Volterra: altri due cavalli morti nel centro di recupero

Dopo i decessi avvenuti ad inizio anno altri due casi nei giorni scorsi: "Ancora oggi la causa delle morti è senza spiegazione"

Due cavalli sono stati trovati morti nel centro di recupero gestito da IHP, a Volterra: il primo nel tardo pomeriggio di giovedì 17 ottobre, il secondo nel primo pomeriggio di venerdì 18. Entrambi erano in buone condizioni di salute e appartenevano allo stesso branco; sono stati trovati al pascolo, in due diversi punti lontani tra loro. Nella serata di venerdì il trasporto a Livorno (Petracchi), dove veterinari IZS devono eseguire l'autopsia prima dello smaltimento.

All'inizio dell'anno erano state 9 le morti improvvise rimaste senza spiegazione. Su un decimo decesso a luglio era stato richiesto l'intervento dell'IZS, che però proprio una settimana fa aveva escluso si trattasse di avvelenamento. Resta però anche per questo caso ignota la causa. 

"Ad oggi - spiega Sonny Richichi, presidente IHP - la causa delle morti è senza spiegazione. La tutela dei cavalli è e resta la nostra priorità e malgrado tutti gli sforzi fatti per proteggerli, abbiamo bisogno di aiuto concreto, di indagini approfondite e celeri e di risposte chiare per porre fine a questa strage. Rinnoviamo il nostro appello a tutte le istituzioni affinché ci supportino nella ricerca delle cause. Non possiamo accettare che anche queste morti restino senza risposta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

Torna su
PisaToday è in caricamento