rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Volley

La PediaTuss esulta: il derby di Cascina si tinge di rossoblu

La formazione casciavolina trionfa in Serie C; in Serie D battuta d'arresto per la Katinka Travel

Il cielo sopra Cascina si colora di rossoblu, la PediaTuss espugna la palestra di via Galilei vendicando la sconfitta patita a domicilio nella gara di andata. C’è tanta voglia in Gori e compagne di riscattare quello scivolone, di dimostrare che la prima parte di stagione non rispecchiava il reale valore della squadra e così sul taraflex di Cascina le rossoblu hanno giocato la miglior partita fuori casa della stagione.

Parte bene la PediaTuss. Tagliagambe manda in campo Liuzzo in cabina di regia, Vaccaro opposto, Gori e Lichota centrali, Gaibotti e Sgherri schiacciatrici con Di Matteo libero. Dopo qualche scambio di equilibrio le rossoblu allungano grazie ad una buona difesa, e alla precisione in attacco. La PediaTuss vola sul 18-10, poi subisce un parziale di 4-0 che però viene prontamente rintuzzato da un contro break di 7-1 che chiude la prima frazione.

Il secondo set è come essere sulle montagne russe. Le padrone di casa partono forte, le rossoblu difendono bene, ma accusano un po’ di appannamento in attacco, così Cascina guadagna 4-5 punti di vantaggio fino a metà parziale. La PediaTuss dal 15-11 si riporta ad una sola lunghezza, ma il successivo parziale di 4-0, riporta indietro di 5 lunghezze la squadra di Tagliagambe, che manda Pietrini in battuta e chiude il gap con un parziale mostre, che si prolunga fino ad accumulare 4 set point, svanito il primo, al secondo tentativo arriva il punto del 2-0.

Il terzo set vede risorgere la Pallavolo Cascina che conduce dall’inizio alla fine del parziale e se lo aggiudica in surplace a 18. Si fa al quarto set, lo spettro del quinto tie break consecutivo aleggia sulle casciavoline che in avvio di parziale non sembrano rientrare in partita, la Pallavolo Cascina inizia così come aveva finito il parziale precedente e si porta subito avanti fino al 10-5. Il grande merito di Gori e compagne è quello di non disunirsi, di restare concentrate e di non mollare di un centimetro. Punto dopo punto riducono sempre più il margine di svantaggio fino al 21-21. Qui Cascina mette a terra il pallone del suo ultimo vantaggio, poi un parziale di 3-0 regala due palle set alle rossoblu: la prima vola via troppo larga, Sulla seconda la ricezione è ottima, l’alzata al centro di Liuzzo pure e così Lichota può mettere la palla a terra nel campo avversario e dare via alla festa rossoblu.

SERIE D. Lotta con grande generosità, contro tutto e contro tutti la Katinka Travel, che non porta a casa nessun punto, ma lancia un segnale ben preciso: le rossoblu sono tornate. Dopo due prestazioni un po’ sotto tono, contro la capolista Massa, Corsini e compagne tirano fuori gli artigli e sfoderano una prestazione di grande sostanza che mette a più riprese in difficoltà le più esperte avversarie.

Peccato perché alla fine resta un pugno di mosche in mano, ma la prova della Katinka Travel è incoraggiante per il futuro prossimo. Alla vigilia si contano più le assenti delle presenti, la 'maledizione delle bande' pare inarrestabile, dopo Gherardi e Rutinelli, resta ferma ai box Lenzi, con Nanni infortunata alla caviglia, che può solo dare una mano in fase difensiva in seconda linea. In pratica nel ruolo, al 100% resta solo Caponi, così Bertini si deve inventare Corsini nel ruolo di schiacciatrice con Bandecchi che parte nello starting six come opposto. L’inizio è equilibrato, ma al primo vero break le ospiti allungano e fanno loro il parziale. La reazione della Katinka Travel è veemente ed annichilisce le avversarie e così il secondo parziale diventa un monologo rossoblu che restituisce lo stesso punteggio alla Robur e si porta in parità.

Il terzo set è molto equilibrato ed avrebbe meritato un epilogo diverso da quello che poi è stato. Ospiti avanti senza mai allungare, le rossoblu restano in partita e nel finale mettono il naso avanti. Sul 22-22 un lungolinea di Corsini prima viene dichiarato non visto dal signor Grassi, che indica la ripetizione del punto, poi si rimangia la decisione e incredibilmente assegna il punto alle avversarie. Insomma, diciamo che la 'fortuna' chiamiamola così, non ha sorriso alle rossoblu che lasciano per strada il set con il minimo scarto. La partita si spacca ed il quarto parziale non ha storia con la Robur che conduce dall’inizio alla fine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La PediaTuss esulta: il derby di Cascina si tinge di rossoblu

PisaToday è in caricamento