Violenze alla scuola islamica: terzo maestro agli arresti domiciliari

La misura è stata eseguita martedì 18 giugno ai danni di un 21enne

Le accuse di maltrattamenti che già avevano portato in carcere, il 14 giugno scorso, due maestri di una scuola islamica di Santa Croce sull'Arno, sono state rivolte ad un terzo maestro di 21 anni. La Squadra Mobile della Polizia di Stato ha eseguito ieri, 18 giugno, la misura degli arresti domiciliari.

I tre indagati sono ritenuti responsabili di aggressioni, con botte a mani nude e con bastoni, di minori di età compresa tra i 7 e i 17 anni, a loro affidati in orario extrascolastico affinché ne curassero l'educazione religiosa attraverso l'insegnamento dei precetti islamici. Le violenze perpetrate dai maestri nei confronti dei loro giovani allievi, ha ricostruito la Polizia, venivano commesse all'interno di un locale a Santa Croce sull'Arno adibito a doposcuola.

L'attività di indagine avrebbe rivelato, come spiega la Questura, che "il ricorso alla violenza andava ben oltre l'intenzione di correggere intemperanze comportamentali o errori di dizione dei giovani allievi e si traduceva frequentemente in aggressioni gratuite e ingiustificate, oltre ad aver ridotto i piccoli frequentatori del centro in una perenne condizione di soggezione psicologica verso ogni gesto posto in essere nei loro confronti dai maestri, che si alternavano a picchiarli, sia a mani nude che con bastonate". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Fi-Pi-Li, mezzo pesante a fuoco in galleria: superstrada chiusa fra Pontedera e Montopoli

  • Incidente sul lavoro a San Miniato: morto un 57enne

Torna su
PisaToday è in caricamento