Salta il Festival della Robotica, il sindaco Conti: "Nessun danno per la città"

E' di queste ore la polemica sulla mancata organizzazione dell'evento che dopo due edizioni puntava ad avere caratura mondiale

Immagine di archivio

Era partito due anni fa con intenzioni ambiziose, ma adesso sembra finita. Il Festival Internazionale della Robotica, come ha recentemente annunciato il presidente della Fondazione Arpa Franco Mosca, non si terrà nel 2019 e, forse, nemmeno in altre edizioni successive. Alla base del problema un mancato nuovo investimento da parte della fondazione, che contava, dopo le prime due esperienze passate, sul rinnovato supporto di enti come il Comune di Pisa. Ma così non è stato.

Alla denuncia del luminare ha risposto il sindaco di Pisa Michele Conti: "Al Professor Franco Mosca vorrei ricordare che quando un'iniziativa coinvolge vari enti, il lavoro in sinergia è fondamentale per la buona riuscita della stessa, altrimenti c'è il rischio che un evento, pur nato con buoni propositi, non risponda a logiche di interesse collettivo. Il Comune è aperto e supporta ogni iniziativa di sviluppo per la città, come dimostra la firma del protocollo per l'area produttiva di Ospedaletto avvenuta proprio ieri in Regione, ed è pronto ad accogliere iniziative che danno lustro alla città: proprio in questi giorni stiamo lavorando con Regione e Fondazione Sistema Toscana per ospitare nuovamente a Pisa l'edizione 2019 dell'Internet Festival".

Tranquillizza il primo cittadino sul ruolo di Pisa nella robotica: "Mosca è uno scienziato di chiarissima fama con una lunga carriera alle spalle al quale vorrei far presente che la Robotica a Pisa continua a essere all'avanguardia attraverso il lavoro di centinaia di giovani studenti e ricercatori che vengono qui da tutto il mondo per studiare e far progredire questa disciplina con risultati riconosciuti a livello internazionale, alcuni dei quali saranno presentati nel corso della Notte dei Ricercatori alla quale il Comune collabora con le Università della città. Pisa rimane una capitale mondiale della Robotica. Nessun danno per la città dunque, se il professore è in difficoltà per organizzare una nuova edizione del Festival non può scaricare la colpa sul Comune".

Arrivano poi le stoccate sull'organizzazione: "Leggo sui giornali cifre fantasiose in merito al flusso turistico che gli organizzatori sostengono sarebbe stato generato dal Festival: se prendiamo i numeri elaborati dell'Ufficio turismo sulla base dei dati forniti dalle strutture ricettive presenti sul territorio del Comune di Pisa e raffrontiamo il 2016 con il 2017, quest'ultimo primo anno del Festival, nei mesi di settembre e ottobre si registra un -22 mila presenze. Il 2018 invece registra un aumento significativo delle presenze ma non solo in quei mesi, è un trend che riguarda tutto l'anno. Se invece l'obiettivo era quello di coinvolgere tutte le eccellenze che a Pisa si occupano di robotica, dall'Università di Pisa alla Scuola Superiore Sant'Anna, al Centro multidisciplinare di chirurgia robotica dell'Aoup, nemmeno quello è stato centrato, poiché non tutte queste realtà sono state coinvolte a pieno nell'iniziativa del Prof. Mosca. Al di là del Festival sul quale non mi pare a questo punto sia stata fatta dai promotori una reale verifica sui benefici apportati alla città e alla comunità scientifica".

Commenta negativamente la situazione l'ex sindaco di Pisa Marco Filippeschi, che nel settembre 2017 sperava che l'evento potesse diventare permanente: "Un'altra iniziativa, nuova e di successo, di fondatissima caratterizzazione internazionale e di rilancio, anche economico, della città, è affossata (la lista delle assenze e dei regressi è già notevole). Per capirci, la dico così: solo un anno fa, se avessimo dovuto scegliere fra il Festival della Robotica e Don Backy, con tutto il rispetto che si deve all'artista, non avremmo avuto dubbi... Giusto quanto detto da chi denuncia: serve subito un'azione, per recuperare".

La consigliera regionale Pd Alessandra Nardini: "L'immobile insipienza della Giunta Conti continua a impoverire Pisa drammaticamente. L'edizione 2019 del festival non ci sarà perché il Comune di Pisa non ha ancora assunto iniziative e decisioni in tal senso, una mancanza di interesse che ha compromesso l'iniziativa. Stiamo parlando di un evento che, al di là del prestigio scientifico e culturale, porta a Pisa oltre 15mila presenze in una settimana e attorno al quale si è formato un giovane e qualificato team organizzativo, coordinato dal Prof. Mosca, che rischiamo di perdere".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento