Brugaletta D'Orazio, Loreti, Paolucci, Palma, Monni, Le Noci, Da Silva, Di Paolantonio. All.: Vivarini.

PISA (4-3-1-2): Bacci, Dicuonzo, Rozzio, Polverini, Lisuzzo; Mannini, Verna, Ricci; Sanseverino (Di Tacchio 38' st); Cani (Frugoli 34' st), Varela (Peralta 28' st). A disp.: Brunelli, Giacobbe, Crescenzi, Di Tacchio, Provenzano, Peralta, Fautario, Starita, Frugoli. All.: Gattuso.

RETI: Verna (5' pt), Perrotta (24' pt)

AMMONITI: Varela (45' pt), Rozzio (7' st), Bacci (24' st), Mannini (48' st), Speranza (48' st)

ANGOLI: 10 - 0

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teramo - Pisa 1-1 | Trasferta difficile: palo al 90' del Teramo

PisaToday è in caricamento