Aeroporto, il M5S: "Stanno massacrando il Galilei"

La candidata a presidente del M5S: "Pisa continua a perdere quote di mercato e la politica a parlare solo ed esclusivamente della nuova pista di Firenze"

"Lo sviluppo parallelo degli aeroporti fiorentini è una bugia". Così Irene Galletti, candidata alla presidenza della Toscana per il Movimento 5 Stelle, oggi a Pisa per una serie di incontri con associazioni e cittadini insieme al capolista della circoscrizione, Luca Lauricella.

"Mentre Firenze continua a crescere, pur senza la nuova pista - afferma la Galletti - Pisa continua a perdere quote di mercato. Nei mesi prima del lockdown 3 compagnie aeree hanno abbandonato lo scalo e ora se ne sono aggiunte altre 5. Come se non bastasse Alitalia ha deciso di trasferire su Firenze i voli diretti a Roma Fiumicino, mettendosi così in un’assurda e perdente competizione con i treni ad alta velocità. Tutto questo nel silenzio complice della Regione Toscana, ma soprattutto nell’impotenza del sindaco leghista di Pisa, Michele Conti, che, dopo aver promesso di riportare Alitalia al Galilei, ha sollevato bandiera bianca. È evidente che anche lui ha preferito piegarsi al diktat salviniano del ‘Prima Firenze’, proprio come ha fatto la candidata Susanna Ceccardi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mentre Pisa è in caduta libera, con Ryanair che tra 20 giorni ridurrà del 20% la sua presenza sul Galilei - aggiungono Galletti e Lauricella - la politica continua a parlare solo ed esclusivamente della nuova pista di Firenze. È ora di cambiare passo e di smetterla di penalizzare il territorio costiero: bisogna investire subito le risorse promesse sul nuovo terminal di Pisa e avviare i lavori per la realizzazione di un collegamento rapido tra l’aeroporto e il centro di Firenze. Non solo. Occorre potenziare la linea del treno ad alta velocità anche verso sud, per migliorare i collegamenti tra Livorno, Pisa e Firenze e orientare i flussi turistici, proveniente sia via aerea che via nave, lungo questo triangolo. Questo è il solo modo per distribuire visitatori e ricchezza su tutta la nostra regione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento