Economia

Cantieri di Pisa: l'ex ad di Baglietto interessato dopo la vittoria in Tribunale

Il dottor Borghini era stato ritenuto responsabile da Camuzzi e dalla Baglietto del fallimento del Cantiere. Dopo le sentenze favorevoli ha deciso di riprendere la propria attività: il suo interesse ricade sui Cantieri di Pisa

Un rientro in campo, nel settore della nautica, importante, che potrebbe interessare molto da vicino anche i Cantieri di Pisa, in un momento in cui si cerca finalmente il rilancio dell'attività dopo le offerte d'acquisto presentate da due gruppi, uno cinese e l'altro italiano. Un nuovo tassello si aggiunge oggi con l'interesse annunciato dal dottor Gaspare Borghini, ex amministratore delegato del Gruppo Baglietto, vittorioso nelle due sentenze di primo grado, una del Tribunale di Milano contro la Camuzzi (ex proprietaria del Gruppo Baglietto) e una del Tribunale di Lucca contro la Baglietto stessa.

"Borghini si è dovuto difendere dall’azione di responsabilità e dalle richieste di risarcimento avanzate da Camuzzi e dalla Baglietto che lo ritenevano responsabile del fallimento del Cantiere - si legge in una nota - pur avendogli revocato tutte le deleghe gestionali fin dalla fine dell’anno 2006 (Baglietto è stato messo in liquidazione nel 2010)".

Il dottor Borghini sta cercando un’Azienda con cui riprendere la propria attività, interrottasi forzatamente dopo 35 anni di lavoro. Due sono i siti di interesse, i Cantieri di Varazze e appunto i Cantieri di Pisa, il tutto subordinato alla verifica dello stato delle concessioni demaniali.
Vista la carenza di ordini di barche nuove, Borghini pensa di riprendere l’attività concentrandosi sulle riparazioni, le trasformazioni e le manutenzioni delle barche esistenti in attesa che il mercato riprenda vigore.


Per il momento nessuna proposta è stata avanzata. Di concreto c'è solo la volonta del dottor Gaspare Borghini di rientrare in pista. Forse proprio a Pisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri di Pisa: l'ex ad di Baglietto interessato dopo la vittoria in Tribunale

PisaToday è in caricamento