rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Economia

Fisco: i pisani preferiscono regolare i conti...a rate

La provincia con il maggior numero di rateizzazioni è Roma, seguita da Milano e Napoli. In Toscana Pisa si trova al secondo posto, dietro a Firenze. Grosseto chiude la classifica regionale

Quante sono le cartelle esattoriali dei pisani che hanno scelto di rateizzare i loro debiti con il Fisco? 14.820 tra privati e aziende, per un controvalore complessivo di 170 milioni di euro con una media di pratiche rateizzate pari a 11.468 euro ciascuna. E' quello che emerge dai dati diffusi da Equitalia che riepiloga la situazione provincia per provincia.

Il recente Decreto Legge "Salva-Italia" e le liberalizzazioni hanno consentito ai contribuenti di restituire a rate e di prolungarne di sei anni la scadenza quando l'importo che si deve versare a Equitalia è inferiore a 20mila euro (prima il limite era di 5mila euro); e in questi casi nei confronti del contribuente non viene più iscritta ipoteca legale, così come l'azienda che ha scelto la rateizzazione può partecipare alle  gare d'appalto, come riportato sul Sole 24Ore.

La media delle pratiche rateizzate in italia è pari a 12.825 euro, 1,5 milioni sono le posizioni aperte per un controvalore complessivo di 19,4 miliardi. La provincia con il maggior numero di protocolli di rateizzazione è Roma (134.013 per un importo complessivo di 2,6 miliardi), segue Milano (82.428 per un importo totale di 1,8 miliardi), quindi Napoli (98.203 per un totale di 1,3 miliardi di euro). In Toscana, Pisa è al secondo posto per controvalore complessivo dietro a Firenze dove risultano 37.384 protocolli per un importo complessivo rateizzato di 349 milioni. Chiude Grosseto con 8.373 pratiche e un totale di 76 milioni di euro, rispecchiando in parte la forza economica di ogni singola provincia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisco: i pisani preferiscono regolare i conti...a rate

PisaToday è in caricamento