Sport

Virtus Entella-Pisa, le probabili formazioni: il ritorno di Varela e il rebus difesa

L'uruguaiano ha scontato le due giornate di squalifica ed è pronto a riprendersi l'attacco nerazzurro. In difesa Del Fabro o Avogadri si giocano un posto al fianco di Lisuzzo

Sarà una delle trasferte più vicine. E allo stesso tempo, tra quelle più insidiose. Nella terza giornata di campionato il Pisa va in scena nel posticipo di serie B, lunedì 12 settembre alle 20.30 contro la Virtus Entella. I nerazzurri affrontano una squadra formidabile in casa. L'Entella ha vinto 8 delle ultime 11 partite giocate a Chiavari, pareggiandone tre. I nerazzurri hanno comunque dimostrato di sapersi esaltare nella difficoltà, e lo spirito battagliero della squadra di Gattuso è in grado di ribaltare il pronostico di ogni partita.

"Mi fa piacere - ha detto il tecnico nerazzurro - vedere che non si è persa questa mentalità, i ragazzi mi stanno sorprendendo". Le incognite maggiori arrivano dal punto di vista atletico. Dopo la preparazione estiva approssimativa Gattuso sta lavorando sulle gambe dei suoi, ma per vedere un Pisa con una condizione definitiva serviranno ancora alcune settimane. Ecco perché in questo momento la testa dei giocatori dovrà essere ancora più importante.

"Ogni giorno che ci alleniamo - ha continuato Gattuso - vedo sempre più voglia di migliorare e questo mi fa piacere, è l'atteggiamento giusto". Il tecnico preferisce non parlare delle vicende che riguardano la società. "Ho fatto un patto con me stesso - prosegue Gattuso - non parlo più, mi tapperò la bocca su tutto ciò che non riguarda il campo. Il mio obiettivo è portare alla salvezza questa squadra, che va tutelata in ogni modo. Non voglio essere io a togliere tranquillità alla piazza".

Meglio dunque parlare dell'impegno che aspetta il Pisa lunedì sera. "L'Entella è sicuramente una squadra organizzata, dove l'attacco è il punto di forza. Il loro stadio poi è piccolo, sarà come giocare a flipper". Anche nella trasferta ligure al Pisa non mancherà il sostegno del suo pubblico: i 1.700 biglietti destinati al settore ospiti sono quasi esauriti.

QUI PISA. Le due giornate di squalifica sono alle spalle. Da lunedì sera Lores Varela torna a guidare l'attacco nerazzurro. Potrebbe giocare da esterno, se Gattuso optasse per il tridente, o da seconda punta (ipotesi più probabile) con il 3-5-2. Se il rientro dell'uruguaiano è una certezza, in difesa sarà dubbio fino all'ultimo sul sostituto di Crescenzi, che sconta un turno di squalifica dopo l'espulsione di Terni. Nella difesa a tre dovrebbero essere Del Fabro e Avogadri ad affiancare Lisuzzo, davanti al confermato Ujkani in porta. A centrocampo Golubovic (o Longhi) e Mannini sugli esterni, con Verna, Sanseverino e Di Tacchio in mezzo al campo. In attacco sarà Eusepi a muoversi davanti a Varela. Più difficile che Gattuso rischi di giocare con le tre punte. Cani continua a non essere al meglio, ma è comunque tra i convocati.

QUI VIRTUS ENTELLA. Una sconfitta e una vittoria nelle prime due giornate per i liguri. Dopo il ko di Frosinone la squadra allenata da Roberto Breda, che da giocatore è stato compagno di Gattuso alla Salernitana, ha battuto 2-0 l'Avellino. L'Entella ha confermato la forza espressa nello stadio di casa e difficilmente il tecnico cambierà modulo e uomini. Nel 4-3-1-2 in porta Iacobucci, con linea difensiva composta da Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer e Sini, A centrocampo Palermo, Troiano e Moscati, mentre davanti l'ex nerazzurro Tremolada fa il trequartista alle spalle di Caputo e Masucci. Tra gli assenti il giovane terzino destro Cheick Keita, alle prese con un problema al ginocchio destro, oltre agli infortunati di lungo corso Gerli e Costa Ferreira.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virtus Entella-Pisa, le probabili formazioni: il ritorno di Varela e il rebus difesa

PisaToday è in caricamento