Palazzo Gambacorti, la Rsu: "Graduatorie inutilizzate, lavoratori assunti da altri enti"

E' quanto denunciano dalla Rsu che chiede all'amministrazione comunale di attingere dalle graduatorie concorsuali ad esempio per le assunzioni della Polizia Municipale. Necessaria inoltre la stabilizzazione delle educatrici

"Il Comune di Pisa non vuole attingere dalle graduatorie concorsuali. Al contrario di quanto avviene ad esempio nei Comuni di Livorno e di Firenze, al Comune di Pisa non si intende assumere dalle graduatorie concorsuali vigenti ma solo attraverso la mobilità da altri enti". E' quanto denunciano dalla Rsu del Comune per i quali si tratta di "un inutile aggravio di costi visto che già esiste una graduatoria concorsuale per la Polizia Municipale che scadrà, a meno di qualche proroga, il 31 dicembre prossimo".

"Allo stato attuale, alla Pm di Pisa, ci sono 130 dipendenti, 60 dei quali con mansioni di ufficio - affermano dalla Rsu in una lettera inviata a Palazzo Gambacorti - a detta dell'amministrazione l'organico dovrebbe essere sopra 160 unità, lo stesso dirigente avrebbe avanzato la richiesta di almeno 21 assunzioni, richiesta caduta nel dimenticatoio e non considerata come tutte le altre istanze di fabbisogno provenienti dalle direzioni comunali. Nel frattempo non c'è traccia del nuovo piano triennale di assunzioni e anche le normative approvate questa estate, per gli enti locali, non hanno trovato alcuna applicazione. Ci viene il dubbio che l'amministrazione voglia non soddisfare i bisogni reali provenienti dai servizi e se così non fosse avrebbe esibito ai sindacati le richieste dei dirigenti che invece restano oscure". "Prima c'era il blocco, oggi il blocco per le assunzioni di vigili ed educatrici non c'è piu, ma da parte dell'amministrazione comunale non arrivano risposte ma solo vaghe dichiarazioni di intenti - proseguono - esiste una graduatoria per la Pm con almeno una trentina di idonei molti dei quali già a contratto a tempo determinato al Comune di Pisa, graduatoria che dal 2013 ad oggi non è stata più utilizzata non solo per il blocco delle assunzioni ma per la scelta di ricorrere solo alla mobilità da altri enti. In questo modo non si favorisce nuova occupazione. Nel caso dei servizi educativi sono poi venuti meno molti dei vincoli in materia di assunzione e ci sono alcune precarie che da anni attendono la stabilizzazione".

"Da tempo - concludono dalla Rsu - chiediamo all'amministrazione comunale di Pisa un atto di indirizzo, l'assunzione dalle graduatorie vigenti, una richiesta che con la presente lettera, a nome della Rsu e del personale tutto precario e di ruolo, torniamo a reiterare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Bancomat fatto esplodere: furto da 36mila euro a Casciana Terme

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Ricercato dal 2017, tenta la fuga in sella ad uno scooter rubato: arrestato

Torna su
PisaToday è in caricamento