Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Ternana-Pisa 1-4 | Nerazzurri superstar: il poker è servito

Prestazione strepitosa dei ragazzi di D'Angelo che annientano la Ternana. Ancora decisivo Lorenzo Lucca, prima gioia per Cohen

Tre su tre, come pochissime volte era accaduto nella pluricentenaria storia del calcio nerazzurro. Il Pisa Sporting Club dà una lezione di tattica, tecnica e organizzazione a domicilio e torna da Terni con un 4-1 strepitoso, che mette in evidenza anche un paio dei 'gioiellini' arrivati nel corso della sessione estiva del calciomercato. Lorenzo Lucca piazza la terza zampata della sua stagione con un altro riassunto di potenza e tecnica, e poi si concede anche il lusso di irridere la difesa avversaria e fornire l'assist a Cohen, bravissimo a cogliere l'occasione per il primo sigillo in nerazzurro. Pisa primo a punteggio pieno dopo tre giornate.

Spettacolo, colpi di scena e anche una carezza dalla fortuna nella prima frazione del Liberati. La Ternana parte forte, cercando di mettere in chiaro fin da subito la volontà di sovvertire l'esito negativo delle prime due uscite stagionali, che hanno lasciato i neroverdi a bocca asciutta. Il Pisa non si scompone e il 4-3-1-2 disegnato da D'Angelo con l'avanzamento di Gucher sulla trequarti porta frutti positivi dopo pochi minuti. Prima il capitano si presenta a tu per tu con il portiere avversario dopo uno svarione nel palleggio della difesa di casa: il Var non evidenzia tocchi da penalty. Due minuti il capitano pennella il corner sul destro di De Vitis, che brucia tutti e deposita in rete. La Ternana risponde con la stessa moneta: colleziona una serie di calci d'angolo che però vengono ben controllati dalla difesa nerazzurra. Fino al quinto calciato alla mezz'ora, quando Marin si fa anticipare e finisce per colpire Palumbo. Sul dischetto Donnarumma è glaciale e realizza l'1-1. Le trame su calcio piazzato questo pomeriggio funzionano però per il Pisa, che al 32' ritrova il vantaggio al termine di un'azione rocambolesca. Iannarilli mette due pezze monumentali sull'incornata di Tourè e sulla ribattuta di Marsura: la palla si impenna vicino alla riga di porta e Sorensen sbaglia tutto finendo per segnare un'autorete clamorosa. Rientrati in campo dopo l'intervallo i padroni di casa tentano di riproporsi con convinzione in attacco, ma sbattono sulla granitica difesa nerazzurra. Dalla parte opposta il Pisa può contare su un Lorenzo Lucca in formato deluxe: il centravanti approfitta di un errore in impostazione degli avversari, accelera verso l'area di rigore e poi fulmina Iannarilli con un diagonale rasoterra imprendibile. E' il colpo del KO per i padroni di casa che non trovano le chiavi giuste per scardinare il dispositivo difensivo dello Sporting Club. E la gara si chiude con il punto esclamativo apposto da Cohen. Ancora una volta protagonista Lucca  che brucia il diretto marcatore ed entra in area di rigore: palla a rimorchio per l'israeliano che di potenza gonfia la rete.

La partita

Si torna in campo dopo la sosta per le gare delle Nazionali, e il Pisa lo fa in una gara che profuma molto di 'derby'. La terza giornata del campionato di Serie B infatti propone ai nerazzurri di Luca D'Angelo la sfida in casa della Ternana guidata dal livornese doc Cristiano Lucarelli. Si tratta anche di un prematuro testa-coda: lo Sporting Club si presenta al Liberati a punteggio pieno dopo le due vittorie casalinghe nelle altrettante partite disputate finora; gli umbri invece hanno steccato sia in casa con il Brescia che sul terreno della Reggina.

D'Angelo riparte dal 4-3-1-2 lanciando dal 1' per la prima volta Beruatto sulla corsia difensiva mancina. Conferme per Caracciolo e Leverbe al centro della retroguardia e Birindelli a destra. In mezzo al campo trova una maglia da titolare De Vitis accanto a Marin e Tourè: capitan Gucher avanza sulla trequarti alle spalle di Lucca e Marsura. 4-2-3-1 invece per i padroni di casa: i rossoverdi puntano sull'attacco guidato da Donnarumma e ispirato da Falletti.

Gli umbri cercano di partire forte e mettere alle corde il Pisa, ma il primo episodio dubbio del pomeriggio avviene nell'area di rigore rossoverde. La circolazione di palla dei padroni di casa è troppo compassata e la pressione di Lucca su Sorensen spalanca la via della porta a Gucher al 7'. Il capitano va a tu per tu con Iannarilli: il portiere di casa gli esce sui piedi, Gucher vola per terra e c'è bisogno del 'silent check' della sala Var: nessun penalty e l'azione prosegue. Ma due minuti scarsi dopo i nerazzurri mettono la freccia. Proprio il capitano pennella al millimetro il primo corner della gara: il taglio sul primo palo di De Vitis è vincente. 0-1 per il Pisa.

La reazione della Ternana si concretizza in una serie di quattro corner consecutivi ben disinnescati dalla difesa del Pisa. Al quinto, però, c'è la seconda svolta del pomeriggio. Marin sbaglia il tempo dell'intervento e colpisce Palumbo, bravo ad anticiparlo: stavolta il penalty è netto e si incarica della battuta Donnarumma. Il centravanti spiazza Nicolas e alla mezz'ora il punteggio torna in parità. Trascorrono due giri di lancette e la formazione di Luca D'Angelo trova il secondo vantaggio. Ancora una pennellata da calcio piazzato di Gucher che trova a centro area Tourè: l'incornata del mediano chiama all'intervento strepitoso Iannarilli, che toglie la palla dall'angolino. Sulla ribattuta piomba Marsura che ribadisce verso la porta: ancora Iannarilli con un miracolo, Sorensen però sbaglia tutto e spinge la palla nella propria porta.

La seconda frazione riprende con lo stesso spartito: la Ternana spinge alla ricerca del secondo pareggio, il Pisa si difende in buon ordine con l'intenzione di colpire in ripartenza gli avversari. Falletti e Donnarumma sono i più attivi nella linea offensiva rossoverde, ma la retroguardia è poco concentrata e al 57' regala a Lucca la palla del tris. Il centravanti si fionda come un rapace sulla palla vagante, entra in area e nonostante la pressione di Boben fulmina Iannarilli sul palo più lontano. Rasoterra diagonale in buca e 1-3.

La Ternana ci mette una decina di minuti per riordinare le idee, nei quali Lucarelli corre ai ripari cambiando tre quarti della linea offensiva. Al 67' Partipilo, entrato dalla panchina, salta secco Beruatto e dal fondo pesca Mazzocchi in area: inzuccata potente ma molto alta. Poi non accade più nulla fino ai dieci minuti finali: la difesa nerazzurra è attenta a tenere lontani dalla propria area i pericoli e la Ternana è costretta ad alzare tanti palloni con la speranza di pescare le sponde vincenti. Anzi, c'è il tempo per il punto esclamativo dei nerazzurri con Cohen, che all'85' rompe il ghiaccio con la Serie B scaraventando in rete lo strepitoso suggerimento di Lucca. Il centravanti scherza Celli con fisico e tecnica, entrando come il burro nell'area umbra dalla destra: il numero 9 alza la testa e serve l'accorrente Cohen, che con il mancino di pontenza gonfia la rete. Poker nerazzurro.

Il tabellino

Ternana-Pisa 1-4

Ternana (4-2-3-1): Iannarilli; Ghiringhelli (59' Partipilo), Sorensen, Boben, Martella (68' Celli); Palumbo, Salzano; Furlan (74' Peralta), Falletti (59' Paghera), Mazzocchi; Donnarumma (59' Pettinari). All. Lucarelli

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli, Leverbe, Caracciolo, Beruatto (70' Hermannsson); Tourè, Marin, De Vitis (87' Nagy); Gucher (70' Sibilli); Marsura (79' Cohen), Lucca (87' Masucci). All. D'Angelo

Reti: 9' De Vitis (P), 30' Donnarumma (T) rig., 32' Sorensen (T) autorete, 57' Lucca (P), 85' Cohen (P)

Ammoniti: Ghiringhelli (T), Gucher (P), Sorensen (T), Leverbe (P)

Note: arbitro Fabio Maresca; angoli 6-2 (6-1); recupero 0' e 4'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana-Pisa 1-4 | Nerazzurri superstar: il poker è servito

PisaToday è in caricamento