Consiglio comunale: Pronto Soccorso, Siria, Chef Rubio e clima nella seduta

L'appuntamento è per martedì pomeriggio in Sala delle Baleari. Tanti gli argomenti in discussione

Il consigliere comunale Giovanni Pasqualino (Lega)

Nel pomeriggio di oggi, martedì 22 ottobre, dalle 14,30 in Sala delle Baleari, è in programma una nuova seduta del Consiglio Comunale. Molti, come di consueto, gli argomenti in discussione.

Si incomincia con una mozione presentata dal consigliere Marcello Lazzeri (Lega) sul Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cisanello. “Organi di stampa locale di questi ultimi giorni - così ha detto il consigliere Lazzeri - riportano la notizia secondo la quale la situazione del personale che opera presso l’Ospedale Cisanello è ormai drammatica. Le notizia a mezzo stampa parlano di una attesa media al Pronto Soccorso di 7/8 ore, con gravi e pesanti ripercussioni sia sui turni degli operatori sanitari, costretti loro malgrado ad orari improponibili con inevitabili conseguenze sul livello di servizio. Con questa mozione chiediamo al sindaco di Pisa, Michele Conti, di attivarsi presso la Regione Toscana per sollecitare un immediato intervento”.

La seconda mozione , presentata dal consigliere Giovanni Pasqualino (Lega), è su alcune dichiarazioni dello chef Rubio relative a Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due poliziotti uccisi a Trieste lo scorso 4 ottobre. “Mai - così ha dichiarato il consigliere Pasqualino - mi sono ritrovato a leggere delle frasi così ignobili e crudeli come quelle scritte da Chef Rubio dopo l’uccisione dei due agenti di Trieste, parole che fanno male, non solo ai familiari delle vittime ma a tutte le forze dell’ordine e alla gente per bene che affida la propria vita giornalmente a loro. Frasi del tipo 'io non sono sicuro in mano vostra' o 'per servire il paese bisogna essere virtuosi, viverla come missione e non come lavoro, essere colti e preparati mentalmente', non possono e non devono passare inosservate, ecco perché chiediamo a gran voce all'amministratore delegato di Discovery Italia una netta presa di posizione sospendendo dalla stessa emittente Gabriele Rubini in arte Chef Rubio”.

Successivamente i consiglieri comunali voteranno, sulla guerra in Siria, ben 4 mozioni, un ordine del giorno e, all'inizio della seduta, osserveranno anche un minuto di silenzio in memoria di Hevrin Khalaf, la giovane donna curda, paladina dei diritti umani, uccisa in Siria dopo essere stata violentata e lapidata la scorsa settimana. Inoltre, sempre sulla guerra in Siria, prima dell’inizio di questa seduta del Consiglio Comunale, i capigruppo consiliari incontreranno le associazioni umanitarie 'Un ponte per..' e Mezzaluna Rossa Kurdistan – Italia onlus.

Per quanto riguarda le mozioni sulla guerra in Siria, la prima e la seconda mozione, presentate dal consigliere Francesco Auletta (Diritti in comune), chiedono, tra l’altro, di “dare immediata attuazione al Patto di amicizia sottoscritto dal Comune di Pisa con la municipalità di Darik/Al Malikiyah a partire dalla individuazione di forme concrete di sostegno e di aiuto alla popolazione civile duramente colpita dalla aggressione turca”.

La terza mozione, presentata dal Consiglio Cittadino per le pari opportunità del Comune di Pisa invita, invece, “tutte le istituzioni democratiche e i cittadini a far sentire la loro voce contro questa aggressione ed auspica che l’Unione Europea vi si opponga e difenda i diritti umani e i principi democratici con la stessa fermezza e determinazione che dimostra in altri campi delle relazioni economiche e politiche internazionali”. Questa mozione sarà illustrata ai consiglieri comunali da Valeria Di Bartolomeo, vicepresidente del Consiglio Cittadino per le pari opportunità.

La quarta mozione, infine, presentata da tutti i capigruppo consiliari sia di maggioranza (Lega, Noi adesso Pis@-Fdi, Pisa nel cuore, Forza Italia e Gruppo misto) che di minoranza (Diritti in comune, M5S, Pd e Lista civica) su invito di Soroptimist di Pisa (è organizzazione di servizio volontario a livello mondiale di donne  per migliorare la vita delle donne stesse) chiede di far proprie le richieste delle donne curde, come, ad esempio, “la fine dell’invasione e dell’occupazione della Turchia nella Siria del nord, l’istituzione di una No-Fly zone per la protezione della vita della popolazione nella Siria del nord e dell’est, di prevenire ulteriori crimini di guerra e la pulizia etnica da parte delle forze armate turche, di garantire la condanna di tutti i criminali di guerra secondo il diritto internazionale e di fermare la vendita di armi in Turchia”.

I consiglieri comunali, inoltre, voteranno anche un ordine del giorno - primo firmatario il consigliere Matteo Trapani (Pd) - che, tra l’altro, chiede al sindaco di Pisa, Michele Conti, di “farsi promotore di una posizione condivisa nella prossima assemblea nazionale dell’Anci (Associazione nazionale dei comuni italiani) di sostenere ogni iniziativa  che le Regioni e gli altri Comuni volessero intraprendere contro la guerra in Siria”.

Infine, i consiglieri comunali voteranno una mozione di iniziativa popolare proposta Fridays For Future di Pisa - sono state raccolte oltre 150 firme - sullo “stato di emergenza climatica e avvio del percorso di realizzazione della strategia di sostenibilità ambientale 2030 del Comune di Pisa”. Questa mozione sarà illustrata da Gabriele Moretti, primo firmatario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Pisamo assume due persone a tempo indeterminato: i dettagli della selezione

  • Sai quanti punti hai sulla patente? Le istruzioni per verificare il saldo

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

  • Rebeldia, Unione Inquilini e Diritti in Comune contro Airbnb: "Affare milionario che svuota la città"

Torna su
PisaToday è in caricamento