Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Tennis, Torneo Itf di Pontedera: premio da 15mila dollari

Ci saranno 12 nazioni e 4 continenti rappresentati per un'entry list ad alti livelli. Giannessi, Travaglia e Mager le speranze italiane. Si gioca dal 25 luglio al 1 agosto, ingresso libero

Seconda edizione per il Torneo Internazionale ITF maschile 'Città di Pontedera' – Trofeo Devitalia, dopo il grande successo della passata rassegna. 

Si disputerà da Sabato 25 Luglio a Sabato 1 Agosto, giorno della finale del singolare. Come tradizione il primo weekend di gioco lascerà spazio alle qualificazioni, con il classico sodalizio tra il Ct Pontedera e il Tc Santa Croce (dal torneo Internazionale Under 18 del “Cerri” proviene anche la prima wild card annunciata dall’organizzazione, il greco Stefanos Tsitsipas). Da Lunedì 27 Luglio iniziano i tabelloni principali di singolare e di doppio, oltre a un ricco programma di eventi extra-tennistici ospitati nella struttura di Via Montevisi.

Un sito internet completamente dedicato all’evento (www.itfpontedera.it) pubblicherà in tempo reale il live score degli incontri, le cronache dai campi e gli approfondimenti. L’ingresso del pubblico è libero per tutta la durata della manifestazione.

La grande novità di quest’anno riguarda l’incremento del montepremi, da 10mila a 15mila dollari, un balzo sensibile che aumenta di gran lunga la qualità dell’entry list presente: se nel 2014 il tabellone del singolare era costituito quasi esclusivamente da tennisti italiani, e le prime teste di serie veleggiavano a ridosso della quattrocentesima posizione al mondo, quest’anno troveremo addirittura sei giocatori tra i primi 400 e dodici tra i primi 500 del ranking ATP.

La globalità dei partecipanti al 'Città di Pontedera' assume caratteri mondiali, con ben dodici nazioni e quattro contenenti rappresentati: dagli angoli opposti del globo provengono le prime due teste di serie, l’argentino Marco Trungelliti e il cinese Di Wu, entrambi con un passato recente a ridosso della centocinquantesima posizione nella classifica mondiale. Poi Australia, Brasile, Cile, Repubblica Ceca sono le altre nazioni presenti, ma dalla Spagna ritorna per un debito di riconoscenza Javier Marti: l’ex enfant prodige della scuola iberica nel 2014 venne premiato dagli organizzatori con una wild card dopo un terribile infortunio di oltre un anno, e ancora piuttosto arrugginito non fece molta strada, mentre quest’anno torna nel pisano decisamente più in forma (numero 370 del mondo) e non più così lontano da quei livelli che lo portarono a mettersi in mostra a Madrid, Barcellona e al Roland Garros.

Con un tale assembramento straniero la pattuglia italiana farà difficoltà a confermare il primo titolo vinto dal beniamino di casa Matteo Trevisan, ma le speranze per i nostri sono comunque accese. La terza e quarta forza del tabellone saranno Stefano Travaglia e Gianluca Mager, giovani di grosso avvenire in rampa di lancio in questa stagione. Senza dimenticare Salvatore Caruso e Daniele Giorgini, la punta di diamante tra gli azzurri potrebbe essere Alessandro Giannessi: lo spezzino a fine 2014 ha subito un’operazione al polso che lo ha costretto ad un lungo stop, ma prima dell’infortunio aveva mostrato barlumi di gioco da top 100, come quando all’ATP250 di Bucarest nel 2011 raggiunse i quarti di finale partendo dalle qualificazioni e sconfiggendo avversari del calibro di Federico Gil e Albert Montanes. Per Giannessi il periodo nero è ormai alle spalle, come dimostra anche la finale raggiunta la settimana scorsa nel Challenger di San Benedetto del Tronto, e in tal senso Pontedera potrebbe essere il trampolino definitivo verso il ritorno ai livelli che gli spettano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis, Torneo Itf di Pontedera: premio da 15mila dollari

PisaToday è in caricamento