Consiglio Comunale, Gennai resta presidente: bocciata la sfiducia

La mozione era stata presentata da Pd, M5S e Diritti in Comune per la gestione "faziosa e inadeguata dei lavori del Consiglio". Alla fine sono stati 21 i voti contrari alla sfiducia, 10 quelli favorevoli

E’ stata votata oggi, 24 settembre, in Consiglio Comunale la mozione di sfiducia presentata da Pd, M5S e Diritti in Comune nei confronti del presidente dell’assemblea cittadina, Alessandro Gennai (Lega). La votazione si è svolta a scrutinio segreto in apertura di seduta. A votare contro la sfiducia sono stati 21 consiglieri; 10 invece i voti a favore. L’assemblea odierna è stata presieduta dal vicepresidente vicario Benedetta Di Gaddo, assente invece durante la votazione lo stesso Gennai che resta, quindi, presidente del Consiglio Comunale cittadino.

Sulla carta i voti a favore della sfiducia avrebbero dovuto essere 10 (quelli di tutti i consiglieri di opposizione, con l’esclusione Antonio Veronese di Patto Civico, assente in aula), 21 quelli contrari (tutti i consiglieri di maggioranza, più quello del Sindaco Conti). La forze che compongono la maggioranza hanno quindi sostenuto in modo compatto il presidente Gennai.

A presentare la mozione di sfiducia è stato il capogruppo del Pd, Giuliano Pizzanelli, che ha sottolineato come l’atteggiamento di Gennai sia stato in questi 14 mesi di legislatura "fazioso e inadeguato" rispetto ad un ruolo che dovrebbe essere invece imparziale ed equilibrato. "La mozione di sfiducia - ha invece affermato il consigliere della Lega Paolo Cognetti - ha l’obiettivo di colpire il Sindaco e la sua Giunta in modo goffo, colpendo la persona più rappresentativa del Consiglio". Diversi gli interventi che si sono susseguiti nel corso della discussione prima del voto finale.

"Ci tengo a ringraziare i consiglieri che hanno presentato la mozione di sfiducia - ha detto quindi Gennai al termine della votazione - perchè mi ha permesso di riflettere sulle modalità di gestione dei lavori del Consiglio che, da ora in poi, saranno orientati al massimo rispetto del regolamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La maggioranza, a differenza delle improvvide e scomposte previsioni dei presentatori della mozione - affermano in una nota il segretario comunale della Lega, Edoardo Ziello, e il capogruppo in Consiglio, Alessandro Bargagna - si è dimostrata compatta e unita, respingendo e schiacciando i capricci di un’opposizione che carente di contenuti non fa altro che avviare delle sterili campagne di odio personali. La maggioranza è salda e i 21 voti dei consiglieri rappresentano un macigno insormontabile per chi ha cercato soltanto di creare scompiglio e rallentare i lavori del Consiglio Comunale con becere urla e atti totalmente lontani dall’interesse della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento