Sport

Torino – Pisa 4-0 dts | Nerazzurri eroici per 90', il Toro passa solo ai supplementari

Nei tempi regolamentari il Pisa imbriglia i granata, che guadagnano la qualificazione con un poker ai supplementari. In gol Ljajic, Maxi Lopez, Boyé e Belotti

Per 90' il Pisa riesce a prendere il Toro per le corna. Poi arrivano i supplementari e una partita che resterà comunque nella storia nerazzurra vede passare la squadra di Mihajlovic per 4-0. I granata trovano la qualificazione solo nei tempi supplementari, grazie a un'invenzione di Ljajic, che precede la goleada nel secondo tempo supplementare. Il tecnico serbo infatti deve ricorrere all'artiglieria pesante per avere la meglio sulla squadra di Gattuso. Per 90' il Pisa si difende con una resistenza eroica, e nell'ultimo quarto d'ora dei tempi regolamentari è costretto addirittura a giocare in 10 per l'infortunio di Lazzari a cambi esauriti. Una prestazione che conferma ancora una volta la solidità difensiva e lo straordinario carattere dei nerazzurri. Le brutte notizie arrivano solo dai tanti infortuni (Avogadri, Birindelli e Lazzari), che peseranno come un macigno fin dalla prossima partita di campionato, sabato in casa della Pro Vercelli.

LA PARTITA.  Ampio turnover in entrambe le squadre, come previsto. Gattuso lascia in panchina Lisuzzo, Longhi, Verna, Di Tacchio e Paralta, scegliendo il 4-4-2 con Ujkani in porta, Birindelli e Fautario terzini (entrambi all'esordio) e Del Fabro-Avogadri come coppia centrale. A centrocampo Golubovic e Gatto esterni, con Lazzari e Sanseverino in mezzo. Montella e Cani la coppia d'attacco.
Il Torino conferma il modulo (4-4-3), ma cambia praticamente tutta la squadra rispetto a quella vista nell'ultima giornata di campionato contro il Chievo. L'ex Padelli in porta, difesa con De Silvestri, Ajeti, Bovo e Moretti. A centrocampo Lukic in regia con Acquah e Obi a fianco, mentre nel tridente d'attacco ci sono Boyé e Martinez a sostegno di Maxi Lopez.

PRIMO TEMPO. Il Torino parte forte e va subito vicino al gol dopo due minuti, con il colpo di testa di Martinez su punizione di Bovo che sfiora l'incrocio dei pali. Il Pisa cerca di stare corto e chiudere le linee di passaggio alla squadra di Mihajlovic, che al 15' deve già giocarsi il primo cambio. Obi lascia il posto a Gustafson per un problema muscolare, e col passare dei minuti il pressing del Torino aumenta i giri. In due minuti prima Martinez calcia sull'esterno della rete, poi Ujkani fa il miracolo al 20' sul tiro ravvicinato di Acquah. La manovra dei granata è incessante ma prevedibile. Il Pisa riesce ad assorbire l'urto, però non riesce mai a ripartire. I nerazzurri si affacciano dalle parti di Padelli solo con qualche calcio di punizione dalla trequarti. Fino all'intervallo il Torino costruisce una sola occasione (diagonale di Boyé al 44' di poco fuori di poco), ma almeno per un tempo il Pisa riesce a tenere lo 0-0.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con un cambio forzato per Gattuso: Avogadri si fa male dopo un contrasto con Maxi Lopez e lascia il posto a  Lisuzzo. Il pallone calciato via con rabbia da Mihajlovic dà l'idea del momento del Torino, che continua a fare gioco senza riuscire a sfondare. Il Pisa però paga ancora dazio per un infortunio. Al 59' si fa male anche Birindelli. Al suo posto entra Peralta sulla fascia destra, con Golubovic arretrato sulla linea di difesa. Mihajlovic invece manda dentro i titolari e tenta la carta Ljajic al posto di Lukic. Al 67' Gattuso si gioca l'ultimo cambio, con Longhi al posto di Gatto. Il muro nerazzurro ribatte colpo su colpo i tentativi del Torino, pericoloso con un bolide dal limite di Acquah che passa di poco sopra la traversa, Al 70' però è il Pisa a far tremare lo stadio granata: da calcio d'angolo Lisuzzo calcia in porta la sponda aerea di Del Fabro e Padelli fa il miracolo deviando a lato con la punta delle dita. Nell'ultimo quarto d'ora Mihajlovic manda dentro anche Belotti, ma il Pisa deve giocare in dieci per l'infortunio di Lazzari. A cambi esauriti i nerazzurri tengono botta con il 4-4-1 che vede solo Cani davanti. Il Torino ci prova dalla distanza e sfiora il vantaggio all'82' con il destro di Maxi Lopez che colpisce l'incrocio dei pali. Ma il muro regge fino al 90' (più sei minuti di recupero) e porta il Torino ai supplementari.

TEMPI SUPPLEMENTARI. Il sogno finisce dopo due minuti del primo tempo supplementare, con il destro di Ljajic dal limite dell'area che si infila sotto l'incrocio. L'assedio del Torino prosegue proprio come si era concluso nei tempi regolamentari. Al 96' Ljajic colpisce anche il palo, e sul corner successivo Ujkani alza sopra la traversa il colpo di testa di Ajeti. Anche i granata corrono qualche rischio e Longhi al 104' non approfitta di un pallone vagante rinviato malissimo da Padelli. Nel secondo tempo supplementare il Torino dilaga con il gol (in sospetto fuorigioco) di Maxi Lopez, il tris di Boyé in contropiede (liberato dal tacco di Gustafson) e il colpo di testa di Belotti su assist di Moretti. 

TORINO – PISA 4-0 dts

TORINO (4-3-3): Padelli; De Silvestri, Ajeti, Bovo, Moretti; Acquah, Lukic (61' Ljajic), Obi (15' Gustafson); Boyé, Maxi Lopez, Martinez (73' Belotti). A disp.: Hart, Cucchietti, Castan, Zappacosta, Baselli, Rossettini, Iago Falque, Valdifiori, Barreca, Aramu. All.: Sinisa Mihajlovic

PISA (4-4-2): Ujkani; Birindelli (59' Peralta), Avogadri (50' Lisuzzo), Del Fabro, Fautario, Golubovic, Lazzari, Sanseverino, Gatto (67' Longhi); Montella, Cani. A disp.: Giacobbe, Cardelli, Di Tacchio, Verna, Micchi, Favale, D'Angina. All.: Gennaro Gattuso

ARBITRO: Piero Giacomelli di Trieste, assistenti: Francesco Di Salvo di Barletta e Fabrizio Pasqua di Tivoli

RETI: 2' ts Ljajic, 21' ts Maxi Lopez, 23' ts Boyé, 27' ts Belotti

NOTE: ammoniti: Ajeti, Lazzari, Ujkani. Angoli: 13-2. Recupero: 1' + 6'. Spettatori: 10.875. Incasso: 113.410 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino – Pisa 4-0 dts | Nerazzurri eroici per 90', il Toro passa solo ai supplementari

PisaToday è in caricamento