Zingaretti a Pisa per le regionali: "Toscana modello nel mondo, va difeso dalle destre"

Il segretario del Partito Democratico spinge Giani e fa appello alla partecipazione: "In democrazia nessun risultato è scontato, dobbiamo combattere tutti insieme fino alla chiusura delle urne"

L'arrivo di Zingaretti

"La destra è più brava di noi, Salvini e Meloni sono più bravi di me, a raccontare i problemi. Ma sono i peggiori a trovare le soluzioni. Cavalcano i problemi. Noi siamo quelli che li risolvono". E' questo uno dei passaggi del discorso che il segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti ha fatto ai cittadini che oggi, 17 settembre, si sono fermati in buon numero per ascoltare le parole del leader, intervenuto a Pisa per sostenere la candidatura di Eugenio Giani alla guida della Toscana nelle prossime elezioni del 20 e 21 settembre.

Dalle 16 è partito l'avvicinamento all'appuntamento elettorale pisano di Zingaretti. Dall'inizio di Corso Italia è partita la passeggiata con volantinaggio della capolista Alessandra Nardini, in compagnia dell'ex ministro Monica Cirinnà, per arrivare a due passi da Piazza Vittorio Emanuele, dove nel mentre veniva ultimato l'allestimento del punto di ritrovo con il microfono. Prima dell'arrivo del segretario, alle 16.30, il consigliere comunale Giuliano Pizzanelli ha introdotto il primo intervento della Cirinnà. Poi il segretario comunale Ranieri Del Torto ha passato la parola al leader Pd, accolto dai candidati consigliere pisani Andrea Pieroni, Maria Antonietta Scognamiglio, Antonio Mazzeo. 

zingaretti candidati pd pisa regionali

Nel suo intervento Monica Cirinnà ha voluto sottolineare come "anche sul corpo delle donne si gioca questa campagna elettorale, sulla nostra possibilità di scelta, come le posizioni sulla RU486, il disegno di legge Pillon, l'oscurantismo del Family Day di Verona. Non dimentichiamo come la Ceccardi abbia sostenuto un'obiezione di coscienza a celebrare le unioni civili, cosa che un sindaco non può fare". Sul fronte locale si è espressa sulla vita degli universitari: "A Pisa si deve intervenire sulla politica dell'abitare, gli affitti devono essere accessibili e si deve pensare anche al dopo, affinché i giovani laureati possano rimanere in città ed in Toscana".

Poi è stato il momento del segretario del Pd. E' stata una retorica, quella zingarettiana, ispirata dalla "difesa della Toscana dalle destre, senza idee di governo e spinte dalla brama di potere, che vogliono distruggere un modello che invece è visto con ammirazione nel mondo". "Non è in gioco un candidato od un partito - ha insistito - ma una sfida che incide sulla vita delle persone. Abbiamo vissuto il dramma del Coronavirus, noi abbiamo capito la gravità ed abbiamo agito, mentre c'era chi diffondeva bufale e teorie negazioniste. La Toscana ha retto grazie alla sua sanità. Ora dobbiamo pensare alle famiglie in difficoltà, al lavoro, al futuro. Abbiamo in Toscana un bagaglio importante di anni di governo, certamente si deve migliorare, ma integrando il sistema, non distruggendolo". Per questo "Giani è l'unica scelta concreta per vincere. In democrazia nessun risultato è scontato, dobbiamo combattere fino alla chiusura delle urne". 

Zingaretti ha voluto rispondere al qualunquismo: "A chi dice 'tanto sono tutti uguali' dico che c'è sempre una scelta. Un anno fa alle elezioni europee la destra si è presentata volendo picconare l'Unione, vista come un limite. Per fortuna hanno perso, altrimenti oggi saremmo stati soli. Oggi dall'Europa possono arrivare oltre 300 miliardi di finanziamenti. Su questo tema la destra si nasconde. E' stata una nostra battaglia vinta. Queste, vedete, sono scelte". "Se guardate negli occhi delle persone - ha concluso - oggi vedete la paura per il futuro e la speranza di ripartire. La destra gioca sulla prima, per alimentare e crescere lei stessa sull'onda della rabbia; noi dobbiamo calmare quella paura ed essere consapevoli che uniti ce la faremo. L'Italia ce la farà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento