rotate-mobile
Volley

La Pallavolo Cascina cade a Lido di Camaiore ma conserva la vetta della classifica

Biancorosse sconfitte in trasferta 3-2, ma ancora in testa al campionato di Serie C

Arriva una sconfitta per 3-2 nella terza giornata del girone di ritorno, al cospetto di una squadra che si sapeva essere molto tosta soprattutto tra le mura amiche. Il punto conquistato non era comunque assolutamente scontato, e anzi porta con sé qualche rimpianto per quel secondo set in cui Cascina è stata spesso avanti e ha avuto più occasioni per condurlo in porto. Sfortunatamente alcune imprecisioni in fase di servizio, appoggio e costruzione hanno impedito di concretizzare il vantaggio e chiudere rapidamente la contesa.

Primo set al via con Cerri in regia, opposta a Corti E., Simoncini e Corti F. in diagonale, Leto e Passaglia sul centro, Fiaschi libero. Poca storia in avvio, le cascinesi prendono subito il largo ben guidate da Fiaschi in seconda linea e trascinate in attacco da Simoncini in posto 4. Oasi Camaiore prova a ricucire in extremis, ma il divario è troppo ampio e chiudiamo a 20, 20-25, 1-0. Nel secondo parziale la musica sembra non mutare, le ragazze biancorosse vanno subito in vantaggio, ma le padrone di casa controbattono e si mantengono vicine nel punteggio. Le biancorosse sono brave a ritagliarsi margine, prima portandosi sul 18-21, e poi a guadagnarsi un set point sul 23-24. Purtroppo la frenesia di chiudere è cattiva compagna e porta le cascinesi a commettere 2 errori in attacco, 1 in appoggio/ricostruzione e l'ultimo al servizio.

Le padrone di casa ringraziano, ne approfittano e pareggiano la contesa alla prima occasione utile 26-24, 1-1. La rabbia per l'epilogo porta Corti e compagne a rientrare in campo con grande determinazione. 3-6, 7-13, 15-22. I parziali ben raccontano la prestazione delle cascinesi che riprendono a macinare gioco, opponendosi con un ottimo muro-difesa alle soluzioni offensive delle camaioresi. Il set si chiude rapidamente a 19 (19-25, 1-2) e il trend dell'incontro sembra incanalarsi in favore di Cascina. Così non è perché l'Oasi cresce di tono trovando buone contromisure all'attacco biancorosso e questo porta le cascinesi ad innervosirsi e cercare soluzioni estemporanee che non portano a niente di buono. L'equilibrio dura fino intorno al 10 (11-10) e poi sono le padrone di casa a schiacciare sull'acceleratore e a prendere il largo. Lazzerini prova ad invertire l'inerzia con 2 time out. Dapprima getta nella mischia Bartali, Lenzi e Cei e poi opta per un doppio cambio con Del Pecchia e Lemmi per Cerri e Corti E. La rimonta dura l'arco di pochi scambi ed è stoppata da una dubbia decisione arbitrale che non premia gli sforzi cascinesi. Dal possibile -3 (15-18) si passa al -5( 14-19), il team di casa allunga e chiude con ampio margine, 25-15, 2-2.

Di fatto termina qua la partita delle cascinesi che nel tie break non oppongono quasi mai resistenza, facendo molta fatica a metter palla a terra di fronte ad un avversario determinato ad aggiudicarsi la gara. L'Oasi gira con 5 lunghezze di vantaggio e chiude con merito 15-9, 3-2. Sconfitta di misura quindi, che lascia in dote un punticino prezioso, necessario a mantenere la testa della classifica in coabitazione col fortissimo VP Volley. Comprensibile il dispiacere per quel secondo set sfuggito con un po' di leggerezza, ma non c'è tempo per rammarico e rimpianti. Cascina deve subito rituffarsi in palestra con ancora maggior forza e determinazione per prepararsi al meglio per continuare ad affrontare il ciclo delle partite 'terribili'.  La prossima è il classico derby contro Casciavola, che si giocherà sabato 11 febbraio alle 21 nella palestra di via Galilei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pallavolo Cascina cade a Lido di Camaiore ma conserva la vetta della classifica

PisaToday è in caricamento