Elezioni comunali a San Miniato, Giglioli: "Meno tasse a chi lascia a casa l'auto"

La proposta del candidato sindaco del centrosinistra

“C'è già chi mi dice che c'è conflitto di interessi perché mi piace correre e ogni tanto mi sfido anche nella maratona, però, lo prometto fin da ora, lo sconto fiscale a me non lo farò”. Simone Giglioli non perde il gusto della battuta, ma la sua proposta è sì un po' originale, ma assolutamente seria: meno tasse a chi lascia l'auto e la poltrona per farsi una passeggiata.

Un'idea nata a quattro mani con Matteo Stefanini, olimpionico di canottaggio e candidato della Lista Uniti Si Può. “Amo lo sport e l'ambiente - spiega Giglioli - da qui l'idea di aiutare altri miei concittadini a scoprire la bellezza di fare movimento all'aria aperta e così ho pensato che invece dei soliti consigli sarebbe stata una spinta più forte quella degli sconti sulle imposte. Le tasse non piacciono, ma servono a far funzionare i servizi, ma chi fa vita sana e rispetta la natura fa un servizio anche per gli altri perché fa scendere i costi della sanità e dei servizi a tutela dell'ambiente e quindi è giusto riconoscergli questo lavoro”.

“Concretamente - puntualizza il candidato sindaco - si tratta di un progetto per incentivare la pratica dello sport, dove attraverso una particolare App ogni anno verranno premiati i cittadini più Green, sportivamente parlando, che attraverso il movimento fisico (camminare, correre o pedalare) accumuleranno dei punti. Il premio consisterà nella decurtazione di imposte comunali. Più fai sport e meno paghi”.

“E da San Miniato forse poi questa idea si allargherà a tutta la Toscana. Il mio progetto è piaciuto anche a livello regionale e già mi hanno chiamato per capire come funziona” conclude Giglioli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

  • Coronavirus in Toscana: sono 436 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana resta gialla"

Torna su
PisaToday è in caricamento