Bambini: come proteggerli dentro casa

Moltissimi incidenti che coinvolgono i bambini avvengono fra le mura domestiche. La casa è ricca di insidie e pericoli: ecco come prevenire i rischi

Immagine d'archivio

Secondo i dati forniti dal Dipartimento di Medicina del Lavoro dell'Istituto per la prevenzione e sicurezza sul lavoro (Ispesl), ogni anno circa 4,5 milioni di infortuni avvengono tra le pareti di casa e ben 8.000 sono gli incidenti domestici mortali. Donne, bambini e anziani sono i soggetti più a rischio e più è alto il numero di lavoro a casa per le casalinghe, più sale nelle statistiche l'incidenza degli infortuni. Quali le percentuali? Nell'ultima indagine Inail (pubblicata nel 2012 su dati però del 2006) il tasso di incidenti tra le casalinghe è di 21,02 casi su mille persone. Quello dei pensionati è di 17,90 e per i disoccupati, complici ansia, lunghe ore passate a casa e distrazioni saliamo al 18,21 per mille. Quella tra 0 e 5 anni è infine la fascia più pericolosa per i bambini, in cui ogni mille ragazzi sono più di 16 quelli che ogni anno cadono vittima di un infortunio domestico.

I rischi da 0 a 6 anni riguardano soprattutto le cadute, asfissia, annegamento e incidenti in auto. In cameretta invece, è opportuno tutelarsi contro le cadute dal letto, scivolate, urti contro pareti vetrate, accesso a finestre e terrazze utilizzando piani di appoggio, e pericoli elettrici che derivano dall'impianto di illuminazione e dai giocattoli elettrici.

1. Neonati e 'primi passi'

Mai lasciare i bebé su piani sopraelevati senza controllo, né soli nell'acqua, e ricordatevi di utilizzare seggiolini per l'auto solo se omologati dotandovi anche di sensori di retromarcia. Preoccupatevi di chiudere bene con serrature, cassetti e mobili che contengono oggetti pericolosi come coltelli, accendini, vetri, sostanze tossiche o alcolici e non lasciate sacchetti di plastica a disposizione. E per evitare le cadute da 'scalata', fissate i mobili alti alle pareti e installate cancelletti a terrazzi e scalinate. Considerate anche i paraspigoli, i bloccaporte e i sistemi antisdrucciolamento sotto i tappeti. Per il gioco incustodito, evitate piscine gonfiabili, giocattoli 'made in China' non in linea con le normative europee (le cui parti potrebbero staccarsi e venire ingerite) e tenete lontane dalla casa piante velenose come oleandro, ciclamino, stella di Natale e ficus.

Prestate inoltre attenzione alla temperatura del bagnetto: non utilizzate il metodo 'della nonna' con il gomito, munitevi di termometro e assicuratevi che la gradazione sia quella giusta. E dopo averlo lavato, posizionate vostro figlio su un piano stabile per vestirlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale si avvicina: i consigli per addobbare la casa

  • I colori e le decorazioni più suggestive per una casa in pieno clima natalizio

  • I consigli per realizzare una serra fai da te in vista dei rigori dell'inverno

  • Volete decorare il giardino in pieno stile natalizio? Ecco qualche idea accattivante

  • Addobbare la casa per il Natale in sicurezza: i consigli

  • Combattere il freddo con la stufa a pellet: le istruzioni per l'installazione

Torna su
PisaToday è in caricamento