Topi a Calci, il Comune: "Derattizzazione a carico del condominio"

L'amministrazione comunale calcesana replica a Uniti per Calci

In merito alla denuncia della lista Unita per Calci sulla numerosa presenza di topi nel Comune di Calci arriva la replica dell'amministrazione comunale.

“Il capogruppo di opposizione (Serena Sbrana, ndr) oltre a ricevere le segnalazioni dei cittadini dovrebbe immaginare che le stesse arrivano in un periodo temporale antecedente anche agli uffici comunali - esordisce la Giunta - attaccare per la celere risposta degli uffici sottolineando la superficialità o una poco attenta valutazione della segnalazione denota una scarsa conoscenza dei fatti e soprattutto scarso rispetto del lavoro dei dipendenti comunali. Se i consiglieri di opposizione hanno infatti potuto ricevere così celermente la risposta nel merito della questione è proprio perché la segnalazione di un condomino de 'La Fortezza Vecchia' era arrivata al Comune il giorno 4 novembre (ben prima di sabato 9 novembre attraverso la Pec inviata dall'opposizione). Gli uffici hanno quindi avuto una settimana di tempo per verificare la segnalazione del condominio, esclusivamente inerente un’area privata".

"Occorre altresì specificare, per completezza, che l’Ufficio - proseguono dal Comune - ha inoltrato all’Opposizione la mail di risposta alla prima segnalazione pervenuta. Pertanto riteniamo del tutto scorretta l’allusione sui tempi di risposta dal momento che la capogruppo sa benissimo che si tratta di una risposta ad una segnalazione precedente di 7 giorni! Perché è necessario sempre mistificare la realtà? L'opposizione ha infatti ricevuto una comunicazione datata 6 novembre nella quale l’ufficio aveva fatto presente al condomino segnalante che 'la presenza di topi nelle aree rurali e campestri è normale e le difese delle abitazioni da essi deve essere normalmente eseguita all'interno delle aree private', mentre il pubblico può intervenire, sempre e solo su aree pubbliche, qualora si riscontrino 'infestazioni talmente estese e recidive da mettere in pericolo la pubblica incolumità'. Quanto risposto rientra infatti pienamente nei dispositivi previsti dalle normative vigenti, ovvero che la disinfestazione, derattizzazione e sanificazione degli ambienti condominiali (e proprio ad un condominio si riferisce la segnalazione pervenuta) è obbligatoria secondo la Legge 25 Gennaio 1994, n. 82 ed è a carico del condominio stesso. Per quanto riguarda invece eventuali infestazioni da trattare in area pubblica non solo non vi sono segnalazioni che possano far parlare di un’'invasione di topi', come fa la minoranza, ma non è stata neanche riscontrata tale necessità da parte degli uffici comunali. Proprio a questo aspetto afferisce infatti la risposta del tecnico comunale che indica come non vi siano le condizioni per intervenire in somma urgenza attingendo al 'fondo di riserva'".

"Dalla polemica creata dall’opposizione, si potrebbe evincere che i consiglieri di minoranza stiano proponendo al Comune di farsi carico di spese che invece spettano per legge ai privati... ancora una volta siamo alle proposte senza alcun fondamento?".

In conclusione l’amministrazione di Calci invita i cittadini a prendere contatto con gli uffici comunali (scrivendo a segnalazioni@comune.calci.pi.it) per segnalare analoghe problematiche riferite a infestazioni in aree pubbliche, che a quel punto verranno ulteriormente valutate dagli uffici stessi per le azioni di competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

Torna su
PisaToday è in caricamento