Riglione, questione sicurezza: raccolta firme per le telecamere

I cittadini sentono la necessità di una maggiore sorveglianza della frazione pisana e si dichiarano disposti anche a pagare di tasca propria le telecamere, donandole poi al Comune

Se l'allarme sicurezza è forte nel centro città, dopo il pestaggio dell'avvocato 32enne avvenuto in Via Gori nella notte tra sabato e domenica, anche in periferia non si scherza. Così a Riglione, teatro pochi giorni fa di una rapina in casa di un'anziano, colpito a bottigliate, gli abitanti non stanno tranquilli e hanno provveduto ad una raccolta firme, indirizzata al comando di Polizia Municipale, ma anche al sindaco, per l'installazione di almeno due telecamere nella frazione pisana. "L'impianto di videosorveglianza - scrivono i residenti - è già presente, quindi chiediamo di completarlo con l'installazione di due telecamere collegate con la sezione distaccata della Polizia Municipale di Piazza della Fornace per sorvegliare almeno la zona centrale di RIglione".

Ma se i soldi non ci sono? I cittadini hanno pensato anche a questo e si dichiarano disposti con una colletta ad acquistare le telecamere e donarle al Comune. Un piccolo sforzo economico che vale una maggiore sicurezza per strada, ma anche al'interno delle proprie abitazioni. visto che ormai c'è poco da star tranquilli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento